Alaska: i laghi più belli

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Temperature rigide, monti, ghiacciai e grandi foreste: sono, senza alcun dubbio, queste le prime cose che vengono in mente se si pensa all'Alaska. In realtà però lo Stato più esteso degli Stati Uniti d'America ha un'altra vera e propria perla e risorsa paesaggistica che lo caratterizza: si tratta dei laghi. Addirittura è di per sé difficile sapere quanti ce ne siamo. Una stima approssimativa parla di oltre 3 milioni, di dimensioni ovviamente differenti. Ma quali sono i laghi più belli dell'Alaska?

24

I due laghi più grandi

Il lago più grande dell'Alaska è l'Iliamna Lake, che si trova a sud-ovest. La sua principale attrazione è la pesca del salmone. Il lago è lungo ben 77 km, largo 35 e ha una profondità massima di 308 metri. Attraverso il fiume Kvichak, le sue acque sfociano nella baia di Bristol, ossia il braccio orientale del mar di Bering. Il nome Iliamna deriva dal nome dell'entroterra Dena'ina Athabascan Nila Vena, che significa lago d'isola. Va detto che attorno ci sono numerosi villaggi abitati: Iliamna, Newhalen, Kokhanok, Pedro Bay e Igiugig.
Il secondo lago più grande dell'Alaska è il Becharof Lake. Lungo 60 km, è stato classificato ottavo nell'elenco dei più grandi laghi degli Stati Uniti per volume e quattordicesimo in quello riguardante l'area. Insomma, dimensioni abbastanza elevate.

34

Aleknagik e Teshekpuk

Lungo 32 km e largo 26: sono queste le caratteristiche del Lago Aleknagik. Quest'ultimo è situato nella contea di Dillingham. Il corso d'acqua è stato storicamente utilizzato come campo estivo per la pesca. Sulla riva sud-est vi è una città, che prende il nome dal lago. Oltre alla suddetta pesca, l'economia si basa prevalentemente sulla caccia.
Teshekpuk, Tasekpuk, Tasirkpuk e Tasyukpun: sono questi i tanti nomi con cui è conosciuto un lago situato sulla costa artica dell'Alaska. La sua principale caratteristica è la varietà di pesci: pesci bianchi, aringhe antiche, trota di lago, Chum salmon e bottatrici.

Continua la lettura
44

Lake Hood, tra aerei e parchi

Molto particolare invece è il Lake Hood, situato proprio accanto all'aeroporto di Anchorage. Infatti, come si può facilmente intuire dalla sua ubicazione, il lago viene utilizzato come rimessa per gli aerei. D'inverno poi tutto si trasforma ulteriormente: il corso d'acqua, che diventa ghiacciato, assume la funzione di vera e propria pista di atterraggio. Accanto però sono presenti anche numerosi parchi, da cui è possibile ammirare un meraviglioso paesaggio e passare intere giornate immersi nella natura. Perché in fondo l'Alaska è anche questo. Ed è qui che sta tutta la sua bellezza e il suo fascino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come e cosa fare in Alaska

L'Alaska è una delle mete più sognate dagli amanti dell'avventura e della natura selvaggia. Le sue foreste incontaminate, i suoi laghi blu e i suoi paesaggi da cartolina rendono questo territorio un luogo unico al mondo, pieno di emozioni e sorprese....
America del Nord e Centrale

Come visitare l'Alaska

Il suo motto è "North to the future" e tra i suoi soprannomi vanta "L'ultima Frontiera" e "Terra del sole di mezzanotte". Chi altri può essere se non l'Alaska? Stato federato degli USA, il più vasto di tutti, fu comprato nella seconda metà dell'Ottocento,...
America del Nord e Centrale

Juneau: cosa visitare

Juneau, la capitale dell’Alaska, è un piccolo insediamento dalla caratteristica atmosfera che contraddistingue il paese che deve il nome al cercatore d’oro Joe Juneau, scelto tra molti altri nel 1881. Si tratta di una città bellissima che attrae...
America del Nord e Centrale

Alaska: cosa visitare

Forse non tutti sanno che l'Alaska non è solo freddo e ghiaccio, ma è anche terra di meraviglie naturali, ricca di zone caratteristiche da esplorare e visitare, restando a bocca aperta. Con la maestosa bellezza paesaggistica, gli enormi ghiacciai e...
America del Nord e Centrale

Gli stati più belli da visitare in America del Nord

Tra gli stati più belli da visitare in America del Nord, vi sono di certo il Canada, l'Alaska, lo stato di New York, la California e il Messico. Molte città del nord America meritano di essere visitate almeno una volta nella vita per la bellezza del...
Consigli di Viaggio

Australia: guida ai laghi più belli

L'Australia è il sesto paese al mondo per estensione e uno dei più affascinanti dal punto di vista naturalistico. Bagnata a est dall'Oceano Pacifico Meridionale e ad Ovest dall'Oceano Indiano presenta un clima piuttosto asciutto e scarse catene montuose....
Consigli di Viaggio

5 posti dove vedere l'Aurora Boreale

Uno dei fenomeni più belli che bisognerebbe vedere almeno una volta nella vita è l' aurora boreale. La natura di questa eccezione luminosa si può osservare soltanto in alcuni luoghi della terra. Ovviamente è possibile vederla ad occhio nudo! Questi...
Consigli di Viaggio

Canada: i laghi più belli

Se per le vostre vacanze sceglierete di andare in Canada scoprirete una terra straordinaria e ricca di opportunità per vivere delle grandi avventure nei suoi ampi spazi verdi. Infatti questo paese sorprendente è il luogo perfetto per gli appassionati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.