Miti e leggende della Lombardia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Geograficamente strategica, culturalmente attiva, economicamente superlativa: stiamo parlando della Lombardia. Terra che prende il nome dall'invasione medievale da parte dei Longobardi, le vicende storiche di questa città sono antiche e piene di affascinante mistero tutt'oggi. Vi sono infatti, miti e leggende che valgono la pena di essere narrati, in quanto fatti curiosi e suggestivi. La scelta è molto ampia: si passa dalla nascita del tipico risotto alla milanese che nasconde una storia di gelosie cinquecentesche alla maledizione di Palazzo Marino dove le invasioni barbariche hanno lasciato il segno, dalle streghe di Sondrio ai fantasmi di Brescia. Nell'articolo infatti, ci concentreremo proprio su Milano, Sondrio e Brescia, in quanto punte di diamante della Lombardia in fatto di miti e leggende.

24

Storia di Milano

"Oh mia bela madunina" reciterebbe il famoso canto popolare riguardante il capoluogo Lombardo, ma Milano non è fatta solo di Duomo e locali alla moda: ricca di storia, con il suolo calpestato da condottieri e l'aria farcita di accento aperto, nasconde molto più di quello che si pensa. In particolare vi è una leggenda che è opportuno ricordare e riguarda la nascita del famoso risotto, come accennato nell'introduzione.

34

Leggende su Sondrio

Una delle leggende che invece riguarda Sondrio, attraversa il XV secolo ed è importante perché ha creato un vero e proprio meccanismo di diffusione anche nelle aree limitrofe: parliamo delle streghe. Attualmente dire strega equivale ad avere in testa l'immagine di una donna oggettivamente sgradevole e malvagia, ma in Lombardia, a quel tempo, non era così. Mogli e brave casalinghe di giorno, crudeli e spietate vendicatrici di notte, ecco come le vedevano. Questo mito è stato talmente forte da aver creato per ogni città, una strega di appartenenza. La creatività popolare si è sbizzarrita, dando vita così a attribuzioni provocatorie, tanto che ancora oggi, in molte città della Lombardia, si usa dire "Non fare la strega".

Continua la lettura
44

La cittadina tranquilla di Brescia

Brescia potrebbe sembrare una cittadina tranquilla e serena, talmente tanto da inquietare. Questa premessa non è una giustificazione del fatto che secondo una famosa leggenda, gli abitanti di Saviore dell'Adamello avrebbero visto dei fantasmi girare per le vie della città, ma può rendere l'idea di quanto la fantasia delle voci, quando corre in fretta, può creare dei miti pittoreschi sì, ma comunque ricchi di fascino. Questa leggenda prevede che i fantasmi abbiano del fuoco in cima ai polpastrelli, per farsi luce, perché in realtà rappresenterebbero l'ombra dei morti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Luoghi misteriosi da visitare in Lombardia

Forse non tutti sono al corrente che nel nostro Paese, come per il resto in tutto il mondo, sono presenti luoghi ancora oggi avvolti nel mistero. Costruzioni insolite, quadri con simboli strani, oggetti insoliti posizionati in luoghi ancora più insoliti....
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Lombardia

La Lombardia è una stupenda regione: oltre ad essere la più popolata d'Italia, è ricca di luoghi magnifici da vistare. Circa la metà del suo territorio è composto da pianura e sono presenti numerosi laghi nella regione. La Lombardia è anche ricca...
Consigli di Viaggio

I 5 laghi più suggestivi d'Europa

Limitarsi a indicare cinque laghi tra le migliaia presenti in Europa è impresa ardua. I laghi europei sono splendidi, attirano turisti da tutte le parti del mondo; alcuni di essi però sono più caratteristici di altri per una qualche particolarità:...
Consigli di Viaggio

Guida ai centri di benessere in Lombardia

Un tempo si chiamavano terme oppure stazioni termali e vi si recavano solo le persone che avevano problemi di salute. Oggi, invece, sono di gran moda i termini centri benessere, wellness & fitness, SPA, ma la sostanza non è cambiata: relax e salute allo...
Italia

Le migliori terme in Lombardia

In questa guida, vogliamo dare una mano ai nostri lettori a capire ed imparare quali possono essere le migliori terme nella regione Lombardia. Proprio così vogliamo aiutarli a rilassarsi un po', grazie all'aiuto concreto di questi luoghi, che oggi giorno,...
Italia

10 cose da fare in Lombardia

La Lombardia è una delle più grandi regioni italiane, il toponimo deriva dalla parola Longobardia, utilizzata nell’Esacrato d’Italia per indicare l’area del Paese che si trovava sotto il dominio della popolazione di origine germanica dei Longobardi....
Consigli di Viaggio

Grecia: i 5 siti archeologici più belli

La Grecia è uno dei luoghi più affascinanti della terra, non tanto per il suo paesaggio incontaminato e per il suo mare cristallino, quanto piuttosto per la sua storia e le sue tradizioni, i suoi monumenti e le sue leggende. I miti e le credenze greche...
Italia

Le migliori fattorie didattiche della Lombardia

La lombardia è una regione conosciuta soprattutto per le tante opportunità di lavoro che offre a persone di tutta Italia e dell'estero, grazie alle numerose aziende presenti sul territorio che abbracciano svariati settori. Ma oltre a tutto ciò, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.