Murales: meraviglie di Orgosolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Orgosolo è un piccolo paese che si trova in una delle regioni della Sardegna centrale, Barbagia di Ollolai, e che racchiude dentro di sé delle meraviglie non solo naturali (è infatti caratterizzato da paesaggi mozzafiato) ma anche umane. Tipici del paese di Orgosolo sono infatti i murales, ovvero dipinti che abbelliscono i muri delle case con lo scopo di rappresentare le problematiche della città, ma anche la storia della popolazione locale. Ecco una semplicissima guida sui murales: meraviglie di orgosolo.

25

SIgnificato

Ad esempio, ci sono murales che esprimono la contrarietà alla guerra, con citazioni di Gino Strada, Bertolt Brecht, Fabrizio De Andrè. Non mancano citazioni anche di Salvador Allende o versi di Pablo Neruda. La guerra è uno dei temi che trova maggiore spazio. E chi raffigurano? Cantautori o personaggi come Gandhi, Salvador Allende, Massimo Troisi in una scena de "Il postino", partigiani, Antonio Gramsci.
Non mancano immagini di persone che svolgono attività quotidiane: uomini a cavallo, donne con i figli in braccio, pastori e contadini.

35

Storia

Il muralismo degli orgosolesi rappresenta anche alcune scene che hanno scosso la comunità, come quella della morte di Don Graziano Muntoni, viceparroco ucciso nel 1998. Lo stile dei murales si rifà al cubismo di Picasso, ed infatti c'è un aperto omaggio al pittore con una scena de La Guernica. I colori sono vividi, vivaci, accesi. Spesso i disegni sono accompagnati da didascalie, citazioni, versi di poeti, frasi anche in dialetto locale. Esiste una piccola bibliografia che riguarda il fenomeno, di cui si può trovare menzione nel sito del comune, a questo link. Se volete avere una panoramica fotografica di questi fantastici disegni, scorrete le foto che trovate in questa gallery: ne resterete sicuramente affascinati.

Continua la lettura
45

Origini

Le origini di questa tradizione sono lontane: il primo murales è del 1969, e porta la firma di un gruppo di anarchici milanesi, che si firmarono Dioniso. A questa prima opera si aggiunse una del 1975, realizzata dal professore ed artista toscano Francesco Del Casino e dai suoi alunni della scuola media di Orgosolo. Il 90 % delle opere che potete ammirare a Orgosolo è suo. Ovviamente, questi dipinti (se ne contano 150) attirano moltissimi turisti oltre che artisti, che si divertono ad aggiungerne di nuovi: Pasquale Buesca e il suo gruppo culturale "Le Api", ad esempio. Cosa rappresentano questi murales? Raffigurano per lo più il modo di pensare della popolazione in merito a questioni economiche, sociali e politiche.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come pianificare una vacanza di 7 giorni in Messico

La maggior parte dei grandi siti archeologici di interesse turistico del Messico si trovano nel centro del paese, più o meno a est di Città del Messico. Questa guida ti aiuterà a pianificare un itinerario completo per scoprire, durante una vacanza...
Europa

Come visitare Diamante in Calabria

Diamante è un comune della calabria di circa 6000 abitanti situato in provincia di Cosenza, ed è considerata una delle località balneari più belle d'Italia sia per il mare cristallino che per i divertimenti che è in grado di offrire. Se dunque...
Italia

Come visitare Dozza

La storia di Dozza (Dòza in romagnolo) è stata condizionata fin dai tempi antichi dalla mancanza di acqua. Vi allude persino il suo stemma comunale, che raffigura un grifo che si sta abbeverando, vi allude. La maestosa rocca sforzesca domina il borgo...
Europa

Come visitare la Sardegna a piedi

La Sardegna, vanta un paesaggio variegato e ricco di storia. È una meta turistica di straordinaria bellezza culturale come architettonica. Ricca di sentieri immersi nel verde, si presta a magnifiche camminate. Ci sono centinaia di luoghi da visitare,...
Consigli di Viaggio

5 mete per un week-end di primavera

Dopo le rigide temperature invernali, il dolce tepore primaverile giunge a riscaldare le nostre giornate. Torna quindi a farsi vivo in noi il desiderio di lasciare le mura domestiche, alla ricerca di qualche bella località da visitare. Un week-end è...
Consigli di Viaggio

10 giorni in Messico: itinerario

Il Messico è una delle nazioni più visitate al mondo da milioni di turisti. Alcuni dei motivi che la rendono così “attraente” sono la sua grande varietà di paesaggi naturali, la presenza di antiche città coloniali che conservano ancora le loro...
Europa

Come visitare Plaza Mayor e dintorni a Madrid

Madrid è la capitale della Spagna e rappresenta sia l'arte che la cultura. Questo territorio spagnolo è ricca di monumenti, piazze, Chiese e palazzi dall'incredibile fascino. Camminando per Madrid, è possibile soffermarsi nella fantastica Plaza Mayor,...
Europa

Come visitare Campobello di Licata

Il viaggio è una delle esperienze più belle che si possano compiere, poiché solo visitando posti sempre differenti si possono conoscere tutte le varie bellezze e diversità presenti nel Modo come ad esempio monumenti, architetture, culture diverse,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.