10 motivi per visitare la Lettonia

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

La Lettonia è una delle Repubbliche Baltiche sorte nel 1991 dopo il crollo dell'Unione Sovietica. Posta tra Estonia e Lituania, dirimpetto alla Svezia, è una nazione di circa 2milioni di abitanti di cui la maggior parte abita nella capitale, Riga.
Garante di un enorme patrimonio naturalistico e paesaggistico (boschi incontaminati, colline, e circa 450km di costa balneare famosa sin dai tempi degli zar), la Lituania ha sicuramente ben più di 10 motivi validi per essere visitata. Il biondo cenere dei suoi abitanti, la loro proverbiale pigrizia, la musicalità della loro lingua (il lettone assieme al lituano sono lingue baltiche, appartenenti al ceppo indoeuropeo) e le popolarissime danze folkloristiche "dainas" (canzoni popolari che il popolo soleva inneggiare come risposta politica alla dominazione sovietica).
Ma tra i 10 motivi per visitare la Lettonia non abbiamo solo una storia pregna di avvenimenti bellici o paesaggi incontaminati da immortalare: le donne bellissime (secondo alcune statistiche le agenzia di moda hanno una percentuale elevate di supermodelle lettoni), l'ordine impeccabile, la sicurezza e, non ultimo tra i 10 motivi per programmare un viaggio in Lettonia, la prelibata e nutrita gastronomia locale che, tra birre affumicate, zuppe di pesce, carni di manzo e sughi di selvaggina, unisce l'apporto calorico di un paese che spesso e volentieri scende al di sotto dei -20°C, con i piaceri del palato.

212

La località balneare di Jurmala

La spiaggia di Jurmala è una delle spiagge più famose della Lettonia fin dai tempi della dominazione zarista. Raggiungibile dal centro di Riga tramite la rete di tram, offre una larga distesa di sabbia bianca e stabilimenti balneari. Nonostante il periodo migliore per la frequentazione della spiaggia vada da maggio a settembre (si tenga presente che in piena estate le temperature massime raggiungono i 20°C), è in inverno che la spiaggia di Jurmala dona i suoi spettacoli più eccitanti, ricoperta di neve, con l'acqua del mar Baltico che, tramutandosi in ghiaccio, dona stalattiti e immagini da fotografare.

312

La capitale Riga

Riga è la capitale della Lettonia, ed è anche la più popolosa città delle repubbliche baltiche.
Il centro storico si articola attorno al Duomo ed è caratterizzato da palazzi a spiovente di color mattoncino scuro adagiati su un lastricato di strade anch'esso di mattoni, vecchio retaggio delle Altstadt prussiane.
La città gode di un'altissima percentuale di palazzi in "Art Nouveau" in Europa e per questo è comunemente chiamata anche la "Parigi del Baltico". Molti angoli della strada conservano ancora gli incavi dei bombardamenti della seconda guerra mondiale, ma le ferite del passato sono rimarginate dalla bellezza degli edifici come quello de "La Casa delle Teste Nere" oppure "La Casa del Gatto".
Ampie e arieggiate piazze si aprono a squarci a tratti nelle varie zone della città, e queste piazze con la bella stagione si popolano di tavolini, presi d'assalto dai lettoni al fine di godere dei raggi di un timido sole.

Continua la lettura
412

Il Parco Nazionale di Gauja

Il Gauja si estende per 450km, per tutto il golfo di Riga sino alle coste del Baltico. Il Gauja è uno dei più importanti fiumi del paese, e in sostanza quello che lo percorre per la maggior lunghezza e per tutto il suo corso regala spettacoli di flora e fauna unici in assoluto. Esso è anche uno dei 10 motivi per visitare la Lettonia.
All'interno del Parco del Gauja si trovano 3 riserve naturali: quasi metà del parco è pura vegetazione, soprattutto abeti e pini; sono presenti molti laghi, il più grande è il lago Ugurs.
Il parco è ricco di sentieri e percorsi che raggiungono valli, radure e castelli. Molte sono anche le attività e gli sport che si possono praticare nel parco. In primis l'Aerodium, una pratica che consiste di posizionarsi su una piattaforme ed aspettare di fluttuare perché spinti da getti d'aria. Possibile anche praticare il Bungee Jumping, sciare, e fare canoa.

