Arabia Saudita: usanze e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'Arabia Saudita occupa circa l’80% della penisola araba. Essa si affaccia sul Mar Rosso e sul Golfo Persico. Confina con Giordania, Iraq, Kuwait, Qatar, Emirati Arabi, Oman e Yemen. Riyad è la capitale del paese. Altre città importanti sono Gedda, a ovest e la seconda città più grande, famosa per lo shopping, La Mecca, il luogo più sacro per i musulmani, e Qatif. I cittadini sauditi sono circa 27 milioni, la maggior parte di etnia araba. Numerosa è la presenza di asiatici, soprattutto indiani, pachistani e filippini, immigrati per lavoro. La lingua ufficiale è l’arabo è la religione di stato è l’Islam. La libertà religiosa è molto ridotta: non è consentito ai non musulmani di costruire propri luoghi di culto o celebrare in privato la propria fede. Le tradizioni e la cultura saudita ruotano intorno alla religione. Scopriamo insieme usanze e costumi dell’Arabia Saudita.

24

La condizione della donna in Arabia Saudita

La condizione della donna in Arabia Saudita non è delle migliori. Ad esempio è l’unico paese al mondo in cui alle donne non è consentito guidare l’auto. Possono accedere all’educazione, anche universitaria, ma in istituti separati dagli uomini. Possono lavorare, ma non nel settore petrolifero, e non possono aprire un conto corrente bancario. Inoltre non possono viaggiare o camminare per strada senza che un uomo le accompagni, marito, figlio o parente prossimo.

34

Le radici della cucina saudita

La cucina saudita affonda le sue radici in quella dei beduini. Essa non fa uso di carne suina e alcool, in quanto proibiti dall’Islam. Piatto nazionale è il Kabsa, riso Basmati speziato servito con carne di pollo o agnello. Presente in tutti i pasti è il khubz, pane non lievitato consumato in tutto il Medio Oriente. Tipico cibo “da strada” sono i falafel, polpettine di ceci o fave fritte. Infine l’Arabia Saudita vanta un’ottima produzione di datteri utilizzati come snack o per la preparazione di dolci. Inoltre se ne può ricavare un succo utilizzato dagli arabi come equivalente dello champagne.

Continua la lettura
44

Le feste religiose

Oltre alle feste religiose, tra cui la grade “festa del sacrificio”, il 23 settembre si celebra il giorno nazionale. Ballo nazionale saudita è l’Arda o ballo delle spade. Questa danza, di origini berbere, è caratterizzata dalla presenza di tamburi, che intonano musica di influenza spagnola, e di un poeta che recita dei versi mentre gli uomini danzano spalla a spalla. Gli abiti tradizionali dei sauditi sono generalmente larghi e pratici. Gli uomini indossano una tunica bianca di lana o cotone luga fino alle caviglie ed un copricapo detto ghutra, tessuto tenuto fermo da cotone intrecciato. Le donne invece indossano abiti molto decorati con ricami e lustrini tuttavia, in pubblico, gli è imposto di indossare un lungo cappotto nero e il velo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

Oman: usanze e costumi

L' Oman è un sultanato arabo con a capo un monarca. Posto tra l'Arabia Saudita e lo Yemen, ha una popolazione di origine araba. Pertanto anche le usanze e i costumi riflettono tali origini. Nell'approfondire usanze e costumi dell'Oman, scoprirete la...
Asia

Giordania: usanze e costumi

Situato tra Israele, Siria, Iraq e Arabia Saudita. La Giordania è da sempre crocevia di numerose culture proprio perché situata nella storica regione detta Mezzaluna fertile, anche se oggi predomina in gran parte il deserto; per questi motivi le usanze...
Asia

Azerbaigian: usanze e costumi

L'Azerbaigian è un paese montuoso situato alle pendici del Caucaso tra il mar Caspio, l’Armenia e la Georgia. Dopo le tante vicissitudini politiche è diventata una repubblica grazie al crollo dell'Unione Sovietica negli anni '90. La capitale di questo...
Asia

Malesia: usanze e costumi

Lo Stato è formato dalla Malesia Occidentale o Peninsulare, da quella Orientale e dalla Zona Federale di Kuala Lampur. La Malesia Occidentale confina con Singapore e la Thailandia mentre quella Orientale con il Brunei e l'Indonesia. Con quesa semplice...
Asia

Palestina: usanze e costumi

La Palestina include lo Stato di Israele e i territori Palestinesi. È una realtà diversa dall'Italia. Per capire le usanze e costumi bisogna vivere in quei posti. Come sappiamo, la Palestina fin dai tempi antichi è stata abitata da popolazioni di origine...
Asia

Yemen: usanze e costumi

Lo Yemen è uno Stato posto nella parte meridionale della penisola araba. All'interno del suo territorio, sono presenti pianure costiere, altipiani e deserti come il Rub’ al Khali. In tale contesto, si mescolano numerose tipologie di clima. Sulle coste,...
Asia

Vanuatu: usanze e costumi

Vanuatu (o anche definito con il nome di Repubblica di Vanuatu) è un complesso di isole situate nel nel sud dell'Oceano Pacifico. Anche con la conquista da parte di altri popoli all'incirca nel XVII secolo, che ha provocato loa diffusione dei costumi...
Asia

Afghanistan: usanze e costumi

L'Afghanistan è un paese la quale pluralità etnica ne costituisce il suo aspetto culturale, multisfaccettato tanto quanto affascinante. Divisa geograficamente in due dalla catena montuosa dell'Hindukush, che divide le steppe del Nord dalle zone agricole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.