I ristoranti più bizzarri del mondo

di Domenica Magno tramite: O2O difficoltà: facile

Quando si parte per una vacanza, generalmente si va alla ricerca di nuove emozioni; si viaggia per vedere le terre lontane, per scoprire gli usi e i costumi, per ammirare i paesaggi e assaggiare le golosità locali. Esistono in tutto il mondo dei ristoranti che oltre a deliziare il palato, riescono ad impressionare per la loro "particolarità". Cosa c'è di meglio di assaggiare nuovi piatti locali? E se questi piatti locali vi vengono serviti in location strane? Questa guida è un manuale ai ristoranti più bizzarri del mondo. Preparatevi nel viaggio culinario più bizzarro che abbiate mai letto.

1 Per chi ama il mare: In viaggio a Dubai, non perdetevi "l’Hydropolis" un ristorante dall'atmosfera magica, costruito sul fondale marino; potrete assaporare una squisita cena, mentre le creature marine nuotano attorno a voi. È collegato con tunnel pressurizzati. Anche in Israele, potrete mangiare in un ristorante sott'acqua. Al "Red Sea Star" tutto l’arredamento richiama l’ambiente marino, ad esempio i tavoli e le sedie sono a forma di corallo e di medusa; in più grazie alle vetrate è possibile osservare i pesci che nuotano. È collegato con tunnel pressurizzati. Negli Stati Uniti, Florida, troverete un ristorante sottomarino un po’ particolare; si può raggiungere questo locale solo se dotati di pinne e bombola. Il "Jules Undersea Lodge" si trova a Key Largo ed è riservato ai veri appassionati di subacquea.

2 In California potete mangiare al "uWink Bistro"; in questo ristorante sui tavoli sono istallati dei computer attraverso i quali i clienti possono sfogliare il menù, ordinare e pagare. Se nel caso ci si trova nelle Filippine, si può cenare al "Labassin Waterfall Restaurant" un ristorante ai piedi della cascata Labasin. Se ci si trova in Thailandia potete visitare il "Treepod Dining", caratteristico nido simile a quello costruito dagli uccelli. Potrete gustare deliziose colazioni, pranzi e cena per un massimo di 4 persone a volta.

Continua la lettura

3 Per chi ama il freddo: Se vi trovate a Stoccolma dovete andare"al Icebar" un locale interamente di ghiaccio.  È aperto tutto l’anno ed ha una temperatura di -5 gradi.  Approfondimento I 10 ristoranti più costosi del mondo (clicca qui) Ogni cosa è fatta di ghiaccio così per ripararsi dal freddo durante la cena, è possibile scaldarsi con le coperte che ricoprono le sedute.  Anche a Roma è possibile bere un drink al "Ice Club", un bar interamente di ghiaccio; sono costruiti con il ghiaccio il pavimento, le pareti, i bicchieri, i divani, insomma tutto! Temperatura interna -5 gradi.

4 Per chi vuole ristoranti a tema: A Bangalore, in India c’è il bar "Nasa"; qui potrete ordinare un caffè o un panino e sarete serviti da baristi in tuta spaziale. Vi sembrerà di vivere un’avventura nello spazio grazie agli arredamenti a tema e alle luci laser. Per gli amanti della cucina libanese. Nelle Filippine, a Manila, potrete mangiare nella "Casa degli Hobbit". In questo ristorante, oltre all'arredamento a misura di hobbit, anche tutto il personale è affetto da nanismo e il locale è sconsigliato alle persone troppo alte. Se il vostro viaggio vi porta in Svizzera non potete assolutamente perdere il "Giger" bar per mangiare un panino o bere un cappuccio; vi sembrerà di essere sul set di Alien! Questo bar assomiglia ad un astronave e al suo interno tutto l’arredamento segue il tema della fantascienza.
In Toscana, a Volterra in provincia di Pisa è possibile cenare in un carcere: la "Casa di reclusione di Volterra" dove vengono servite le Cene galeotte. Sono gli stessi detenuti a preparare la cena e il ricavato è devoluto in beneficenza. Se ci si trova nella magnifica Firenze non si può non visitare "L’è maiala". Un ristorante molto carino dove non si paga in contanti, ma con baratti ad esempio con oggetti o merci varie. Nella Milano odierna, potrete gustare un buonissimo piatto tipico milanese a bordo dell' "ATMosfera Milano", un ristorante mobile sopra a un tram.

5 Per chi ama la natura: Se il vostro viaggio vi porta in Nuova Zelanda, dovete andare a vedere il "Yellow Tree House"; si tratta di un ristorante costruito attorno al tronco di una sequoia a 12 metri di altezza. Immersi nella natura potrete gustare l’hangi, un tipico piatto locale, un misto di pesce, carne e verdure cotte al forno. In sud Africa, nella provincia di Limpopo, possiamo mangiare al "Sunland Big Baobab" un bar costruito all'interno di un baobab alto 22 metri e con una circonferenza di 47 metri.

I migliori ristoranti di Budapest Viaggiare è l'attività più bella e divertente che si possa ... continua » Guida ai ristoranti di Milano Milano è una delle città più belle d'Italia, e vale ... continua » I migliori ristoranti di Matera La città italiana di Matera, in Basilicata, è una città antichissima ... continua » Dove portare a cena una ragazza a Napoli Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà, andremo a parlare ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come divertirsi a New York

New York è una metropoli in continuo fermento, la città del divertimento per eccellenza. Locali, discoteche, eventi, feste, manifestazioni culturali: la Grande Mela offre davvero ... continua »

Dove e cosa mangiare a Vancouver

Una stupenda città sulla costa atlantica del Canada, Vancouver offre una scelta piuttosto ampia di luoghi dove poter mangiare. Sorprendentemente, considerati gli stereotipi sulla cucina ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.