Come e cosa visitare in Sardegna: la Giara di Gesturi ed i suoi cavallini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'Italia è ricca di posti incantevoli e rilassanti e si possono scoprire nuovi posti incredibili e senza tempo. Tra le tante meravigliose regioni del bel paese spicca sicuramente la Sardegna per le sue spiagge da sogno ed i paesaggi mediterranei. La Sardegna ha moltissimi luoghi che suscitano stupore, ma non si può fare a meno di visitare la Giara di Gesturi ed i suoi Cavallini. Il piccolo centro di Tuili, che si trova a cinque chilometri a ovest di Barumini, è una delle principali vie di accesso alla Giara di Gesturi. Quest'ultima è un elevato altopiano che si erge per alcune centinaia di metri tra le colline della Marmilla ed è separato dal territorio circostante. Leggendo questo breve tutorial si possono avere alcuni consigli e delle indicazioni su come visitare al meglio questa zona della Sardegna.

24

La pianura

La vasta pianura di 45 Kmq, punteggiata dalla macchia mediterranea e dalle piccole querce di sughero, è l'habitat naturale dei buoi rossi. Essi sono animali tipici della Sardegna ed hanno lunghe corna. Mentre i cavallini selvatici sono di piccola statura, hanno una folta criniera, occhi a mandorla e mantello scuro; attualmente nella pianura ne vivono circa 700. I posti migliori per poterli vedere, specialmente nelle prime ore del mattino oppure nel tardo pomeriggio, sono i laghetti stagionali denominati Pauli.

34

Pauli S'Ala de Mengianu

In inverno questi laghi hanno soltanto un sottile strato di acqua. Essa però evapora quasi completamente durante i mesi più caldi. In alcuni casi, come accade per il Pauli S'Ala de Mengianu, l'acqua si infiltra nelle rocce basaltiche del sottosuolo e sgorga in superficie intorno ai Pauli. Qui solitamente si possono vedere i cavallini che vengono ad abbeverarsi. L'altopiano è caratterizzato da un proprio microclima che favorisce lo sviluppo di alcune specie botaniche.

Continua la lettura
44

I fiori e il terreno

Ciò avviene soprattutto in primavera quando il terreno si copre di erica e sbocciano i fiori delle 15 specie endemiche di orchidee. Questo è un posto fantastico che permette di rilassarsi durante le passeggiate. La pianura è attraversata in lungo e in largo da sentieri, ma ci sono alcune strade sterrate che si possono percorrere in auto. Si possono notare ancora delle pinnette, cioè le capanne utilizzate dai pastori. Esse generalmente sono di forma circolare, in pietra e con tetto di paglia. Scoprire i luoghi della Sardegna significa farsi avvolgere dalle sue ambientazioni senza tempo che sono a stretto contatto con la natura incontaminata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Cosa vedere nel Cagliaritano

In questa bella guida turistica che abbiamo deciso di proporre, vogliamo parlarvi di cosa poter vedere nel cagliaritano, un paese davvero unico e speciale, per ciò che riesce ad offrire ai propri turisti, che decidono di andare a visitarlo e conoscerlo...
Italia

Come trascorrere un fine settimana ad Assisi

Assisi è un comune italiano della provincia di Perugia in Umbria, maggiormente conosciuta come la città in cui nacquero, vissero e morirono San Francesco, patrono d'Italia e Santa Chiara. Un luogo perfetto in cui trascorrere un fine settimana tranquillo...
Italia

I migliori itinerari della Sardegna

La Sardegna è una delle mete turistiche nostrane apprezzate. Riceve ogni anno milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo, tra cui anche molti italiani e personaggi famosi. La Sardegna vanta paesaggi naturali di una bellezza mozzafiato, grazie...
Europa

Come visitare la Sardegna con il trenino verde

La Sardegna è un'isola meravigliosa, visitarla a bordo di un trenino, gustando paesaggi e scorci inaspettati, è un'esperienza indimenticabile. Questo servizio turistico ferroviario, promosso dall'Azienda Regionale Sarda Trasporti, permette di visitare...
Europa

Come visitare i dintorni di Sassari in Sardegna: Nuraghe Santu Antine e dintorni

La civiltà nuragica, unica al mondo nel suo genere, ha lasciato su tutto il territorio della Sardegna una quantità enorme di testimonianze archeologiche che ci parlano di un'antica e fiorente civiltà, che visse e prosperò per un arco di tempo molto...
Europa

Come visitare la Sardegna: Porto San Paolo e Isola di Tavolara

Quest'oggi, nei successivi passi di questa guida, vi spiegherò come visitare la Sardegna, o almeno una parte ben precisa di essa. La vivace costa a sud di Olbia è disseminata di località balneari che, durante la stagione estiva, sono in pieno fermento,...
Consigli di Viaggio

Sardegna: i siti archeologici più belli

Solitamente, quando si sente parlare della Sardegna, favolosa isola del Mediterraneo, non si può far a meno di immaginare acque cristalline ed incontaminate. Ma la Sardegna non è solo fatta di paesaggi paradisiaci e locali alla moda. Infatti la Sardegna,...
Italia

5 luoghi da visitare nella Sardegna occidentale

La Sardegna è un luogo unico, dove è possibile vedere dei panorami mozzafiato che riguardano non solo le spiagge bianche, le acque cristalline e i mari turchesi di questa fantastica isola, ma è anche possibile vedere tutta la zona occidentale che contiene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.