Come aprire una società in Turchia

Tramite: O2O 21/03/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Aprire una società all'estero non è mai un'impresa facilissima ed immediata, se poi vogliamo rivolgerci a quei paesi fino a poco tempo fa a rischio, la cosa si complica ancora di più. La Turchia, per la sua posizione strategica di ponte tra oriente ed occidente, è sempre stata mira degli scambi commerciali. Anche oggi, infatti, continua ad attrarre gli investimenti esteri, non solo per questo motivo, ma anche per la rapida crescita economica che sta sperimentando e che supera il tasso del 5% all anno. Aprire una società in Turchia vuol dire anche contare su forza lavoro relativamente a basso costo e su un mercato interno in costante espansione. Ecco come aprire una società in Turchia.

25

Forme giuridiche in Turchia

Non bisogna più pensare alla Turchia come un Paese pericoloso. I problemi e l'instabilità economiche degli Anni'90 sono stati risolti, e nel 2003 gli investimenti diretti esteri sono stati regolati da un'apposita legge. Da allora sono aumentate le società straniere presenti in Turchia. Aprire una società in questo Paese è un procedimento estremamente semplice e veloce rispetto alle tempistiche italiane e non solo.
Le forme giuridiche più diffuse in Turchia sono la società a responsabilità limitata e la società per azioni. Esistono altre formule, come la società in accomandita e collettiva, ma la maggior parte delle società estere adotta le prime due tipologie di assetto societario per operare in Turchia.

35

Tasse da pagare

Dal 2003 si è semplificata la procedura per aprire una società in Turchia e non è più richiesta l'autorizzazione ministeriale per la costituzione. Oggi, quindi, si opera in un contesto legislativo ed istituzionale più semplificato e liberale che, anzi, favorisce l'investimento da parte di aziende estere. L'imposta sulle società ammonta al 20%. Inoltre è possibile usufruire di una serie di agevolazioni finanziarie, molte delle quali sono esenti da IVA, tasse e dazi doganali. Sono previste ulteriori facilitazioni per chi vuole investire in aree svantaggiate del Paese. Inoltre in Turchia sono presenti dei parchi tecnologi destinati alle imprese del settore hi-tech e dell'innovazione.

Continua la lettura
45

Profilo demografico della Turchia

La Turchia ha una popolazione che sfiora i 75 milioni di persone ed un'età media di 29 anni. Un profilo demografico assolutamente favorevole per reclutare forza lavoro a basso costo e ad elevata produttività (si contano infatti bassi tassi di assenteismo). Una buona percentuale, inoltre, è altamente specializzata. Aprire quindi una società in Turchia è una delle soluzioni migliori per un imprenditore che voglia espandere la sua azienda al di fuori dell'Italia, riuscendo così in poco tempo ad emergere e a guadagnare parecchie entrate.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'orario GMT+2 permette di comunicare in Oriente e Occidente nella stessa giornata lavorativa
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

Come aprire una società in Georgia

Aprire una società in Georgia, e quindi investire in questo paese, può risultare molto conveniente. Infatti, secondo le ultime notizie che arrivano da questo paese del Caucaso del Sud, la Georgia è da considerarsi una delle mete di lavoro, essendo...
Asia

Come aprire una società in Corea Del Sud

Aprire una nuova attività imprenditoriale nella Corea del Sud, potrebbe essere un'ottima scelta. I coreani sono un popolo molto socievole e ben disposti ad offrire opportunità che possano apportare benefici al proprio Paese. Prendete ad esempio la città...
Asia

Come aprire una società in Arabia Saudita

Uno dei pochi luoghi in cui a nessuno verrebbe mai in mente di trasferirsi, per aprire un'attività che abbia un qualche risvolto proficuo, è senza dubbio l'Arabia Saudita. Tuttavia, chi ha intenzione di fondare una società all'estero non deve assolutamente...
Asia

Come aprire una società a Cipro

Qual è il motivo per cui tante migliaia di uomini d’affari, donne d’affari e aziende stimabili, situati in tutto il mondo hanno scelto Cipro ai fini della creazione di un International Business Company? Cipro, a differenza di molte altre giurisdizioni,...
Asia

Come aprire una società in Cambogia

Oggigiorno, considerata l'ondata di trasferimenti all'estero da parte di molti giovani (e non solo) con la speranza di trovare fortuna, non è difficile trovare le informazioni utili che occorrono per affrontare questo vero e proprio "cambio di vita"!...
Asia

Come aprire una società in Bangladesh

La Repubblica Popolare del Bangladesh è uno stato asiatico confinante per la maggior parte dall'India e da una piccolissima parte al sud con la Birmania. Con i suoi quasi 169 milioni di abitanti, è uno dei paesi più sovraffollati e con un tasso molto...
Asia

Come aprire una società in Bahrein

È ormai un trend consolidato il fatto che le monarchie arabe del Golfo stiano investendo davvero tanto per diventare un polo di modernità e richiamare così un turismo d'élite. Inoltre il Bahrein è un importantissimo centro per la finanza islamica...
Asia

Ankara: cosa visitare

Ankara è la capitale della Nazione Turchia. Se avete intenzione di visitare Ankara, bisogna prima conoscere bene cosa visitare. La popolazione di Ankara è di 4.400.000 abitanti ed è la seconda città turca con maggiore popolazione. La città si trova...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.