5 motivi per non vivere in Cina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sicuramente molti di voi pensando all'Oriente immaginano i ciliegi in fiori, l'eleganza degli abiti tradizionali, le cerimonie del tè e l'ordine che regna sovrano in ogni ambito della vita quotidiana: treni in orario, trasporti perfettamente funzionanti, sanità pubblica eccellente e quant'altro. Tutto questo - anzi, parte di questo - forse è vero e reale in Giappone, non certo in Cina. Le due potenze mondiali sono infatti molto differenti tra loro e, se un trasferimento in Giappone potrebbe essere un'ottima soluzione, quello in Cina è ancora da evitare. Ecco infatti un'utile guida con i 5 principali motivi per non vivere in Cina.

26

Inquinamento

Il primo motivo per non vivere in Cina è sicuramente l'inquinamento. Non solo nelle grandi città come Pechino e Shanghai esso raggiunge livelli pericolosi per la salute umana per buona parte dell'anno, ma nelle campagne e nelle zone limitrofe e meno densamente popolate le cose non vanno certo meglio. Il cielo è quasi sempre grigio e il sole stenta a farsi vedere.

36

Traffico

Lo sviluppo economico irrefrenabile ha portato anche ad un traffico smisurato, in ogni zona del paese, dalla capitale ai centri più piccoli. Non ci sono giorni e orari favorevoli, le strade sono sempre perennemente intasate ed è anche che per questo che i livelli di inquinamento sono sempre così elevati.

Continua la lettura
46

Democrazia latente

In teorica si parla sempre di Repubblica Democratica Cinese, ma in Cina la democrazia è ancora fortemente latente. La libertà di stampa è soltanto un miraggio, i principali motori di ricerca e social network utilizzati da miliardi di persone nel mondo sono banditi: conviene davvero, allo stato attuale delle cose, vivere in Cina?

56

Disoccupazione

Un'altra ragione per non vivere in Cina è la disoccupazione: se si crede che basti un biglietto aereo per trovare lavoro, si deve di certo cambiare destinazione. I cinesi lavorano e lavorano sodo, con orari massacranti e paghe non sempre all'altezza della situazione. Gli straordinari non sono quasi mai retribuiti e la disoccupazione ha raggiunto livelli elevatissimi. Inoltre, la burocrazia è un ostacolo molto arduo da superare per uno straniero: meglio pensarci bene.

66

Standard di pulizia bassi

L'ultima ragione per non vivere in Cina, soprattutto se si è europei ed in particolare italiani, è la pulizia che scarseggia. Gli standard cinesi sono decisamente bassi e un hotel a tre stelle potrebbe corrispondere ad uno con meno di una stella in Europa. Gli insetti la fanno da padrone e gli scarafaggi sono praticamente in ogni angolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

10 motivi per andare a vivere in Francia

Sono almeno 10 i motivi per andare a vivere in Francia e in questa guida cercheremo di elencarli tutti, in modo che chi si è stufato della nostra bella Penisola e voglia tentare fortuna in un altro luogo d'Europa sappia cosa c'è ad attenderlo oltre...
Consigli di Viaggio

5 buoni motivi per andare a vivere all'estero

Vi siete mai chiesti come vivreste all'estero? Dove vi piacerebbe abitare? Cosa vi spingerebbe a spostare la vostra casa, ad allontanarvi dalla vostra famiglia e dai vostri amici? Si sa che a volte non si ha scelta e il lavoro costringe a spostarsi, ma...
Consigli di Viaggio

10 motivi per andare a vivere in Irlanda

Attualmente ci troviamo in un particolare momento storico in cui tanti nostri connazionali decidono di trasferirsi oltre i nostri confini. I motivi di questo tipo di scelta possono essere diversi, ma spesso e volentieri si tratta di andare a cercare altrove...
Consigli di Viaggio

Cina: 10 cose da portare in valigia

Poter viaggiare è il sogno della maggior parte di noi. La curiosità di visitare luoghi sconosciuti, il piacere stesso dell'intraprendere una nuova avventura, spingono l'uomo a partire appena possibile. Una diversa cultura, il cibo, usi e abitudini completamente...
Consigli di Viaggio

Come comportarsi a tavola in Cina

Ogni popolo ha il suo galateo e le sue regole da rispettare anche quando si è seduti a tavola per consumare un pasto. Come si dice "paese che vai usanza che trovi". È opportuno quindi cercare di rispettare le tradizioni e adattarsi alle varie culture....
Consigli di Viaggio

Cina: guida ai migliori parchi naturali

La Cina è uno dei luoghi più ricchi di cultura tradizionale di tutto il mondo. I turisti che visitano le terre cinesi rimangono infatti sempre attratti da una cultura così particolare e spesso lontana dalla loro, ma la Cina ha anche ben altro da offrire...
Consigli di Viaggio

Come comportarsi in Giappone, Cina e Indonesia: regole di bon ton

Il proverbio recita: paese che vai usanze che trovi. Alcune regole di bon ton sono fondamentali se ci si reca in altri Paesi, soprattutto se appartengono ad una cultura orientale, particolare e diversa da quella occidentale. Sapere come comportarsi adeguatamente...
Consigli di Viaggio

Come richiedere il visto per la Cina

Un viaggio in cina è siucuramente un'esperienza unica e originale da fare. Prima di partire, però, bisogna considerare molti fattori buricratici essenziali per poter avere libero acceso nello stato cinese senza problemi. Per andare in Cina, infatti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.