10 luoghi segreti di Venezia

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Venezia ha un potere sovrannaturale: chiunque arrivi è sotto incantesimo, affascinato dai monumenti, strade, o meglio, canali, ponti e piccoli negozi caratteristici. Ma non è solo la grandiosità di ciò che tutti conoscono a renderla così unica. Venezia ha altrettanti luoghi segreti che vale assolutamente la pena visitare. Eccone 10:.

212

Libreria Acqua Alta

Situata vicino la Chiesa di Santa Maria Formosa è sicura dalle folle di turisti. Il proprietario di questa libreria, considerata fra le più belle del mondo, è un uomo di nome Luigi. Ciò che caratterizza questo posticino, non solo soltanto le migliaia di libri sparsi tra un divanetto e l'altro, ma anche una scala costituita da libri riciclati, percorribile affinché si possa ammirare il panorama veneziano. Per gli amanti della lettura, questo è il posto giusto. La libreria è aperta sette giorni su sette, dalle ore 9.00 alle ore 20.00.

312

Una testa d'oro misteriosa

"Alla testa d'oro" è l'insegna caratteristica di questa spezieria, situata nella parte di San Bartolomeo, sul ponte di Rialto. Non si conosce bene la storia della scultura: forse l'uomo rappresentato è un antico proprietario, che indossa una corona d'alloro. Vi è inoltre un'altra scritta, "Theriaca d'Andromaco" quasi cancellata, ovvero un antico rimedio in grado di guarire, secondo le credenze settecentesche, qualsiasi malattia. Questo antidoto, preparato con erbe medicinali e un tipo di veleno di vipera, era unico ed esportato in tutta Europa.

Continua la lettura
412

Le corti nascoste

Adatte a tutti coloro che hanno voglia di evadere, ancora una volta, dalla confusione giornaliera delle zone più conosciute. Ce ne sono di molte, come ad esempio la corte Morosina, affiancata alla corte del Milion, proprio alla fine del Canal Grande. In quest'ultima vi abitava la famiglia di Marco Polo. O ancora, la corte Remer, sempre in zona, dove è possibile ammirare, archi, scalinate e perfino un pozzo trecenteschi.

512

Il sotoportego Zurlin

Questo sotoportego è il più basso di Venezia. Permette di raggiungere la corte Zurlin, situata nel Campo Ruga. La leggenda narra che in una notte d'inverno, un dottore stava ritornando a casa sotto la pioggia battente, stanco dalla sua giornata di lavoro. Passando di qui, udì la voce di una donna che, avvolta dal suo scialle nero, lo rincorse, dicendogli che aveva bisogno di cure per la madre ammalata. Lo portò da lei, e non appena la vide, riconobbe il suo volto: era la sua vecchia nutrice. Dopo le giuste cure, il medico vide che la ragazza era sparita. Chiese alla nutrice di ringraziarla non appena fosse tornata, ma lei rispose che purtroppo, sua figlia era morta il mese prima.

612

Il ghetto

il ghetto, dal veneziano ghèto (isola su cui vennero confinati gli ebrei) è il più antico d'Europa. Diviso in Nuovo e Vecchio, è in grado di trasportare chiunque in un'altra dimensione. Qui sono presenti numerose sinagoghe, nonché ristoranti e negozi tipici della cultura ebraica.

712

Il palazzo maledetto

Fu commissionato a Pietro Lombardo da parte del Segretario del Senato della Repubblica di Venezia Giovanni Dario. Ma perché maledetto? Tutti coloro che hanno acquistato il palazzo sono morti uccisi, di suicidio o per incidente. Si pensa che vi siano degli spiriti rimasti dal cimitero dei templari passato, o che il talismano della porta accanto sprigioni un effetto contrario. L'architettura è rinascimentale, con tratti gotici, decorato con marmi policromi e pietra d'Istria. Vale la pena entrarci? Assolutamente sì.

812

Il palazzo del mercante innamorato

Di carattere orientale, questo palazzo vicino al Campo dei Mori, si contraddistingue per una fontanella di carattere arabo, dove vi è raffigurato in rilievo un uomo che traina un cammello. Ed è per questo che il cosiddetto palazzo Mastelli è soprannominato anche Casa del cammello. Probabilmente era di proprietà di un mercante egiziano, che raffigurò questo cammello per rendere la casa riconoscibile dalla sua amata che aveva rifiutato di sposarlo.

