Le più strane abitudini alimentari al mondo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

All'inizio del terzo millennio, il pianeta terra si sta trasformando in un unico villaggio globale; grazie ai sempre più numerosi scambi commerciali, all'aumentare dei viaggi e delle migrazioni, le varie etnie, imparano a convivere e a portare con se le loro culture e abitudini. Il tipico esempio è l'expo 2015 di Milano, dove abbiamo potuto indagare i modi di cucinare dei vari paesi mondiali. In questa guida analizziamo alcune delle più strane abitudini alimentari, sparse per il mondo.

26

Le criadillas

Se andiamo in vacanza in Spagna, soprattutto nel periodo delle corride, i vari ristoranti o tavole calde, ci possono offrire un loro piatto tipico e tradizionale, ovvero le criadillas, meglio conosciute come i testicoli del toro; aldilà dell'aspetto estetico, questo piatto è una prelibatezza, soprattutto se degustato con le tipiche salse verdi o piccanti, della penisola iberica.

36

Cervello di scimmia

Nel film di Steven Spielberg, indiana jones, in una tipica festa del centro Africa, venivano servite delle teste di scimmia, con all'interno il cervello cotto; questo scenario ci può capitare davvero se ci rechiamo in Guinea, dove questo piatto tradizionale è un vero e proprio manicaretto, solitamente preparato per le feste organizzate nei vari villaggi.

Continua la lettura
46

Birra all'osso umano

Gli indi in un'etnia in Perù, preparano la birra utilizzando le ossa di un parente defunto, che poi berranno assieme in famiglia, per onorare lo sfortunato deceduto. Questa abitudine tramandata da secoli, aiuta ad accompagnare lo spirito nell'aldilà, per consentirgli di rimanere per sempre legato alla famiglia di discendenza. L'etnia in considerazione è una delle più antiche e precisamente quella dei Cocomo.

56

Gelatina di piedi di mucca

Se ci rechiamo in Polonia, possiamo assaporare questo incredibile piatto; viene preparato soprattutto in inverno, quando le temperature sono molto rigide, estraendo il grasso della vacca, mettendolo a bollire per alcune ore; durante la preparazione vengono aggiunte numerose spezie, rendendo questo piatto molto saporito. Infine viene lasciato raffreddare in frigorifero, per fargli raggiungere la giusta consistenza.

66

Grilli al curry

In Thailandia, i grilli verdi, sono serviti come aperitivi nei vari locali e tavole calde. Vengono cotti alla griglia, rendendoli croccanti, oppure preparati in forno, arricchiti di alcune spezie, tra cui il curry, che deve avere il sapore più intenso. Questo piatto è privo di grassi, adatto, quindi, se seguiamo una dieta proteica, stando attenti alla linea. Spesso le possiamo trovare anche nelle feste locali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Le 10 case più strane del mondo

Almeno una volta nella vita, tutti noi abbiamo sognato di vivere in un tappeto volante, proprio come "Alladin", oppure nella tana di "Alice nel Paese delle meraviglie", all'interno del castello di "Cenerentola" o nel regno libero di "Mulan". Però, le...
Oceania

Le usanze australiane che possono sembrarci strane

L'Australia, essendo un luogo colonizzato da varie specie di popolazioni principalmente asiatiche, ma anche provenienti da tutto il mondo, è una località dove è possibile trovare svariate stranezze che possono apparire agli occhi di chi non conosce...
Consigli di Viaggio

Le 10 tradizioni di Natale più strane nel mondo

Il Natale è una delle festività più celebrate a livello mondiale. Stati con diverse tradizioni culturali e religiose festeggiano la fine di dicembre e l'inizio di un nuovo anno con uniche e stravaganti usanze. In questa avrete la possibilità scoprire...
Asia

Le usanze più strane in Giappone

Il Giappone con la sua cultura millenaria fatta di mille tradizioni è conosciuto un po' da tutti anche per le sue strane usanze il più delle volte molto molto bizzarre; spesso per noi occidentali è molto difficile comprendere queste stranezze che però...
Asia

Le usanze più strane in India

La misteriosa ed affascinante India dai mille colori e profumi si presenta al Mondo con modi di fare e norme di comportamento molto particolari e soprattutto molto diverse dalle nostre. A volte sono difficili da comprendere ed accettare ma in fondo anche...
Consigli di Viaggio

Australia: guida ai migliori parchi nazionali

Visitare i migliori parchi nazionali australiani significa immergersi in una natura esotica e ricca di meraviglie, molte delle quali introvabili in qualunque altra parte del mondo. Kadaku, Flinders Chase, Purnululu, per citarne alcuni... I loro paesaggi...
Europa

Come visitare Harrogate

Lo Yorkshire, è una regione dell'Inghilterra posta a nord-est del paese. Trattasi di una zona costiera dove sarà possibile facilmente trovare scenari mozzafiato, che riescono ad incantare il turista fortunato. Una parte dello Yorkshire è arrivano fino...
Consigli di Viaggio

Le più belle grotte da visitare in Italia

Se avete intenzione di trascorrere una giornata diversa, spensierata e da ricordare, dovreste sicuramente andare a visitare una delle grotte presenti nel nostro paese. L'Italia, infatti, è famosa in tutto il mondo per il turismo speleologico. Ci sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.