Nairobi: cosa vedere

di Santina D'Agostino tramite: O2O difficoltà: media

L'Africa è una delle mete alternative più gettonate per un viaggio indimenticabile. Il continente, infatti, è ricco di posti meravigliosi, spesso poco conosciuti, caratterizzati da natura incontaminata, cultura cosmopolita, arte e movida. Se state pensando di organizzare una vacanza in una città africana, vi consigliamo Nairobi, la capitale del Kenya, la città più grande dell'Africa orientale. Nei passi della seguente guida scoprirete cosa vedere e cosa fare nei giorni di permanenza, da soli o con bambini a seguito.

1 Musei e Parchi Nairobi, grazie alle condizioni climatiche, può essere visitata in tutti i periodi dell'anno. Fra le principali attrazioni della città, oltre alle aree commerciali piene di boutique, un posto d'onore spetta al Museo Nazionale e agli Archivi Nazionali, ricchi di reperti archeologici risalenti all'epoca preistorica. Merita una visita Uhuru Park, Central Park ed il Parco Nazionale, poco distante dal centro urbano e facile da raggiungere. Qui, avrete il piacere di assistere a numerose specie animali, fra cui leoni, uccelli, gazzelle, gnu ed elefanti, liberi di muoversi tranquillamente. Prenotate anche un'escursione organizzata con visita allo Sheldrick Elephant Orphanage ed al Giraffe Center. In questi luoghi protetti vedrete i piccoli di elefanti e rinoceronti, e le rare giraffe allo stato brado. Un'avventura unica, soprattutto per i vostri bambini.

2 Mercati tipici Per conoscere più approfonditamente la cultura e la tradizione di questo luogo, non potete perdere il Festival di Musica Kenyota, riproposto annualmente con esibizioni dei migliori artisti del territorio. Grazie al festival potrete ascoltare musica africana live, e scoprire i tantissimi mercati all'aperto, come il mercato Masaai (luogo ideale per acquistare prodotti tipici dell'artigianato, fra cui tessuti molto particolari). In questa occasione, avrete modo di assaggiare la cucina del luogo, a base principalmente di latte di cocco, banane e riso.

Continua la lettura

3 Entroterra e costa Una volta visitata Nairobi, potete spostarvi dal centro e raggiungere la costa del Kenya.  Dal momento che il sistema ferroviario non è molto sviluppato, è opportuno prenotare per tempo il biglietto.  Approfondimento 5 motivi per intraprendere un viaggio in Kenya (clicca qui) Rischiereste, infatti, di rimanere in piedi.  In alternativa, potete affittare delle macchine 4X4, e avventurarvi verso l'entroterra per un entusiasmante safari verso le distese della savana.  Le mete più visitate sono il Masai Mara, le spiagge dell'isola Lamu ed il mare cristallino di Malindi.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Nairobi

10 cose da non perdere in Kenya Viaggiare è bellissimo, specialmente se si tratta di visitare luoghi altrettanto ... continua » I migliori safari in Africa I safari rappresentano il sogno di chi desidera andare in vacanza ... continua » Viaggio in Kenya: consigli utili Situato in Africa Orientale, il Kenya è uno stato confinante a ... continua » 5 cose da sapere prima di partire per il Kenya Il Kenya è uno stato situato in Africa Orientale, confinante a ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Etiopia: cosa vedere

L' Etiopia è uno dei paesi più interessanti di tutta l'Africa: la culla delle prime comunità di uomini primitivi e conservatrice della religione cristiana ... continua »

Le 10 cose da vedere a Londra

Londra, uno dei centri più importanti d'Europa, nonché una delle più famose città del mondo intero. Ha un'importante tradizione storica e culturale. Città ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.