I mezzi di trasporto più strani al mondo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La scelta della destinazione di un viaggio o una vacanza, passa anche dalla possibilità una volta in loco di fare a meno dell'automobile spostarsi con i mezzi. Bisogna però fare attenzione perché come recita quel famoso detto: "paese che vai, usanze che trovi". Ogni popolo, quindi, si sposta a suo modo e con i mezzi che ha a disposizione. Ma quali sono i mezzi di trasporto più strani al mondo e dove si usano? Ecco un breve excursus.

25

Nella classifica dei mezzi di trasporto più strani al mondo, la parte da leone spetta senza ombra di dubbio all'Asia. In Thailandia, per esempio, si può scegliere tra il tuk-tuk, una specie di furgoncino a tre ruote, o in rickshaw, delle biciclette - taxi utilizzate un tempo per trasportare le persone importanti. Il rickshaw è in sostanza un carrellino, molto simile ad un calesse, trainato da una bicicletta o a volte anche a piedi. Questo mezzo di trasporto, sicuramente poco pratico ed efficace, è molto affascinante dal punto di vista turistico. Se ne trovano parecchi a Bangkok, dove è possibile vederli districarsi nel traffico grazie alla bravura degli autisti. In tante città della Thailandia, così come in diverse parti del mondo, esistono anche servizi taxi sull'acqua effettuati con i mezzi più strani, dalle canoe fino alle gondole tipiche di Venezia.

35

Gli animali vanno sicuramente annoverati tra i mezzi di trasporto più strani al mondo. Anche in questo caso vale il detto "paese che vai, animale che trovi". In Africa o Medio Oriente, per esempio, è abbastanza naturale incrociare un cammello e potrebbe capitare quindi di montarci in groppa per spostamenti vari. A Mijas, sulla costa del Sol in Spagna, esiste invece il burro taxi, ovvero il servizio taxi in groppa ad un asino. Questi animali sono tranquilli ed ubbidienti e molto amati dai turisti che visitano la città utilizzando proprio questo servizio.

Continua la lettura
45

Anche i normali mezzi di trasporto che utilizziamo normalmente nelle nostre città possono, in qualche parte del mondo, presentare delle stranezze. In Giappone, per esempio, i treni della Metro viaggiano sopra elevati, e non sotto terra come nelle nostre città. Ci sono poi casi estremi come quello della città tedesca di Wuppertal dove il tram è al contrario. Lo Schwebebahn, infatti, è uno speciale tram che non viaggia sulle rotaie ma sotto le stesse. Il vantaggio è quello di poter osservare il paesaggio senza l'interruzione delle strade, ma c'è da mettere in conto una certa sensazione di sospensione che può non piacere a tutti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non avere pregiudizi
  • Lasciarsi conquistare dalla cultura e le usanze del luogo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

I 10 musei più strani del mondo

Ognuno di noi, prima o poi, si è ritrovato a visitare un museo. Spesso si organizzano gite scolastiche con visite guidate nei musei, oppure quando andiamo in vacanza. Ce n'è per tutti i gusti, non esistono solo musei storici o specifici per appassionati...
Consigli di Viaggio

5 consigli per scegliere un luogo di vacanza adatto ai bambini

Organizzare una vacanza con i propri figli è una cosa tutt'altro che semplice e scontata, soprattutto se non si tengono a mente poche semplici regole che rendono il viaggio adatto anche ai più piccoli. Alcune possono essere abbastanza evidenti e quasi...
Asia

Le usanze più strane in Giappone

Il Giappone con la sua cultura millenaria fatta di mille tradizioni è conosciuto un po' da tutti anche per le sue strane usanze il più delle volte molto molto bizzarre; spesso per noi occidentali è molto difficile comprendere queste stranezze che però...
Europa

Come organizzare una vacanza alle Canarie

Le Canarie, un arcipelago di isole (di giurisdizione spagnola) al largo delle coste africane nell'Oceano Atlantico. Si tratta di sette isole maggiori e due minori, di origine vulcanica, da sempre sinonimo di paesaggi mozzafiato, relax e divertimento....
Asia

10 motivi per andare a vivere in Giappone

Al giorno d'oggi viaggiare è la passione di moltissime persone, ed anche trasferirsi in altri paesi per poter fare nuove esperienze è un'idea che attira moltissimi giovani. Il mondo è ricco di angoli meravigliosi che fanno quasi pensare non si trovino...
Italia

5 consigli per organizzare un viaggio alle Isole Eolie

Per godere di un paesaggio mozzafiato, di una natura incontaminata e di servizi efficienti e a buon prezzo, non c'è bisogno di volare per migliaia di chilometri: tante località italiane offrono tutto questo e molto altro, e tra queste spiccano di sicuro...
Asia

5 cose da vedere a Singapore

Se state pianificando le vostre prossime vacanze e non sapete cosa vedere a Singapore, una delle città più moderne e ricche del pianeta dove è possibile osservare grattacieli futuristici all'ordine del giorno, date un'occhiata alle 5 dritte che ho...
Asia

Mini guida di viaggio a Tokyo

Se si ha in mente di fare un viaggio, e si vuole visitare una città dalla cultura e tradizioni diverse, pur mantenendo una forte connessione con il mondo occidentale, non c'è niente di meglio di Tokio. Capitale dell'isola del Giappone, rappresenta una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.