512

Apprezzare la popolazione Lettone

I Lettoni non sono un popolo slavo bensì appartengono al ceppo linguistico baltico all'interno delle lingue indoeuropee. La storia del paese ha attraversato periodi di indipendenza a periodi di grandi dominazioni (quella russa in primis, zarista prima e sovietica poi) ma anche persecuzioni e privazioni: il popolo lettone è stato massicciamente deportato e internato durante gli scuri anni dell'ultima guerra. Solamente nel 1991 con il disfacimento dell'U. R. S. S. È riuscito ad ottenere l'indipendenza ed affrancarsi dal giogo russo. La popolazione è schiva, timida, pallidamente dolce come i flebili raggi solari e apparentemente molto fredda. Dotati di pazienza (alcuni dicono pigrizia), è un popolo che con il suo sguardo verso il futuro e il progresso possiede la rete internet più veloce in europa.
Un popolo che diede i natali a Jacob Davis il quale, assieme a Levi Strauss, brevettò i jeans.

612

Imparare la storia dell'Ordine Livoniano

All'interno della storica regione della Livonia abbiamo la cittadina di Sigulda, sede del religiosissimo Ordine Livoniano, detto anche dei Cavaleri Portaspada.
Il Castello presente a Sigulda rappresenta un altro dei 10 motivi per visitare la Lettonia e venne edificato nel XIII secolo originariamente come una fortezza con annessa cappella. Solamente nei decenni a seguire venne ampliato e riedificato per accogliere il nome dell'Ordine Livoniano. I Polacchi, i Livoniani e gli Svedesi si combatterono aspramente sotto gli spalti della fortezza per la supremazia del territorio e venne severamente danneggiato. Il declino della fortezza di Sigulda avvenne però nel XVIII secolo quando, in seguito alle guerre zariste, subì forti perdite e da quel momento non fu più restaurato.
Vistando oggigiorno le rovine si può camminare tra i resti del castello e godere di un'atmosfera squisitamente medievale dove, l'amore per il dovere di stampo templare, e la morte sempre in agguato garantiscono al turista, anche il più sprovveduto, una buona infarinatura storica.
Possibile nel castello fare anche un "giro di prova" in combattimento. Incluse anche le vesti da templare.

712

La Grotta di Gutmanala

Poco distante da Sigulda abbiamo la grotta di Gutmanala. Attorno a questa grotta viene citata una leggenda a dir poco affascinante che la rende parte di uno dei 10 motivi per visitare la Lettonia. Pare che una fanciulla molto avvenente dai capelli biondi e dagli occhi azzurri si innamori, ricambiata, di un giovane giardiniere del villaggio vicino. Un rivale in amore si finse il giardiniere e diede appuntamento alla ragazza nella grotta. La ragazza scoperto l'inganno rifiutò le profferte del ragazzo e lui la uccise. La particolarità di questa grotta sono le iscrizioni incise sulle pareti della roccia che risalgono all'incirca alla fine del XVII secolo e sono il motivo per cui la grotta di Gutmanala è un sito protetto. All'interno della grotta vi è presente una sorgente di acqua dolce: si dice che chi beve dalle sue acque ringiovanisca all'istante.

812

I Musei

Un altro dei 10 motivi per visitare la Lettonia è senza dubbio visitare i moltissimi musei del paese. La sola città di Riga conta più di 50 musei tra i quali si possono annoverare il Museo dell'arte Lettone Open Air, il Museo di Storia Nazionale, il Museo Nazionale delle Arti, il Museo della Navigazione, il Museo dell'Occupazione Lettone 1940-1991, il Museo di Storia Naturale, Il Museo delle Arti Decorative e del Design, il Museo Nazionale della Ceramica, il Museo Etnografico. Ma non solo, per tutto il paese sono presenti siti e luoghi di interesse, i quali contengono nella loro zona anche delle sale adibite a museo che spiegano, con i metodi più moderni e innovativi, come approcciarsi alla visita del sito unendo fruibilità e conservazione.

912

Le canzoni folkloristiche

I lettoni, soprannominati "il popolo che canta" come i loro vicini baltici, sono i famosi interpreti dei "Dainas". Tali canzoni popolari, brevi e poetiche, sono paragonabili agli haiku giapponesi. In Lettonia sono state scritte più di un milione di canzoni folkloristiche, inneggianti alla libertà, alla semina, al raccolto, ma anche a leggende popolari
La grande vena musicale lettone diventa il pretesto di grandi raduni estivi, tra cui il Festival Nazionale della Canzone a Riga e il Festival Internazionale Baltico, sotto l'egida dell'Unesco.
Quest'ultimo si svolge ogni cinque anni in una delle repubbliche baltiche.

