Come e cosa visitare in Sardegna: Tharros

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La Sardegna è una destinazione di viaggio appassionante e magica. Questa terra conserva anche attualmente le sue antiche tradizioni. Tutta l'isola offre ai turisti innumerevoli e sorprendenti spunti. Se nel nostro percorso abbiamo programmato una visita anche nella provincia di Oristano, non potremo farci mancare una tappa a Tharros. Si tratta di un importante sito archeologico nel comune di Cabras, proprio nella provincia di Oristano. Tharros è una città posizionata sul ramo a sud della penisola del Sinis, prospero porto fondato dai fenici nell'ottavo secolo avanti Cristo. Tutta la località si considerata infatti come un ampio museo all'aperto. Vedremo pertanto, qui di seguito, come e cosa visitare a Tharros, vanto della Sardegna.

27

Il sito archeologico di Tharros si trova in una posizione eccezionale. Gli fa da cornice lo splendido sfondo blu del mare. È uno dei luoghi più affascinanti da visitare nella Sardegna meridionale. Se si vuole godere completamente della magia del luogo, è bene sapere cosa e come poterlo visitare. I momenti più favorevoli sono le prime ore del mattino o poco prima del tramonto. In questi contesti troveremo il sito particolarmente silenzioso e suggestivo. Capo San Marco, il punto più meridionale della Penisola del Sinis, era già sede di una fiorente cultura nuragica, allorché i fenici, vi crearono un avamposto, intorno al 700 avanti Cristo.

37

Tharros, nel 510 a. C. Fu poi conquistata dai cartaginesi. Ma, trattandosi di un'importante base navale della Sardegna in posizione strategica, rimase sempre molto vulnerabile. Intorno al II e III secolo d. C. L'assetto urbano della città subì grandi cambiamenti. Riacquistò la sua importanza nel commercio internazionale solo successivamente, durante il periodo imperiale.

Continua la lettura
47

Nel periodo bizantino Tharros fu poi ridotta a castrum (fortificazione). Subì numerose incursioni da parte dei vandali e dei saraceni nordafricani. Fino a quando, nel 1070, la città venne abbandonata. La storia complicata e movimentata del sito diede vita a diversi stili di costruzione. Possiamo notarli anche adesso nelle rovine rimaste. In seguito, gran parte dell'antica città venne rasa al suolo. E si costruì la seconda e nuova capitale del Giudicato di Arborea: Oristano. Anche attualmente quest'ultima è una delle città più importanti della Sardegna. Da visitare assolutamente anch'essa!

57

Oltre alle rovine di Tharros, situato a pochi chilometri di distanza, nei pressi della strada principale, c'è il Parco comunale Oasi di Seu, un autentico paradiso della flora mediterranea. Continuando a visitare la magica Sardegna, percorreremo la strada sterrata di 3 Km. Giungeremo all'ingresso del parco, in un silenzioso e quieto mondo di sentieri sabbiosi e di natura incontaminata. Nell'aria si avverte un intenso profumo di erbe tipiche della Sardegna, che proviene da cespugli di macchia mediterranea: rosmarino, salvia selvatica, timo, lentisco, origano, finocchio selvatico, pino, biancospino. http://www.tharros.sardegna.it/.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come visitare la penisola del Sinis

Come visitare la Penisola Del Sinis: si tratta di una penisola che si estende nelle parte centro-occidentale della Sardegna, precisamente si colloca tra la baia di Is Arenas (con cui confina a nord) e il Golfo di Oristano (con cui confina, invece, a sud)....
Europa

Come e cosa visitare in Sardegna: le spiagge della Penisola del Sinis

La Sardegna è una delle isole più grandi e più belle del Mediterraneo e per questo motivo ogni anno viene visitata da migliaia di turisti, soprattutto durante il periodo estivo. Per scoprire le sue bellezze naturali, bisogna girarla tutta in quanto...
Europa

Come trascorrere un giorno a Sinis-Mal di Ventre

Se volete trascorrere una giornata all'insegna del relax, fuori dalle spiagge affollate della Sardegna, non potete non pianificare un itinerario nell'area marina protetta del Sinis-Mal di Ventre, precisamente nell'oristanese, tra spiagge di quarzo e limpidi...
Europa

Come e cosa conoscere in Sardegna: Arborea e Marina di Arborea

Siete finalmente in vacanza. Avete bisogno di un po' di meritato riposo però non avete ancora trovato la meta dove trascorrere le vostre vacanze. Bene, a quanto pare avete scelto la Sardegna, ottima scelta. I motivi per cui l'avete scelta possono essere...
Consigli di Viaggio

Come visitare le sette città reali: da cagliari a castelsardo

Questo itinerario di circa "285 km" ti condurrà attraverso le "sette città reali" in cui visitare la Sardegna, i suoi musei archeologici più famosi, e lungo alcuni splendidi tratti di costa. Da "Cagliari a Castelsardo" per coprire tutto, servono circa...
Europa

Come e cosa visitare in Sardegna a nord di Oristano: Bosa

Bosa è un Comune della Penisola Italiana popolato da circa 8.000 persone ed è una città davvero ricca di storia medioevale, la quale risulta dominata da un meraviglioso Castello sulla collina. In questo splendido territorio che si trova ad Oristano...
Italia

Itinerari ed escursioni in Sardegna

Seconda isola per estensione nel mar Mediterraneo, la Sardegna offre numerosi spunti per i turisti. Grazie ai suoi paesaggi mozzafiato, al mare e al clima mite, l'isola attira ogni anno un gran numero di visitatori. Oltre all'aspetto puramente paesaggistico...
Europa

Come visitare la Sardegna: i dintorni di Oristano

Oristano è il capoluogo della provincia Sarda, situato nella regione detta 'Campidano di Oristano'. È una famosa zona della Sardegna, caratterizzata da picchi ventosi e paludi costiere. Questi suggestivi contrasti tendono ad affollare le località balneari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.