Ciad: usanze e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

A sud del Sahara, si estende una fascia di paesi che formano una regione tra il deserto e la Savana. Tra questi vi è il Ciad una nazione che dopo una serie di colpi di Stato, è diventata indipendente dal 1960 con una repubblica presidenziale. A tale proposito, ecco una guida in cui elenchiamo le usanze e i costumi del Ciad.

26

Occorrente

  • Una guida che vi spieghi quali sono le usanze da rispettare per non offendere la popolazione, specialmente quella di fede Islamica
36

Le diverse tribù

Se si visita il Ciad, la prima cosa da considerare sono gli usi e i costumi della popolazione locale, divisa in tre diverse zone. Al nord si possono incontrare i Berberi, ossia una tribù di fede islamica che si organizzano in gruppi chiamati clan. Al centro invece vivono gli Arabi anch'essi seguaci dell'islam, mentre al sud la popolazione di fede cattolica ma soprattutto animista. Il Ciad ha subito nel corso dei secoli guerre e lotte interne a causa anche degli scambi commerciali; infatti, è stato popolato da persone di diverse nazionalità per cui hanno portavano con loro lingue e tradizioni, ed ogni etnia tentava di prevalere sull'altra, imponendo sui territori occupati le proprie usanze e costumi.

46

I piatti tradizionali

La grande diversità culturale del Ciad, si riflette naturalmente anche nella cucina. I piatti tradizionali vengono considerati un simbolo della tribù che ne dispone; infatti, si possono ritrovare quelli della tradizione islamica quindi ricchi di spezie, oppure piatti semplici fatti con il classico riso condito con verdure varie, o anche alternativi con delle di alghe blu che vengono usate per la preparazione delle tipiche gallette. Un'altra usanza è festeggiare soprattutto le date musulmane, seguite da riti e credenze delle varie tribù. La festività più celebrata è dunque il Ramadan, dove i praticanti devono digiunare dall'alba al tramonto. Infatti i negozi rispettano la chiusura e per strada non c'è nessuno, oltre ad un immenso silenzio che si nota nelle strade, ed è necessario rispettarlo durante tale periodo. Il contrasto notevole si nota dopo il tramonto, quando invece tutti festeggiano, pregano e solo allegri.

Continua la lettura
56

Le feste più importanti

Un'altra festività è chiamata il Sacrificio; in realtà viene considerata la data più importante in quanto ricorda il miracolo che Allah compì facendo comparire un montone che venne sacrificato al posto del figlio di Abramo, oltre alla festa per commemorare la nascita del Profeta Maometto. Dato che parte della popolazione è di religione cattolica, si festeggiano anche il Natale, il Capodanno e la Pasqua. Infine la festa dell'Indipendenza nazionale nel Ciad cade l'undici agosto, ed è molto apprezzata dagli abitanti in quanto rappresenta la libertà acquistato dopo anni di guerre.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se decidete di recarvi in Ciad vaccinatevi contro la febbre gialla. Purtroppo è una malattia diffusa e molto contagiosa

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Africa

Zimbabwe: usanze e costumi

Molto spesso, con la vita stressante che la quotidianità ci impone, ci soffermiamo ad osservare solamente una piccola fetta del mondo sul quale abitiamo. Tale fetta si identifica con il posto in cui viviamo, tralasciando che oltre i confini della nostra...
Africa

Niger: usanze e costumi

Il Niger è uno Stato dell'Africa Occidentale confinante a nord con la Libia e l'Algeria, ad est con il Ciad, a sud con il Benin e la Nigeria ed a ovest con il Mali e il Burkina Faso. Il suo nome si deve al fiume Niger che attraversa il paese con la sua...
Africa

Algeria: usanze e costumi

L'Algeria è uno Stato situato nella parte settentrionale del continente Africano. La sua capitale è Algeri, ed è stata scelta perché è la stessa città a fornire il nome all'intera nazione. L'Algeria è una repubblica indipendente a partire fin dagli...
Africa

Angola: usanze e costumi

L’Africa ha un fascino talmente unico da esserci anche una malattia chiamata “mal d’Africa”. Questa patologia è caratterizzata dalla grande nostalgia che coglie tante persone dopo che hanno visitato questi luoghi magici e non vedono l’ora di...
Africa

Burkina Faso: usanze e costumi

Volgere lo sguardo alle usanze e ai costumi di una nazione africana quale quella del Burkina Faso significa veder schiudersi dinanzi ai propri occhi una società tanto lontana dai nostri standard occidentali quanto vicina ad un sentire comune di un vivere...
Africa

Come visitare Il Ciad

Il Ciad (o ufficialmente, Repubblica del Ciad) deve il suo nome all'omonimo Lago Ciad, ubicato nel cuore del paese. Lo Stato si colloca nella zona centro settentrionale dell'Africa, la sua capitale è N'Djamena e le due lingue ufficiali sono arabo e francese,...
Africa

Burundi: usanze e costumi

Il Burundi è uno Stato piccolo presente in Africa. La sua capitale è Bujumbura. Le lingue ufficialmente parlate sono il francese e kirundi. Nella capitale è parlato lo swahili come lingua commerciale. La moneta utilizzata è il Franco del Burundi....
Africa

Camerun: usanze e costumi

Il Camerun è, dal punto di vista culturale, uno dei più importanti e variegati Paesi dell'Africa centrale. Nato ufficialmente nel 1961 dalla fusione delle colonie inglesi con quelle francesi, questo stato è un esempio di come le tradizioni delle popolazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.