Polinesia: consigli sugli itinerari

di Nicolò Tricarico tramite: O2O difficoltà: media

Per riuscire ad organizzare un viaggio in maniera corretta è fondamentale cercare una serie di informazioni sulla meta da noi scelta come ad esempio quali sono i posti da visitare, dove soggiornare, come raggiungere la nostra destinazione, dove e cosa mangiare e molto altro ancora. Tutte queste informazioni potremo trovarle molto facilmente leggendo le tantissime guide pubblicate sul web da altri viaggiatori che hanno già visitato il posto di nostro interesse e che potranno fornirci tutte le informazioni necessarie per realizzare un programma di viaggio perfetto. In questo modo potremo goderci la nostra vacanza in maniera tranquilla, evitando problemi ed inutili perdite di tempo. Nei passi successivi, in particolare, vedremo alcuni utilissimi consigli sugli itinerari da seguire durante un viaggio in Polinesia.

Assicurati di avere a portata di mano: voglia di visitare posti nuovi

1 Informazioni generali Questa terra è costituita all'incirca da 1.000 isole racchiuse in un triangolo che ha come vertici la Nuova Zelanda, le isole Hawaii e l'isola di Pasqua. Le isole sono suddivise in cinque arcipelaghi: le Isole Australi, le Isole Gambier, le isole Tuamoto, le Isole della Società ed infine le Isole Marchesi. Le Isole Australi si trovano più a sud, proprio sotto al Tropico del Capricorno, sono quelle meno frequentate dai turisti perciò sono le isole in cui la cultura polinesiana ha ricevuto minor contaminazione dal mondo occidentale.

2 Le isole Gambier, le isole Tuamoto e Bora Bora All'estremità orientale della Polinesia, troviamo le Isole Gambier, questo arcipelago è perfetto per chi ama lo snorkeling e il diving, perché costituita esclusivamente da atolli. Questo arcipelago è, inoltre, molto famoso per le perle di Mangareva vista la coltura, molto praticata, delle ostriche. Se invece siamo amanti dei pesci e coralli, le isole Tuamoto fanno per noi, rinomate per le loro acque limpidissime e grandi lagune. Queste isole sono considerate dagli esperti tra i luoghi migliori per le immersioni. Bora Bora, invece, è decisamente la tappa obbligatoria della vacanza in Polinesia, la laguna dell'isola è semplicemente meravigliosa, un ricordo che porteremo con noi per il resto della vita.

Continua la lettura

3 Clima della Polinesia Il clima della Polinesia è tropicale ed è quindi soggetto a scarse escursioni termiche con temperature massime costanti sui 30 gradi, nelle zone equatoriali, e intorno ai 26 gradi, nelle zone del tropico del Capricorno.  Nel corso dell'anno si distinguono due stagioni, una calda e umida (da novembre a marzo) ed una più secca (da aprile ad ottobre).  Approfondimento Viaggio in Polinesia: Isole della Società (clicca qui) Il periodo migliore per visitarla dunque è il periodo secco quando le piogge sono meno frequenti e le temperature più gradevoli.  Poiché il viaggio per la Polinesia è piuttosto lungo, è consigliato un soggiorno minimo di 15 giorni, sia per il lungo viaggio, sia per le tante attività che si possono fare che per le bellezze da vedere.

Viaggio in Polinesia: Isole Cook Sognate un mare cristallino, una natura incontaminata e delle spiagge bianche ... continua » Le più belle spiagge della Polinesia Composta da una moltitudine di isole (da cui il nome), la ... continua » Come pianificare un viaggio nella Polinesia Francese La Polinesia Francese è costituita da un arcipelago abbracciato da acque ... continua » Come visitare Bora Bora Da sempre terra da sogno, Bora Bora è un'incantevole isola ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Cosa portarsi in Polinesia

Progettare al meglio un viaggio è certamente importante per godersi pienamente l'avventura. La pianificazione è tutto e può risparmiarci moltissimi grattacapi. Quando intendiamo visitare ... continua »

Tonga: cosa vedere

Il Regno di Tonga è uno stato insulare della Polinesia, situato nell'Oceano Pacifico ad Est rispetto all'Australia. Composto da 176 isole, solo 40 ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.