Valencia: come organizzare una vacanza a Valencia

di C. J. tramite: O2O difficoltà: difficile

In questa guida ci occuperemo di dare alcuni consigli su come organizzare una vacanza a Valenzia, una delle città spagnola più amate dai turisti che accoglie ogni anno milioni di visitatori. La città offre innumerevoli risorse ed attrazioni, tutte da scoprire. Qualsiasi siano i vostri interessi e le vostre esigenze, Valencia saprà come soddisfarvi. Ecco quindi qualche consiglio utile per voi turisti (e non solo) sui passi da seguire per organizzare un'indimenticabile e piacevole vacanza nella capitale della Comunità Valenciana. Leggete la guida per saperne di più.

1 Valencia è una città dai mille volti, in grado di stupire e di affascinare con i suoi monumenti e la sua cultura. Il mezzo più comodo per raggiungere la città è senz'altro l'aereo grazie ai diversi collegamenti con le varie città italiane. L'aeroporto è a soli otto chilometri dalla città ed è possibile raggiungere il centro servendosi degli efficienti mezzi pubblici o ricorrendo a un taxi o a un'auto a noleggio.

2 Valencia è una delle città spagnole a maggior carattere culturale. Nell'organizzare un viaggio in città è d'obbligo pianificare una visita alla Città delle Arti e delle Scienze, la cui architettura disegnata da Calatrava rappresenta uno dei simboli inconfondibili della città di Valencia. All'interno della Città delle Arti e delle Scienze, cuore pulsante della cultura cittadina, trovano spazio una serie di risorse artistiche di immenso valore: oltre all'Oceanografico, il maggiore acquario europeo, una delle attrazioni più affascinanti della città, è possibile visitare il Palau de Las Arts Reina Sofia, il Museo delle Scienze Principe Felipe e il Ponte di Assut de l'Or.

Continua la lettura

3 Visitare Valencia vuol dire anche conoscere i più importanti monumenti che sorgono all'interno del centro storico come la Cattedrale (nella cui Porta degli Apostoli, ogni giovedì alle 12 si riunisce il "Tribunale delle Acque", un rito storico il cui valore culturale è riconosciuto anche dall'UNESCO), le Torri fortificate di Quart e Serrans e la Borsa della Seta e il Mercato centrale.

4 Un aspetto importante della cultura cittadina è rappresentato anche dalla tradizione gastronomica. Il piatto tipico cittadino, noto in tutto il mondo è la paella valenciana, che può essere gustato in quasi tutti i locali. A questo proposito, uno dei locali più accreditati in fatto di paella è la Riua. Oltre alla paella, la tradizione gastronomica valenciana è ricca di piatti di pesce, oltre alle classiche tapas che sono una costante nelle abitudini culinarie spagnole.

Le 10 cose da vedere a Valencia Valencia è una bellissima città di circa 800 mila abitanti. Fondata ... continua » Valencia: guida della città Se avete intenzione di fare una visita a Valencia è importante ... continua » Come visitare Valencia in 5 giorni Eccoci qui pronti a parlarvi di come poter visitare Valencia, in ... continua » Come e dove mangiare a Valencia In Spagna ci sono bellissime città di mare che vantano di ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come muoversi a Valencia

Se state organizzando una vacanza in Spagna, una tappa obbligata deve essere Valencia. Valencia è una delle città più importanti del Paese e possiede un ... continua »

I migliori hotel di Valencia

Giunta la stagione estiva, si iniziano a programmare le vacanze, in base alle proprie preferenze ed esigenze economiche. Una delle mete più ambite quando ci ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.