Come e cosa visitare in Sardegna: Villanovaforru, complesso Nuragico di Genna Maria

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Nella zona della Marmilla in Sardegna, la pianura del Campidano cede il passo alle colline verdeggianti. Questo luogo è ricco di zone storiche ed archeologiche di grande interesse per gli amanti del genere. In questa guida vedremo come e cosa visitare nella bellissima Sardegna, in particolare Villanovaforru e il complesso nuragico di Genna Maria

25

Occorrente

  • Cartina della Sardegna
  • Macchina fotografica
  • Scarpe comode
35

Per arrivare al complesso nuragico di Genna Maria, dovremo seguire le indicazioni sulla segnaletica che ci portano verso il parco Archeologico (così è indicato sul cartello stradale), che si trova a circa 1 chilometro dal paese di Villanovaforru, sulla strada per Collinas. Dovremo quindi prendere la strada SS 131 e svoltare all'incrocio con la SP 52 in direzione Villanovaforru, poi dovremo imboccare la strada SP 49 in direzione Collinas. Il nuraghe è molto bello da vedere e dal punto di vista archeologico, è tra i più importanti dell'isola.

45

Una volt giunti al complesso nuragico di Genna Maria, potremo finalmente iniziare il nostro tour. Il complesso è situato sulla sommità della collina marmoso-calcarea di Genna Maria ed è costituito da un mastio centrale, intorno al quale è stato poi edificato il bastione trilobato. Molto più tardi fu aggiunta anche una cerchia muraria a difesa di un insediamento dell'Età del Ferro, dalla quale però oggi resta ben poco. Il mastio centrale, costruito nell'età del bronzo medio, oggi ospita una semplice camera privata di vani sussidiari. A nord-est del villaggio, lungo la strada per Lunamatrona, potremo trovare l'ArrubMuseo del Territorio Sa Corona Arrubia, dedicato alla flora ed alla fauna della zona, che contiene la ricostruzione di quattro diversi habitat naturali.

Continua la lettura
55

Un particolare curioso di questo luogo è la presenza di una seggiovia che ci permetterà di raggiunge senza alcuna fatica, il belvedere sulla Giara di Siddi, un posto davvero suggestivo. Per quanto riguarda i mezzi di trasporto che servono questa zona, si può segnalare la presenza di due autobus dell'ARST al giorno in arrivo da Cagliari ogni fine settimana. Inoltre sono presenti collegamenti con i vicini paesi di Sanluri e Sardara dal lunedì al sabato. Quindi seguendo le poche e semplici indicazioni riportate all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a visitare questi bellissimi posti appartenenti al territorio sardo. A questo punto non ci resta che organizzare il nostro viaggio individuando le zone che più ci interessano, preparare i bagagli e partire verso questi splendidi luoghi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come Arrivare e Visitare Sardara: Santuario Nuragico di Santa Anastasia e dintorni

Il Campidano, la lingua di terra che attraversa la Sardegna da Cagliari estendendosi a nord-ovest, è una pianura ricca di zone storiche da visitare. Tra esse vi è la cittadina di Sardara in cui potremo trovare il Santuario Nuragico di Santa Anastasia...
Europa

Come visitare le spiagge di Santa Maria Navarrese

Santa Maria Navarrese è un piccolo gioiello immerso nella macchia mediterranea sarda. Ricca di spiagge estremamente riparare, Santa Maria Navarrese è meta ideale di chi da una vacanza estiva cerca relax, spiagge incontaminate e bagni in acque turchesi...
Europa

Belgio: come visitare il complesso museale di Plantin-Moretus a Anversa

Il Belgio offre tante possibilità per visitare luoghi bellissimi ed affascinanti, ricchi di natura, scienza e storia come il famoso complesso museale di Plantin-Moretus a Anversa. Si tratta di un noto museo intitolato a due stampatori che ogni anno accoglio...
Europa

Come E Perché Visitare Il Monastero Di Santa Maria De Pedralbes

Se fai un viaggio nella splendida città Barcellona ci sono tantissime cose da non perdere. Le stupende piazze, le particolarissime strade, gli strani edifici e gli immancabili musei e le chiese. Soprattutto nel centro storico, sul lungomare e nella zona...
Europa

Come visitare Santa Maria Capua Vetere

Santa Maria Capua Vetere, poco lontana da un ansa del fiume Volturno, è un paese della provincia di Caserta. Vediamo come visitare al meglio la zona scelta. L'Anfiteatro Capuano, famoso quanto il Colosseo è celebre per le vicende legate al gladiatore...
Europa

Come e cosa visitare nell'iglesiente in sardegna: miniere di monteponi

Se avete scelto come meta vacanziera l'Iglesiente, in Sardegna, non ve ne pentirete! L'Iglesiente è un paradiso per gli occhi. Ha boschi, miniere e stradine di villaggi fantasma. Se volete avventurarvi nella zona dell'Iglesiente, dovrete raggiungere...
Europa

Come visitare la chiesa di Santa Maria a Mare sull'isola di San Nicola

Santa Maria a Mare a San Nicola: l'isola è il fulcro storico, amministrativo e religioso delle Tremiti, meraviglioso arcipelago del Mar Adriatico. Il territorio è vasto poco più di un chilometro e mezzo, presenta una larghezza di 450 metri con una...
Europa

Come visitare le spiagge di Lotzorai in Sardegna

Lotzorai è un comune situato nella costa centro-orientale della Sardegna, in provincia dell'Ogliastra. Il centro abitato si colloca ad un solo chilometro dal Mar Tirreno ed oltre ad essere un luogo di interesse archeologico e culturale, è un'ambita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.