10 cose da sapere sull'assistenza sanitaria all'estero

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Tutti i viaggiatori che si recano all'estero, o per motivi lavorativi, o per una semplice vacanza o viaggio studio, devono sapere come comportarsi nel caso in cui sopraggiungesse una malattia o un infortunio. È utile quindi sapere preventivamente 10 cose da rispettare per una corretta assistenza sanitaria e, soprattutto, a chi rivolgersi quando si è colti da un malore. Prendiamo dunque in esame un cittadino italiano che viaggia all'estero, ed esaminiamo quali accortezze dovrebbe seguire prima di partire per un Paese europeo.

211

Scelta del Paese.

È di fondamentale importanza stabilire quale località visitare. Nel caso in cui si decida di viaggiare nell'Unione Europea per un soggiorno di breve durata, è opportuno sapere che il cittadino europeo può usufruire degli stessi servizi sanitari del Paese ospitante. È caldamente consigliato al viaggiatore di portare sempre con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM), la quale facilita le norme di procedura nei servizi offerti e regola le modalità di rimborso. Se, per vari motivi, il viaggiatore ne è sprovvisto, potrà comunque essere curato nel Paese estero, ma dovrà, al suo rientro, occuparsi del rimborso.

311

Richiesta della TEAM.

Come detto precedentemente, la TEAM (tessera europea di assicurazione malattia) può essere di aiuto a chiunque viaggi per brevi periodi. In alcuni casi è rilasciata con la tessera sanitaria nazionale, ma può capitare che il cittadino debba richiederla autonomamente. Deve recarsi, quindi, in un ente assicurativo, naturalmente prima della partenza. Non è richiesto alcun contributo in denaro, quindi è consigliabile diffidare dai siti internet che la offrono in cambio di una somma.

Continua la lettura
411

Come acquistare un farmaco in un Paese europeo.

È bene sapere che i farmaci possono non comportare una prescrizione dal medico, mentre per l'acquisto di altri medicinali non omeopatici è richiesta la presentazione di un certificato. In un Paese dell'Unione Europea, se il cittadino viaggiatore necessita di un farmaco, può semplicemente richiederlo in una farmacia. Tuttavia, se questo necessita appunto di una prescrizione del medico, il cittadino può richiedere una prescrizione transfrontaliera, rilasciata dal proprio medico curante e valida in tutti i Paesi dell'UE.

511

Come richiedere un rimborso di un farmaco.

Dopo aver acquistato una medicina con apposita prescrizione, il cittadino potrà, una volta giunto nel suo Paese, richiedere un rimborso, se ne ha diritto, secondo le norme vigenti. Il farmaco potrà avere un nome diverso, ma la spesa del rimborso sarà uguale a quella del proprio Stato.

611

Cure mediche all'estero.

Il viaggiatore può usufruire di cure mediche programmate seguendo le stesse condizioni e versando lo stesso importo che paga un cittadino residente nel Paese ospitante. Nel caso di sovraffollamenti, il medico di quel Paese può decidere di limitare gli appuntamenti. Perciò è consigliabile informarsi presso lo sportello nazionale per verificare le limitazioni cui si sarà sottoposti.

711

Come trovare un ospedale.

Prima della partenza, il cittadino può informarsi presso l'ente assicurativo locale, allo sportello nazionale del Paese in cui viaggia, o, più facilmente, cercando una struttura sanitaria una volta giunto a destinazione. Per i primi due casi, è opportuno rivolgersi se si necessita un'assicurazione preventiva; è inoltre consigliato informarsi su come funzionino le strutture ospedaliere all'estero.

811

Cure programmate. Ente assicurativo.

Per coprire le spese mediche all'estero ci si può rivolgere al proprio ente: prima di partire, il viaggiatore deve richiedere l'autorizzazione preventiva per ricevere l'assistenza medica nel Paese ospitante, e, una volta ricevuto il consenso, avrà un modulo S2 che gli garantirà le cure; l'ente coprirà le spese solo nel caso in cui si utilizzi un servizio pubblico; per quanto riguarda il rimborso, gli enti si organizzeranno tra loro per gestire le spese.

911

Cure programmate. Rimborso gestito autonomamente.

