I principali templi della Thailandia

di Pa Pa tramite: O2O difficoltà: media

La Thailandia è una meta ambita da molti turisti. Ogni anno attira amanti della storia, delle tradizioni e del divertimento. Da qualche tempo, il turismo religioso è fonte di sostentamento. Lo Stato thailandese accoglie appassionati di arte e buddismo. Offre inoltre ai suoi numerosi visitatori ampio divertimento in magnifici resort e villaggi turistici. Tuttavia, la capitale Bangkok ed altre piccole città regalano intensi e significativi momenti spirituali. Il periodo ideale per visitare la città del sorriso ed i suoi monumenti sacri è novembre-febbraio. I templi sono una tappa obbligatoria. Pertanto nella seguente guida, vi suggeriremo i principali templi della Thailandia cui dedicare una visita.

1 Tempio del Buddha Un viaggio in Thailandia, riserva sempre ricche e piacevoli sorprese. Gli amanti della spiritualità e del buddismo troveranno un luogo ideale e pacifico. Sicuramente il volo atterrerà a Bangkok, capitale thailandese. Pertanto, ci si muoverà agevolmente in autobus o in treno. La città riserva un mare cristallino ed incontaminato. Inoltre, ospita meravigliosi templi secolari, ricchi di storia ed in perfette condizioni. Sono un tesoro molto ambito per gli amanti delle tradizioni religiose. Uno dei templi a cui dedicare una visita è quello del Buddha di smeraldo, che rappresenta la più importante statua dell'intera Thailandia. Al suo interno è, appunto, custodito il sacro Buddha.

2 Wat Arun Per alcuni, il turismo religioso in Thailandia diventa uno stile di vita. Per visitare i templi, bisogna conoscere alcune regole ed atteggiamenti per non offendere le personalià. Pertanto, partire sempre ben informati. Evitare quindi un abbigliamento troppo succinto, macchine fotografiche e le scarpe. Mai toccarsi la testa, parte corporale sacra, e mai sfiorare le statue del Buddha. Dedicate poi una visita al tempio dell'alba, Wat Arun, che costituisce uno dei templi maggiormente visitati grazie al bellissimo panorama che vi si presenta soprattutto sul finire della giornata.

Continua la lettura

3 Wat Phanan Choeng Il Wat Phanan Choeng è un tempio della Thailandia antichissimo.  Si trova ad Ayutthaya e venne restaurato secondo le vecchie direttive.  Approfondimento I luoghi più belli della Thailandia (clicca qui) Inoltre, possiede una grande statua del Buddha seduto.  Questo tempio è meta di molte visite annuali.  Il Doi Suthep si immerge nella giungla.  Per raggiungerlo si scalano ben 306 gradini.  In cambio, verrà restituita una vista mozzafiato.  È molto difficile da raggiungere e non sempre consigliato dagli operatori.  Il Phra Sing risale al 1345 e conserva un'antica immagine del Buddha.  È un punto cardine per il Capodanno Thailandese.

Le 10 migliori attrazioni di Bangkok Bangkok, conosciuta anche come Città degli Angeli, è una città piena ... continua » Thailandia: consigli di viaggio per la Thailandia Thailandia stato del sud-est asiatico ricco di monumenti e di cultura ... continua » Thailandia: consigli di viaggio per la Thailandia Thailandia stato del sud-est asiatico ricco di monumenti e di cultura ... continua » Thailandia: cosa visitare La Thailandia è una meta davvero imperdibile. Posta nel Sud-Est asiatico ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Thailandia: usi e costumi

Conoscere usi e costumi del posto che state per visitare vi aiuterà a non incappare in spiacevoli situazioni che potrebbero rovinare la serenità della vostra ... continua »

Come visitare la Thailandia

Dal mare cristallino alle foreste inesplorate, dagli alberghi di lusso alla vita notturna. Tutto ciò che si può desiderare da una vacanza lo potete trovare ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.