Palestina: usanze e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Palestina include lo Stato di Israele e i territori Palestinesi. È una realtà diversa dall'Italia. Per capire le usanze e costumi bisogna vivere in quei posti. Come sappiamo, la Palestina fin dai tempi antichi è stata abitata da popolazioni di origine semitica, al cui ceppo appartengono gli Ebrei e gli Arabi. Tra queste due popolazioni ci sono molte affinità. In questa guida andremo a vedere realmente le usanze e i costumi della Palestina. Quindi, il tema è il seguente: Palestina: usanze e costumi. Addentriamoci in questa affascinante e nuova realtà. Seguite.

26

Possiamo iniziare dicendo che sia le palestinesi mussulmane sia le ebree indossano un velo, onde evitare che i capelli possono uscire fuori. Entrambe le donne devono coprire il proprio corpo fino alle caviglie con una tunica, spesso di colore blu o ricamate intorno al collo. La tunica a cosa serve realmente? Essa viene utilizzata come contenitore per trasportare merce e oggetti. Anche, gli uomini indossano la tunica. Uomini e donne indossano dei sandali solo quando escono di casa per fare qualche commissione. Per quanto riguarda i pasti, essi vengono consumati di fretta. Sono soliti consumare pane, olive e vino. Mentre i ragazzi e bambini bevono il latte. Il pasto più importante della giornata è la cena, consumato sui tappeti. Cosa mangiano di sera? Di solito si prepara una zuppa con ceci e lenticchie. Cosa totalmente diversa dalla nostra usanza è la seguente: Il pane veniva usato in sostituzione dei cucchiai e per mangiare non usano le posate ma le mani. La carne viene consumata solo durante le feste più importanti.

36

Per quanto riguarda l'educazione dei figli, i palestinesi educano i propri figli fin da piccoli ad amare Gesù e insegnano loro la cultura palestinese. Sia i bambini sia le bambine vengono educate dalla madre poi una volta cresciuti; la donna deve dedicarsi alle faccende domestiche come la madre mentre il maschio deve imparare l'attività del padre. La cosa fondamentale da sapere è che solo i maschi di 6 anni possono andare alla Sinagoga per imparare a leggere e scrivere. I giochi, si svolgono all'aperto sia per i bambini sia per le bambine.

Continua la lettura
46

Infine, possiamo concludere dicendo che i palestinesi dormono su delle stuoie che vengono arrotolate e riposte al mattino. Per quanto riguarda le culle, esse vengono appese per evitare che i serpenti e topi entrino dentro. I palestinesi sono soliti andare a dormire quando è buio e alzarsi all'alba. La cosa belle è che non esiste distinzione per classe sociale, tutti sono considerati uguali. Le usanze e i costumi della Palestina è una tradizione ricca e importante da sapere.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

America del Nord e Centrale

Guatemala: usanze e costumi

Se avete pensato di immergervi nelle bellezze antiche e misteriose delle terre dei Maya, oppure di interessarvi alle usanze ed ai costumi del Guatemala, allora siete capitati nel posto giusto. Questa guida, pertanto, fa al caso di coloro che hanno l'intenzione...
Africa

Camerun: usanze e costumi

Il Camerun è, dal punto di vista culturale, uno dei più importanti e variegati Paesi dell'Africa centrale. Nato ufficialmente nel 1961 dalla fusione delle colonie inglesi con quelle francesi, questo stato è un esempio di come le tradizioni delle popolazioni...
Asia

Yemen: usanze e costumi

Lo Yemen è uno Stato posto nella parte meridionale della penisola araba. All'interno del suo territorio, sono presenti pianure costiere, altipiani e deserti come il Rub’ al Khali. In tale contesto, si mescolano numerose tipologie di clima. Sulle coste,...
Asia

Azerbaigian: usanze e costumi

L'Azerbaigian è un paese montuoso situato alle pendici del Caucaso tra il mar Caspio, l’Armenia e la Georgia. Dopo le tante vicissitudini politiche è diventata una repubblica grazie al crollo dell'Unione Sovietica negli anni '90. La capitale di questo...
Asia

Bhutan: usanze e costumi

Una regione asiatica localizzata nella cartina Himalayana, il Bhutan confina a nord con la Cina e a sud con l'India. La capitale è Thimphu, situata nella regione centrale. Il nome completo di questo Stato è Regno del Bhutan. La popolazione è di circa...
Asia

Bahrain: usanze e costumi

Il Bahrain è un piccolo Stato asiatico, situato su un arcipelago di 33 isole, nell'insenatura formata dalla penisola del Qatar. La più grande delle isole è Bahrein con capitale Manama, ed è meta turistica molto gettonata per i suoi monumenti dall'architettura...
Asia

Malesia: usanze e costumi

Lo Stato è formato dalla Malesia Occidentale o Peninsulare, da quella Orientale e dalla Zona Federale di Kuala Lampur. La Malesia Occidentale confina con Singapore e la Thailandia mentre quella Orientale con il Brunei e l'Indonesia. Con quesa semplice...
Asia

Tagikistan: usanze e costumi

Tra i popoli più antichi al mondo, quello del Tagikistan occupa una delle prime posizioni ed anche le loro usanze rispecchiano tale antichità. Gli archeologi hanno datato i primi insediamenti nel territorio attribuendogli un'età di 15-20.000 anni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.