I più bei castelli da visitare in Germania

di Domenica Magno tramite: O2O difficoltà: media

I castelli sono, da sempre, nell'immaginario di grandi e piccini. Nelle prime fiabe che ascoltiamo fin da bambini compaiono castelli governati da re e regine, e principesse che aspettano l'arrivo del loro principe azzurro. Se andate in Germania dovete assolutamente visitarne almeno uno. Questa guida comprende i più bei castelli da visitare in Germania.

1 Neuschwanstein Neuschwanstein è in assoluto il castello più bello della Germania. Nella baviera, i boschi che lo circondano rendono il luogo ancora più fiabesco. Ludwig II ordina la costruzione del castello nel 1869. Oggi è possibile guardarne non solo l'esterno, ma anche le bellissime sale arredate all'interno del castello. La sua bellezza colpisce anche Walt Disney che lo usa come modello per la favola della Bella Addormentata nel Bosco.

2 Castello di Pfalzgrafenstein e castello di Hohenzollern Il Castello di Pfalzgrafenstein si trova a Kaub, sulla valle del Reno. La particolarità di questa fortezza è che si trova in un'isola rocciosa in mezzo al fiume Reno. Durante un giro in barca nel fiume si rimane incantati dalla vista circostante. Nella zona è il castello che ha subito il minor numero di danni. Luigi IV di Baviera inizia la sua costruzione dalla torre, nel 1300. L'atmosfera rilassante che sprigiona uno dei castelli più belli in Germania è indimenticabile. Mentre il castello di Hohenzollern, a 855 metri d'altezza, sul Monte Hohenzollern, si trova vicino Stoccarda. Le sue origini risalgono, all'inizio dell'XI secolo, alla nobile famiglia prussiana degli Hohenzollern. Purtroppo, nel 1423 viene distrutto. Nell'800, il re Federico Guglielmo IV, decide di ricostruire la bellissima fortezza in stile neogotico.

Continua la lettura

3 Castello di Hohenschwangau Il castello di Hohenschwangau, costruito dai cavalieri di Schwangau, si trova in Baviera, vicino al confine con l'Austria.  Dal XII secolo, periodo della sua costruzione, cambia numerosi proprietari, fino a cadere in rovina perché viene abbandonato.  Approfondimento Come organizzare le vacanze in Germania (clicca qui) Nell'800, Massimiliano II, padre di Ludwig II, se ne appropria.  Riesce a restaurare perfettamente il castello e, così, diventa la residenza estiva della famiglia reale.  Il suo fascino lo rende un'attrazione irresistibile per i turisti.  Il castello di Eltz, considerato uno dei più bei castelli in Germania, appartiene alla stessa famiglia da 33 generazioni.  Per questo motivo, al suo interno, si trovano ancora gli arredi originali.  Per vederlo occorre andare a Wierschem, un piccolo paesino tedesco.  Le visite turistiche sono disponibili da marzo a novembre.  La costruzione medievale, nei secoli, non viene mai, per fortuna, attaccata e distrutta.

I castelli più belli della Germania La Germania è una terra nota per grandi castelli e maestose ... continua » Come esplorare i castelli nella Valle del Reno La Valle del Reno con i suoi numerosi castelli è una ... continua » Come organizzare le vacanze in Germania La Germania, uno dei più bei stati membri dell'Unione europea ... continua » Come visitare Burg Hohenzollern e Haigerloch Nella regione del Baden-Wurttemberg, in Germania, si possono visitare luoghi incantevoli ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Germania: vacanze economiche

Ad oggi, la Germania è una potenza europea fortissima anche a livello internazionale. Ha risentito solo in parte della forte crisi economica degli ultimi anni ... continua »

Guida ai Castelli della Loira

La Loira è una regione della Francia settentrionale, essa prende il nome dell'omonimo fiume che la attraversa. Questo territorio è storicamente famoso soprattutto per ... continua »

I castelli della Romania

È una terra così affascinante la Romania! Ricca di antiche tradizioni e di luoghi meravigliosi da visitare! Attraente per le sue bellezze naturali e storiche ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.