Marocco: alcuni piatti tipici

di Alfredo Gorlini tramite: O2O difficoltà: media

Molti ritengono che la cucina marocchina, così come quella di molti altri paesi nordafricani, sia caratterizzata da pochi piatti e simili tra loro, soprattutto perché, per motivi religiosi, non è possibile impiegare la carne di maiale. In realtà, il Marocco ha molto da offrire a livello gastronomico, con piatti tipici che possono risultare estremamente gustosi anche per chi è restio ad allontanarsi dalla propria tradizione culinaria: infatti, la cucina marocchina presenta alcuni tratti comuni con quella di altri paesi mediterranei, Italia inclusa, diversificandone però per una componente araba che spinge ad utilizzare con maggiore presenza spezie e aromi vari.

1 Alimenti della cucina marocchina La cucina marocchina ha subito l'influsso di quella araba, mediterranea, moresca e berbera. È una cucina che fa largo uso di spezie quali cannella, semi di anice, semi di sesamo, pepe nero, paprika, coriandolo e zafferano. Sono, altresì, molto usati i frutti mediterranei. La carne prevalentemente consumata è quella di pollo e di agnello, come avviene nel classico couscous. Il maiale non viene mai mangiato, per motivi religiosi. La bevanda per eccellenza del Marocco è il tè verde alla menta, e realizzarne uno buono rappresenta una sorta di opera d'arte. Il tè viene spesso servito in teiere molto particolari, considerate delle forme d'arte. In Marocco anche la verdura ha la sua importanza, e vengono preparate delle gustose insalate, tra cui citiamo la taktouka, a base di pomodori, peperoni verdi, aglio e spezie. Il cibo viene consumato senza l'ausilio di posate ma tramite le semplici mani, avvalendosi del pane come un vero e proprio strumento. Anche i prodotti della pesca sono sempre più consumati.

2 Dolci della cucina marocchina Nella cucina marocchina non mancano i dolci, alcuni prettamente tipici dell'area africana, come il cocco in caramello, altri simili ai dessert del Sud Italia, realizzati con pasta di mandorle e zucchero (proprio come avviene, ad esempio, in Sicilia). Inoltre, esiste una particolare pasta fritta, immersa nel miele, che merita di essere assaggiata. Di solito, alla fine di ogni pasto viene servita frutta tipica di stagione, anziché i dolci. Per motivi religiosi, i marocchini di religione musulmana non possono consumare alcolici, e dunque questi sono assenti del tutto dalla loro cucina: non mancano però i i biscotti, come gli halwa shebakia, durante il periodo del Ramadam.

Continua la lettura

3 Street food in Marocco Fanno parte della tradizione del Marocco anche una specie di fast food di strada.  Questi particolari luoghi di ristorazione offrono colazioni, succhi di frutta e latticini.  Approfondimento 10 piatti da non perdere in Marocco (clicca qui) Il prodotto più venduto da questi locali all'aperto è un panino assolutamente da provare, chiamato bocadillo, la cui composizione varia in base alla zona del Marocco.  Generalmente, il bocadillo è una baguette riempita con insalata, carne o pesce, ed in rari casi viene inclusa anche una frittata.  Negli ultimi anni, inoltre, si sono diffuse molte catene di fast food americane.

Marocco: i luoghi da non perdere Il Marocco è uno stato della parte settentrionale dell'Africa: a ... continua » Marocco: i luoghi da non perdere Il Marocco è uno stato della parte settentrionale dell'Africa: a ... continua » 7 città da non perdere in Marocco Tra le mete turistiche sempre più in voga non si può ... continua » Marocco: le 5 spiagge più belle Il Marocco costituisce un'importante meta turistica, che richiama di anno ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Canada: alcuni piatti tipici

Il Canada è un Paese molto vasto, multietnico e di svariate tradizioni fuse in un grande territorio, questo si rispecchia totalmente nella sua cucina che ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.