Itinerari: Mantova e dintorni

di Verdiana Quattrocchi tramite: O2O difficoltà: media

Un tempo la città di Mantova era una capitale europea a tutti gli effetti, dove cultura e arte s'incontravano per dar vita ad una città dalla bellezza unica. Ancora oggi la città conserva queste antiche vestigia e camminando per le sue vie è possibile fare un vero e proprio tuffo nel passato. Vediamo allora di seguito alcuni possibili itinerari da seguire per visitare Mantova e dintorni.

1 Il cuore della città: il centro storico Uno dei possibili itinerari comincia dal cuore pulsante della città, ovvero dal centro storico. Iniziamo recandoci a Piazza delle Erbe che è il centro amministrativo di Mantova, dove hanno sede il Palazzo della Regione e il Palazzo del Podestà. Sempre su Piazza delle Erbe, sorge anche la rotonda di San Lorenzo, struttura circolare in chiaro stile romanico fatta edificare da Matilde di Canossa. Continuiamo a camminare per il centro di Mantova e ci ritroviamo al centro di Piazza Sordello non meno monumentale della precedente. Qui sorgono altri edifici che si ergono in tutta la loro maestosità proprio sulla Piazza, stiamo parlando del Palazzo Ducale e della Cattedrale di San Pietro.

2 I monumenti Un secondo itineriario prevede un giro turistico nei dintorni di Mantova. Dirigendoci verso il Lago, andiamo a far visita al Castello di San Giorgio e alla Camera del Sposi. In questo ambiente, possiamo ammirare gli affreschi di Andrea Mantegna. Una volta completata la visita a questo luogo, ci rechiamo a visitare un'altra tappa del nostro itinerario nella città di Mantova: Palazzo Te. Si tratta della più grande opera, presente all'interno della città, realizzata dal conclamato architetto Giulio Romano. All'interno del palazzo possiamo ammirare la grande stanza dedicata ad Amore e Psiche, oppure volgere lo sguardo al cielo e rimanere senza fiato davanti agli affreschi della Sala dei Giganti. Se vogliamo poi rilassarci per qualche istante e prepararci per l'ultima tappa del nostro itinerario nei dintorni di Mantova, possiamo accomodarci nel tranquillo giardino esterno.

Continua la lettura

3 Il viaggio in battello In un terzo itinerario per Mantova e dintorni, decidiamo di prendere il battello e vedere quindi la città da tutto un altro punto di vista.  Il battello solca pigramente le acque del Lago e quando i monumenti della città di Mantova sono ormai alle nostre spalle, davanti a noi si apre un paesaggio totalmente diverso e rilassante, stiamo navigando sulle acque del Mincio e più precisamente all'interno del Parco Naturale Approfondimento Il Palazzo Ducale di Mantova (clicca qui) Qui è la natura a dare spettacolo, attraverso i paesaggi ancora intatti dove cicogne e falchi pellegrini vivono e nidificano indisturbati.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Piazza delle erbe (Mantova) Itinerari: Comune di Mantova

Come visitare Mantova Mantova è detta la città dei tre laghi, ma in realtà ... continua » 10 cose da vedere a Mantova Mantova è stata dichiarata, nel 2008, patrimonio culturale dell'umanità Unesco ... continua » I posti più interessanti da vedere a Mantova Conoscenza di luoghi, città, ambienti di tutto il "mondo", dicono che ... continua » Come e cosa visitare a mantova Mantova è un'incantevole città che sorge sulle rive del fiume ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Itinerari: Siena

Nella splendida cornice naturale delle colline toscane e protetta dalle sue antiche mura, Siena è una delle città più affascinanti del nostro Paese, un vero ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.