Itinerari: la Turchia in 10 giorni

di Ilaria Fancellu tramite: O2O difficoltà: media

Itinerari: la Turchia in 10 giorni. La Turchia è uno stato vastissimo che comprende la zona orientale della Tracia e la penisola dell'Anatolia, confina a Nord-Ovest con la Grecia e la Bulgaria, a Nord-Est con la Georgia, a Est con Armenia, Iran e Azerbaigian, a Sud-Est con l'Iraq e infine a sud con la Siria. Il modo più semplice e rapido per raggiungere suolo turco è senza dubbio quello di volare: dall'Italia, ad esempio, partono aeri sia con l'Alitalia che con la Turkish Airlines che arrivano a Istanbul (all'aeroporto internazionale Ataturk Havalimani). Da qui sono disponibili numerose coincidenze per le città principali della Turchia, anche grazie alle offerte di diversi tour operator.

1 E quindi... Cosa visitare in 10 giorni in Turchia? Partiamo da Istanbul e le sue meravigliose ricche, lussuose, eppure colma di diversità interna capaci di renderla assolutamente unica nel suo genere. Impossibile perdere la visita ai monumenti più importanti: le Tombe di Aya Sofya, ad esempio, una struttura a ingresso libero che custodisce le salme di cinque sultani. O ancora la Kucuk Aya Sofya Camii, una moschea costruita nel VI secolo d. C. Con uno stile prettamente bizantino.

2 Il viaggio può proseguire fino a Cappadocia: regione storica dell'Anatolia, famosa per il suo panorama mozzafiato intagliato nella lunga zona rocciosa. Numerosi sono gli affreschi presenti nelle chiesette rupestri, risalenti sempre al periodo bizantino, così come le città sotterranea scavate nella terra. In questa particolare località, potrete godere di ottimi vicini e cucina, potrete affrontare lunghi e panoramici tratti in treno o voli in mongolfiera.

Continua la lettura

3 Si consiglia anche una delle tappe più importanti: Efeso.  Si tratta del famosissimo sito archeologico turco, senza dubbio quello conservato nel migliore dei modi nell'intera zona del Mediterraneo.  Approfondimento Capodanno a Istanbul: cosa fare e vedere (clicca qui) Bisogna letteralmente perdersi lungo la Via dei Cureti, ammirare le bellezze dell'arte greca e delle strutture romane, e soprattutto visitare le case a terrazza, colme di affreschi e mosaici.  Per i più avventurieri, esiste anche la possibilità di affrontare la Via Licia: noto come uno dei più bei sentieri del mondo intero, si snoda lungo un tracciato di 500 chilometri tenuto in perfette condizioni e ben segnalato.  Si estende tra Fethiye e Antalya, ovvero nella penisola di Teke, lungo una foresta di pini e cedri su cui si ergono catene montuose che arrivano a toccare anche i 3000 metri.  Ma non solo, percorrere la Via Licia significa anche attraversare villaggi, i resti di città antichissime (Xanthos, Olympos e molte altre).

Capodanno a Istanbul: cosa fare e vedere Le vacanze di Natale sono ormai alle porte, la nostra mente ... continua » I migliori itinerari dell'Anatolia Centrale Il vasto altopiano dell'Anatolia Centrale (in Asia Minore), interrotto da ... continua » Come pianificare un viaggio a Istanbul di tre giorni All'interno di questa breve guida, andremo a parlare delle Turchia ... continua » Come visitare Il Bagno Turco All'hammam Cemberlitas A Istanbul Tutti conoscono il bagno a vapore come il "Bagno Turco", un ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Itinerari: Australia

L'Australia è uno di quei paesi sviluppati che è stato colonizzato più recentemente e che gode di una buona prosperità economica. Questo fattore è ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.