Il viaggiatore ha diritto ad un rimborso delle cure estere nel caso in cui debba necessariamente essere curato anche nel suo Paese. Il prezzo del rimborso sarà pari all'importo delle stesse cure applicate nel suo Stato. L'ente non potrà respingere la richiesta di cure se le cure a cui ha diritto il paziente non possano essere applicate nella sua Nazione ma seguano le norme di un'assicurazione sanitaria obbligatoria o ancora se non può ricevere assistenza nel suo Paese in breve durata.

1011

Sportelli per cure programmate

Lo sportello nazionale è utile poiché fornisce importanti informazioni sugli sportelli all'estero. Può stabilire, ad esempio, i diritti al rimborso (totali o parziali che siano), le cure che lo implicano con i relativi costi, l'autorizzazione preventiva (se questa è necessaria o meno), ma, soprattutto, si impegna a difendere il cittadino consigliando come agire nel caso in cui non si rispettino i suoi diritti alle cure.

1111

Operatori sanitari

Oltre agli sportelli sopracitati, il cittadino può chiedere informazioni presso gli operatori: essi potranno consigliare una cura adeguata con la relativa prassi da seguire, offriranno una fattura trasparente con allegati i costi del servizio, daranno chiarimenti circa le tipologie di assicurazione vigenti (di responsabilità civile o equivalente), ma sta al viaggiatore scegliere quali opzioni saranno più convenienti per il suo budget, essendo comunque agevolato nei costi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come fare se ci si ammala durante un viaggio all'estero

Lo stile di vita che conduciamo ci porta, sempre più spesso, a viaggiare sia per vacanza, sia per lavoro. Una malattia o un incidente può capitare quando meno ce lo aspettiamo; per questo è bene sapere cosa fare prima di partire e come muoversi per...
Consigli di Viaggio

Come organizzare un viaggio all'estero

Se abbiamo intenzione di organizzare una viaggio all'estero, è estremamente importante sapere alcune importanti cose come ad esempio se è richiesto il visto, un vaccino oppure informarci sul clima. In base a tutto ciò e a tanto altro, ecco dunque...
Consigli di Viaggio

Come farsi rimborsare le spese mediche effettuate all'estero

Può capitare trovandovi all'estero, che siate costretti a ricorrere ad una prestazione medica oppure semplicemente ad acquistare dei farmaci. Situazione non certo auspicabile, ma se ciò dovesse accadere, è utile sapere che le spese effettuate possono...
Consigli di Viaggio

5 cose da fare prima di andare a vivere all'estero

Oggi giorno si sentono sempre più persone che pensano o prendono la decisione di voler andar a vivere all'estero, per vari motivi, tra cui la ricerca di un lavoro o di un posto migliore in cui vivere.Ma non basta aver preparato la valigia e aver comprato...
Consigli di Viaggio

10 consigli per vivere all'estero

Quando si cerca un nuovo lavoro in una nuova città, si perdono totalmente le proprie abitudini ed è necessario abituarsi alle nuove tradizioni, adattandosi poco per volta ad un posto nuovo e diverso dal proprio. Vivere all'estero o in un paese diverso...
Consigli di Viaggio

10 frasi in inglese per sopravvivere all'estero

Quando si parte per un viaggio all'estero e non si conosce la lingua del paese che si visita è possibile che ci si trovi di fronte a molte difficoltà per superare le ovvie barriere linguistiche. Molto spesso può capitare che per qualsiasi informazione...
Consigli di Viaggio

10 consigli per trasferirsi all'estero

Trasferirsi all'estero è ormai una condizione abbastanza comune per molti giovani: con entusiasmo o a malincuore, tanti lasciano il loro paese di origine in cerca di lavoro o di maggiore fortuna, ma per certi versi questo grande passo può ancora spaventare....
Consigli di Viaggio

Cosa fare in caso di smarrimento di documenti all'estero

I documenti di riconoscimento sono importantissimi ed è obbligatorio averli sempre con sè. Se dovessero fermarvi per strada delle autorità, voi siete obbligati a fornire i documenti. In caso contrario verrete portati in caserma per il riconoscimento....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.