L'antica Via Salaria

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Roma è una citta' ricca di storia, apprezzata dai turisti e dai romani stessi. Rappresenta ormai da secoli il fulcro e il centro della cultura mondiale, e come tale non puo' non essere che apprezzata, soprattutto per la vastissima quantita' di monumenti storici presenti. Ma oltre ai monumenti, la citta' conserva ancora alcuni tratti di vie importanti, come la via Flaminia, la via Tiberina e la via Salaria. L'ANTICA VIA SALARIA fa parte delle molte strade utilizzate dai Romani per collegare la città di Roma con le altre zone “nevralgiche” del territorio sottoposto alla loro dominazione. Il suo nome deriva direttamente dalla principale merce trasportata utilizzando questo tragitto: il sale. Questo minerale era utilizzato per molti scopi: offerte agli dei, lavorazione delle pelli (per abiti e finimenti), produzione di armi (era un additivo nella metallurgia) ma soprattutto come conservante per i cibi deteriorabili come la carne. L’importanza di questa strada appare evidente anche dal fatto che non prende il nome da chi l’ha voluta creare (questo accadde per altre famose vie romane come ad esempio la via Aurelia), dimostrando come fosse ben più antica degli stessi Romani. Vediamo quindi di approfondire la conoscenza di questa famosissima via romana.

24

La Salaria ai tempi dei Sabini

Già i Sabini, un antico popolo stabilitosi nell’Italia centrale alcuni secoli prima dell’avvento romano, utilizzavano la via Salaria per rifornirsi del sale proveniente dal mare Adriatico. Di sicuro i Romani assicurarono a questa via una solidità che le ha permesso di giungere praticamente inalterata (rispetto al suo percorso originario) fino ai nostri giorni. Questo popolo dava infatti grande importanza alle vie di comunicazione, rendendole facilmente percorribili da uomini, cavalli e carri. La costruzione di una strada era complessa, formata da più passaggi: scavo, riempimento con ghiaia, stabilizzazione, posa delle pietre. Ma soprattutto queste vie erano oggetto di continue manutenzioni che ne assicuravano la percorribilità.

34

Il percorso della Salaria

Attualmente il percorso principale della via Salaria segue il corso di una strada statale italiana, la SS4, che ancora oggi collega Roma con Ascoli Piceno. Interessante è ricordare che questa antica strada ha cambiato temporaneamente il suo nome in via Littoria durante il periodo fascista.
Oggi termina all’interno della capitale italiana col nome di Corso Italia.

Continua la lettura
44

Punto di partenza della Salaria

La via Salaria parte dall’odierna Ascoli Piceno e percorre due regioni italiane: Marche e Lazio. Attraversa gli Appennini presso il valico di Torrita, in cui possono essere visti antichi ruderi romani che mostrano la presenza di un antico posto di guardia. Questi avamposti servivano a dare “sicurezza” ai viaggiatori e offrivano un luogo in cui riposare per le personalità più illustri che vi transitavano. Tutte le città ed i paesi attraversati da questa via sono ovviamente di origine e costruzione sabina o romana, tra questi ricordiamo Amatrice, Cittàducale e Rieti. Qui è ancora possibile osservare i resti dell’antico ponte romano costruito sul fiume Velino. Il punto terminale era a Roma, presso la porta Salaria. Oltre a questo itinerario, anticamente questa si congiungeva, nei pressi della cittadina di Monteleone Sabino, ad un’altra strada romana - la via Cecilia - proveniente dall’odierna Giulianova. Questa seconda via passava anche dall’odierna L’Aquila.
La via Salaria rappresenta tutt'oggi una delle vie più importanti della citta', che mette in comunicazione moltissimi paesi e parti del territorio laziale. Conoscere la storia delle nostre strade potra' solo accrescere la nostra curiosita' la nostra voglia di vedere questi luoghi meravigliosi. Vi auguro quindi buona visione.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Come girare Roma in auto

Roma è la città più popolosa d'Italia e di conseguenza anche la più caotica, per questo motivo è consigliabile girarla a piedi o con i mezzi pubblici. Tuttavia, seguendo alcuni semplici suggerimenti, è possibile circolare agevolmente per le strade...
Europa

Come visitare la cittadina di Amatrice

Siete alla ricerca di una meta "alternativa" da visitare per una vacanza con il vostro partner o con i vostri amici, ma volete evitare le località turistiche troppo caotiche e movimentate, preferendo scoprire qualche località caratteristica e rilassante?...
Europa

Come visitare il parco nazionale dei monti Sibillini

Se sei un tipo amante del verde e della natura, se vorresti respirare un po' di aria pura, ti suggerisco di non perderti il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, sito tra Marche e Umbria, e in particolare il Piano grande di Castelluccio, il lago Pilato...
Italia

Guida ai più bei parchi di Roma

Nella capitale italiana immensi parchi, ville comunali e bei giardini si susseguono e concorrono a mitigare lo smog causato dal traffico, offrendo una valida alternativa ludica a chi non si allontana dalla città durante l'estate e, diventando un punto...
Italia

Roma e le sue catacombe

Roma offre numerosi itinerari culturali, tanto che la nuova tipologia di viaggio "mordi e fuggi", lunga appena un week end, sta penalizzando in qualche modo l'appeal turistico.Per quanti abbiano più tempo da spendere nella meravigliosa capitale, l'itinerario...
Europa

Come visitare Ascoli Piceno

Ascoli Piceno è un comune di 56.000 abitanti che si trova a soli 28 km di distanza dal mare Adriatico. La città sorge su di un rilievo, nei pressi del quale scorre il fiume Tronto. Se ci si reca in centro, si possono ammirare innumerevoli bellezze tra...
Europa

Cosa visitare a Castel Trosino

Per gli amanti dei viaggi in Italia esistono bellissimi paesini e borghi che valgono veramente la pena di essere visitati. Per chi ama visitare le regioni centrali dell'Italia molto bella e affascinante sono le Marche, sia per le sue località di mare...
Europa

Come visitare i monumenti romani a Barcellona

Barcellona, una delle città più belle e antiche della Spagna. Meta ambita da numerosi turisti in ogni periodo dell'anno, offre numerosi punti di interesse da visitare e non solo locali per svagarsi. Barcellona, infatti, è di origine romana. L'epoca...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.