1012

Scoprire il Medioevo a Cesis

Cesis è una delle città più suggestive e tipiche da visitare in Lettonia, situata nell'entroterra del paese all'interno del parco nazionale del fiume Gauja.
L'atmosfera e l'ambientazione medievale di questa cittadina è rappresentata saldamente dal maniero di Cesis, che domina la città.
Il castello fu costruito tra il 1209 e il 1224 dall'ordine dei Portaspada, fondato dal vescovo di Riga: Albert Von Buxtheoven. Durante la battaglia di Sialuliai l'ordine fu quasi totalmente annientato, e successivamente annesso all'Ordine Teutonico. Durante le incursioni di Ivan il terribile, nel 1577, iniziò il declino del castello: venne danneggiato e poi distrutto durante la Grande guerra del nord. Non fu più abitato ne ristrutturato.
Le sue rovine sono le più maestose dei paesi baltici e una volta era nientedimeno che la sede ufficiale dell'Ordine Livoniano.
La fortezza è abbracciata da un ampio parco, le rovine del castello creano un atmosfera decadente. In un'area del parco, sulla riva del lago all'ombra delle torri, è adibito un teatro all'aperto, con panche di legno.

1112

Assaggiare le specialità locali

Data la posizione settentrionale della Lettonia e della scarsità delle ore di luce, il popolo lettone ha lavorato duramente per la fertilità del suolo e per la resa del terreno. L'alimentazione e l'arte culinaria sono sempre stati pertanto un valore sacro per la Lettonia.
Le pietanza a base di pesce si fondano sulla ricca pesca nel Mar Baltico: salmone (che regna sovrano), aringhe, sardine e anguille, le quali vengono servite come antipasto. Oltre alle pietanze di pesce abbiamo anche la carne, per lo più di maiale e anche della selvaggina. Le portate di carne sono accompagnate da intingoli di crauti, patate, cavolo cappuccio e fagioli neri bolliti.
Da assaggiare sicuramente le aringhe fritte, la Speka Piradzini (un pane lettone con un composto di pancetta saltata con cipolla presentato a forma di mezzaluna), il Rasols (un'insalata di patate), il Rupjmaize (tipico pane lettone con farina di segale).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Lettonia: cosa vedere

L'Europa rappresenta un continente ricco di storia, cultura e natura, solo che molte volte non si possiede la piena consapevolezza di quanto grande e variegata essa sia. Di solito il turista tipo cerca di raggiungere posti molto conosciuti, belli ma frequentati...
Europa

7 motivi per visitare le gole di Samariá

Le gole di Samariá si trovano nell'isola greca di Creta, precisamente sul versate a ovest dei monti Lefka. Esse costituiscono un canyon che per le sue dimensioni è il secondo in Europa, dopo le gole del Verdon che si trovano invece nella nazione francese....
Europa

10 motivi per visitare Parigi

Chi, almeno una volta, non ha sognato di passare un periodo di vacanza o anche solo un romantico week end nella città più bella di Francia? In questa lista vi elencherò i 10 motivi per visitare Parigi, così se quest'estate ne avrete l'occasione, potrete...
Europa

10 motivi per visitare Edimburgo

Edimburgo è la capitale della Scozia, la città è situata sulla costa orientale della Scozia a circa 70 chilometri da Glasgow. È una città del Regno Unito ed è una delle città più visitate tutto l'anno con circa 2 milioni di turisti. Il clima è...
Europa

Come visitare il centro storico di Riga

Riga, capitale della Lettonia, è la città più grande delle Repubbliche Baltiche. Rappresenta uno dei principali centri culturali della regione, per cui vale la pena esplorare il suo centro storico, ricco di edifici di notevole interesse. Nella seguente...
Europa

Come visitare Riga

Riga, capitale della Lettonia nota anche con il curioso appellativo di "Parigi del Baltico", è una delle capitali europee più magiche e affascinanti dal punto di vista paesaggistico e culturale, e risulta particolarmente adatta per trascorrervi sia...
Europa

Come visitare le Repubbliche Baltiche

Se siete amanti dei viaggi sicuramente prima o poi deciderete di visitare anche l'Europa dell'Est: in questa parte del vecchio continente ci sono tre stati che vengono definiti univocamente "le gemme del Mar Baltico". Naturalmente stiamo parlando delle...
Europa

Come visitare Cesis

Ultimamente Cesis è diventata una meta ambita dai turisti appassionati di mete europee. È un piccolo Borgo medioevale della Lettonia che conta 19.977 abitanti. Si trova vicino alla città di Riga. In poco più di un'ora e mezza si può raggiungere con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.