10 errori da evitare quando si mangia all'estero

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Oggi giorno viaggiare è uno degli hobby preferito da molte persone. È consuetudine ormai quando si può, fare una piccola fuga dalla città o addirittura per i più fortunati, intraprendere un vero viaggio, una pausa relax dalla routine quotidiana. In un viaggio oltre a scoprire posti nuovi, tutti portiamo con noi i nostri fabbisogni quotidiani, primo fra tutti è il doversi nutrire. Ci sono i più intraprendenti che si cimentano subito nell'assaggiare le specialità culinarie locali e ci sono quei conservatori che vanno alla ricerca dei loro cibi tradizionali anche all'estero. In entrambi i casi ci sono però delle piccole attenzioni alle quali uno deve tener conto per non incombere in spiacevoli avvenimenti. Proviamo a vedere 10 errori da evitare quando si mangia all'estero.

211

Non soffermarsi solo sull'aspetto estetico di un locale.

Eh già, spesso capita a tutti di essere attratti da un posto in cui mangiare semplicemente guardando l'estetica del luogi, ma bisogna imparare a non fermarsi solo davanti a ciò. Sì perché spesso un posto ben arredato, una rifinitura di un tovagliato o un bicchiere particolare non sono sinonimo di buon cibo, anzi nella maggior parte dei casi "il bello" può essere ostentato per nascondere le scarse qualità del cibo.

311

Non andare in un posto dove si mangia e la pulizia scarseggia.

Sarebbe di buona consuetudine, quando ci si reca in posto per cibarsi, di fare attenzione al grado di pulizia. Mangiare dove di per se scarseggia l'igiene potrebbe portare problemi a chi usufruisce del servizio e magari rischiare di passare il resto del viaggio in camera dolorante.

Continua la lettura
411

Non mischiare troppi cibi.

Altro errore da evitare quando si viaggia è quello di mischiare troppi cibi diversi a cui magari il nostro organismo non è abituato. Questo potrebbe portare dei veri e propri scompensi intestinali e costringerci a dover avere sempre a portata di mano un WC.

511

Fare attenzione che i cibi non siano cucinati con acqua dei rubinetti.

Bisognerebbe sempre fare attenzione, soprattutto in alcuni paesi più che in altri, che i cibi non siano cucinati con l'acqua dei rubinetti. Questo errore potrebbe, in posti soprattutto dove scarseggia l'igiene, portare a contrarre svariati batteri che potrebbero danneggiare la nostra condizione fisica.

611

Non assaggiare la cucina tradizionale se il nostro stomaco è delicato.

Per i più fragili di stomaco occorrerebbe non cimentarsi subito nell'assaggiare specialità locali soprattutto se queste ultime sono ricche di ingredienti che non si conoscono. Spesso ci si potrebbe ritrovare invasi di spezie e sapori forti non affini ai nostri palati.

711

Non mangiare cibi solo perché sono sponsorizzati.

Sarebbe di buona consuetudine in un viaggio, non scegliere di mangiare qualcosa semplicemente perché si è letto o sentito in giro che è buono, ma bisogna tener presente altre caratteristiche come, conoscere gli ingredienti che lo compongono, i quali potrebbero non piacere.

811

Non mangiare un qualcosa di cui non si conoscono i componenti.

Sempre maggiori, sono le persone che oggi hanno intolleranze o vere e proprie allergie alimentari. Proprio per questo motivo bisogna conoscere e leggere le sostanze che sono contenute in una pietanza che abbiamo scelto di mangiare per evitare poi di dover aver bisogno di cure adeguate.

911

Non magiare in posto dove chi vi prepara il cibo non rispettare le condizioni igieniche sanitarie.

Altro elemento da guardare, prima di prendere qualcosa da mangiare, soprattutto quando chi lo cucina è a vista, è il suo aspetto. Bisogna notare se le mani con cui tocca i cibi siano pulite e se indossa gli accessori dovuti al minimo delle condizione igienico sanitarie giuste, come la cuffia per i capelli e i guanti.

1011

Non mangiare cibi che sembrino cucinati da ore.

Spesso in un viaggio capita di non consumare un pasto completo ma piuttosto di cibarsi di cose al volo come panini, pizzette o tramezzini. In questi casi quello a cui bisogna fare attenzione è a non comprare cibi preparati da ore o addirittura giorni e messi magari al banco, perché gli alimenti dopo un periodo di tempo che sono stati cucinati iniziano a generare acidi e carica batteriologica.

1111

Non mangiare in modo veloce.

Capita a chiunque in un viaggio, di mangiare in modo veloce solo per poter magari continuare un tour iniziato o spostarsi dall'altra parte della città per continuare il proprio iter. Questa è una cosa sbagliata perché i pasti, anche in un viaggio frenetico, hanno la loro importanza e richiedono il giusto tempo a loro dedicato, in modo da poter fornire l'equa energia di cui il nostro corpo ha bisogno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

10 consigli per vivere all'estero

Quando si cerca un nuovo lavoro in una nuova città, si perdono totalmente le proprie abitudini ed è necessario abituarsi alle nuove tradizioni, adattandosi poco per volta ad un posto nuovo e diverso dal proprio. Vivere all'estero o in un paese diverso...
Consigli di Viaggio

Come fare in caso di cure all'estero

Se avete la necessità di recarvi all'estero per motivi di piacere o di studio è sempre bene essere preparati ai casi di emergenza. Infatti, è possibile che durante una vacanza o un breve soggiorno si abbia necessità di cure mediche. In questo caso...
Consigli di Viaggio

10 cose da non fare quando si viaggia all'estero

Se è vostro desiderio vivere per qualche tempo all'estero o programmare una vacanza in un Paese esotico, lontano dalle abitudini quotidiane, e non avete mai vissuto tale esperienza, non preoccupatevi solo di costruire un piacevole itinerario, ma anche...
Consigli di Viaggio

Come e perchè partire per un anno all'estero

Oggigiorno sono sempre più le persone che decidono di lasciare il proprio paese d'origine per trasferirsi all'estero. Ma perché andare via? Tante sono le motivazioni per cui vale la pena partire: dall'apprendere una nuova lingua al maturare attraverso...
Consigli di Viaggio

5 buoni motivi per andare a vivere all'estero

Vi siete mai chiesti come vivreste all'estero? Dove vi piacerebbe abitare? Cosa vi spingerebbe a spostare la vostra casa, ad allontanarvi dalla vostra famiglia e dai vostri amici? Si sa che a volte non si ha scelta e il lavoro costringe a spostarsi, ma...
Consigli di Viaggio

10 consigli per trasferirsi all'estero

Trasferirsi all'estero è ormai una condizione abbastanza comune per molti giovani: con entusiasmo o a malincuore, tanti lasciano il loro paese di origine in cerca di lavoro o di maggiore fortuna, ma per certi versi questo grande passo può ancora spaventare....
Consigli di Viaggio

Come farsi rimborsare le spese mediche effettuate all'estero

Può capitare trovandovi all'estero, che siate costretti a ricorrere ad una prestazione medica oppure semplicemente ad acquistare dei farmaci. Situazione non certo auspicabile, ma se ciò dovesse accadere, è utile sapere che le spese effettuate possono...
Consigli di Viaggio

Come andare all'estero in auto

Una passione di tanti è viaggiare, senza ombra di dubbio c'è chi decide di muoversi con dei mezzi come l'aereo, chi con il treno, chi con la nave e chi invece preferisce impiegare più tempo, ma godersi un viaggio in automobile! Ma ricordatevi che se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.