912

Il fantasma della Biennale

Ci troviamo nei giardini della Biennale. La leggenda narra che qui un fantasma con una camicia rossa desse disturbo a tutti i passanti. Gli venne attribuito poi il nome di un soldato garibaldino, Giuseppe Zolli. Alle spalle della statua di Garibaldi, vi è appunto Zolli, che gli funge da protettore.

1012

Scala del Bovolo

Esternamente di stile gotico, ma allo stesso tempo semplice, era la corte del Maltese. Anche qui le decorazioni dei cinque piani sono in pietra d'Istria e gli archi sono a tutto sesto. Il termine veneziano "bovalo" indica appunto le chiocciole. Questa scala è alta 27 metri ed una volta in cima, è possibile ammirare il panorama mozzafiato di questa splendida città.

1112

Passaggi segreti al Palazzo Ducale

La bellezza di questo palazzo si trasforma in mistero, se si intraprende un itinerario segreto. Attraverso una piccola porta a piano terra, si entra nei Pozzi, ovvero celle fredde e buie circondate da umidi muri di pietra. Salendo una scala si arriva poi a due sale di importanti politici del passato; a seguire si entra nell'ufficio del Cancellier Grande, per poi passare alla Sala della Cancelleria Segreta, ricca di atti pubblici del ducato di Venezia. Che dire poi della Stanza delle Torture? Un luogo macabro. Molto affascinanti sono inoltre la Sala degli Inquisitori, Sala dei Tre Capi e la Sala del Consiglio dei Dieci.

1212

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Luna di miele a Venezia: i luoghi più romantici

L'amore di una coppia sfocia quasi sempre nel matrimonio e nella costruzione di una famiglia. Ma dopo un bellissimo matrimonio un viaggio di nozze è sempre ciò che ci vuole. Scegliere il posto adatto per festeggiare il coronamento di un sogno è ciò...
Italia

Cosa visitare in un giorno a Venezia

Venezia è una delle città d'arte più visitate al mondo soprattutto perché è ubicata in un contesto idrogeografico che, la rende unica nonostante si facciano accostamenti e paragoni con altre belle capitali europee. La città lagunare vive ormai da...
Italia

Come organizzare una gita a Venezia

L'Italia è uno dei paesi più amati e apprezzati al mondo. Ha paesaggi variegati, che vanno dalle cime delle Alpi al mare, ed è ricca di città d'arte dove si possono ammirare opere ed architetture di grande fascino ed enorme valore culturale. Tra i...
Italia

10 consigli per organizzare un viaggio in Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia è una regione italiana composta da due regioni con usi e costumi differenti tra di loro: Il Friuli e la Venezia Giulia. Il capoluogo è Trieste, meta di grande interesse per molti turisti, il turismo costituisce infatti un elemento...
Italia

Come raggiungere Venezia Lido

Venezia Lido è uno dei luoghi maggiormente incantati. Essa ha veramente una magica e romantica atmosfera, ideale per fare una passeggiata con il proprio compagno/a, raggiungendo i negozi ed i ristoranti più chic della città. Da lì potrete inoltre...
Italia

Ristoranti economici a Venezia

Venezia è una delle mete turistiche, che tutti conoscono per la sua bellezza indimenticabile. Città dell'amore per eccellenza, è rinomata per i suoi eventi artistici e folkloristici, oltre che per i suoi musei e la sua archittettura ricca di beni preziosi....
Italia

Guida agli itinerari romantici di Venezia

Si sa che Venezia, è sicuramente una delle città più romantiche al mondo. Infatti, molti ragazzi appena sposati, la scelgono come luna di miele. Venezia è circondata dal mare, ha avuto origine appunto, in questa zona dell'adriatico che viene chiamata...
Italia

Cosa vedere a Venezia

Venezia costituisce sicuramente la città più romantica a livello mondiale. Quando viene percorsa lungo le fondamenta nel corso di una serata, è possibile ammirare le luci che specchiano nelle acque dei suoi canali. I veneziani chiamano il loro territorio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.