Turkmenistan: usanze e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Turkmenistan è uno stato ubicato in Asia centrale, il quale faceva parte dell'Unione Sovietica fino al 1991. È confinante con l'Iran, l'Afghanistan, l'Uzbekistan, il Kazakistan e l'Uzbekistan, affacciandosi sul mar Caspio. Ha come capitale Ashgabat, città di circa 600.000 abitanti. Ma la popolazione, in totale, è composta da circa 4.603.244 persone. Il suo clima è di tipo sub-tropicale e proprio per questa ragione, tre quarti del suo territorio sono desertici. In questo piccolo stato dell'Asia centrale, le usanze e costumi sono quasi tutte di origine rurale.

26

Lingua

Il Turkmenistan è terra dalle tradizioni antiche e nei tempi passati è stata oggetto di conquista da parte di grandi condottieri, come Alessandro Magno e Gengis Khan. La lingua ufficiale parlata dagli abitanti del Turkmenistan è il turkmeno, una lingua che ha molte similitudini con la lingua turca. La seconda lingua più diffusa nel paese è il Russo, altri idiomi sono utilizzati solo dal 7 % della popolazione.

36

Religione

La religione più praticata dai Turkmeni è l'Islam, la maggior parte di essi sono sunniti; circa l'89% dei Turkmeni è praticante di tale religione, il 9% di essi è invece Cristiano Ortodosso, mentre il restante 2% degli abitanti pratica altre religioni. La forma di governo attualmente vigente nel Turkmenistan è una repubblica presidenziale e sin dal 2 marzo 1992 questo paese fa parte nell'ONU.

Continua la lettura
46

Costumi

La maggior parte delle tradizioni di questa nazione si possono far ricondurre alla componente religiosa dell'islamismo sunnita. I costumi dei Turkmeni vengono utilizzati per rappresentare anche lo status sociale degli abitanti, per esempio le ragazze nubili portano le trecce ed una sciarpa blu. L'artigianato dei tappeti e dell'oreficeria sono tradizioni molto diffuse, ma è significativo anche ricordare l'allevamento dei cavalli e le tradizioni gastronomiche di vari piatti come il ''diorama'', composto da pane, da carne e da cipolla. In Turkmenistan troveremo inoltre l'akhal-teke, un cavallo dalle sfumature dorate, considerato come progenitore dei purosangue moderni. Un'altra specie animale caratteristica del paese è il dromedario: infatti è facilissimo vederli vagabondare con tutta calma per i villaggi, essendo questi animali un'altra storica tradizione per i Turkmeni; per il turista invece questo spettacolo è un motivo in più per visitare questo splendido posto. I pastori Turkmeni indossano tradizionalmente un cappello di lana di pecora ''nero'', mentre il loro vestito abituale è una tunica nera. L'usanza più diffusa e più particolare è bere il sangue dei ''capretti'', ovvero i piccoli delle capre. In Turkmenistan esistono molte feste e ricorrenze; ricordiamo in particolar modo che nel paese si festeggiano due capodanni: il primo ricorre nel giorno 1 del mese di gennaio, mentre il secondo è il capodanno ortodosso, che si festeggia il 14 gennaio. Ma una delle ricorrenze più importanti è quella dell'indipendenza sovietica, che si festeggia il 28 ottobre.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

Derweze, la porta dell'Inferno

Esistono dei luoghi dove nel passato sono accaduti dei fenomeni particolari. Questi, infatti, hanno lasciato dei segni evidenti e disastrosi. Non tutti sono a conoscenza dell'esistenza della cosiddetta porta dell'Inferno, in Turkmenistan. Si tratta di...
Asia

10 cose da vedere in Uzbekistan

Se non sei interessato al turismo di massa ma desideri visitare un luogo in cui natura e cultura sappiano offrirsi in modo silenzioso e tenace allora l'Uzbekistan è la meta ideale. Situato nel cuore dell'Asia centrale, sull'antica via della seta, dominato...
Asia

Uzbekistan: usanze e costumi

L'Uzbekistan è una repubblica dell'Asia interna la cui capitale è Taskent. La lingua ufficiale è l'uzbeco, ma anche il russo è molto parlato dalla popolazione, soprattutto come conseguenza delle relazioni con le altre etnie. La religione predominante...
Asia

Azerbaigian: usanze e costumi

L'Azerbaigian è un paese montuoso situato alle pendici del Caucaso tra il mar Caspio, l’Armenia e la Georgia. Dopo le tante vicissitudini politiche è diventata una repubblica grazie al crollo dell'Unione Sovietica negli anni '90. La capitale di questo...
Oceania

Micronesia: usanze e costumi

"Micronesia" è una parola che deriva dal greco e significa "piccole isole". La coniò l'esploratore francese d'Urville agli inizi del 1800. È una delle regioni che compongono l'Oceania, ed è un vero paradiso terrestre. È importante, se state pensando...
Europa

Estonia: usanze e costumi

L' Estonia con capitale Tallin è il più settentrionale dei paesi baltici ed è una terra splendida, ricca di storia e cultura in cui convivono pacificamente tradizioni vecchie e nuove. Nonostante i suoi abitanti sono ormai perfettamente integrati nella...
Asia

Malesia: usanze e costumi

Lo Stato è formato dalla Malesia Occidentale o Peninsulare, da quella Orientale e dalla Zona Federale di Kuala Lampur. La Malesia Occidentale confina con Singapore e la Thailandia mentre quella Orientale con il Brunei e l'Indonesia. Con quesa semplice...
Africa

Burkina Faso: usanze e costumi

Volgere lo sguardo alle usanze e ai costumi di una nazione africana quale quella del Burkina Faso significa veder schiudersi dinanzi ai propri occhi una società tanto lontana dai nostri standard occidentali quanto vicina ad un sentire comune di un vivere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.