Come e perchè visitare il castello di Fumone

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Fumone è una piccola località in provincia di Frosinone. Il nome è dovuto al fatto che il castello, che è posto sulla sommità del monte, venne usato per oltre 500 anni come punto di avvistamento. Le fumate che fuoriuscivano dalla torre avevano il compito di comunicare che i nemici si erano immessi sulla via Consilina e avvertivano quindi la popolazione dell'imminente pericolo. Si tratta di un ambiente molto particolare, ricco di storia e caratterizzato da un grande fascino, per cui vale sicuramente la pena visitarlo. Con i passaggi che seguono andremo a vedere più nello specifico come e perché visitare il castello di Fumone.

25

Occorrente

  • Una guida dettagliata
35

Conoscere la storia

Iniziamo subito col dire che nel 1925 il papa Celestino V, che aveva abdicato per ordine del suo successore Bonifacio VIII, venne imprigionato nel castello dove vi morì, si dice, assassinato. Nella fortezza, infatti, sono presenti la cappella costruita in sua memoria e la cella dove venne rinchiuso e dove trascorse gli ultimi mesi della sua vita praticamente come se fosse stato murato vivo. Alla fine del 600 la dimora passò in mano alla famiglia Longhi (che sono tuttora i proprietari) che vi fecero costruire anche un giardino pensile: questo, con i suoi meravigliosi alberi secolari, è unico nel suo genere in tutta Europa.

45

Conoscere Francesco Longhi

Cerchiamo ora di capire chi era esattamente Francesco Longhi. La prima leggenda riguarda l'ultimo figlio della famiglia Longhi, il marchesino Francesco, unico maschio e quindi unico erede dei beni di famiglia. Si narra che le sorelle, invidiose del fratellino, organizzarono un delitto a dir poco perfetto. Ogni giorno somministravano al povero Francesco dei piccoli frammenti di vetro mescolati al suo cibo, condannandolo in questo modo ad una morte lenta e atroce. Il piccolo morì, infatti, tra terribili sofferenze, a soli 5 anni. La madre, straziata dal dolore, ordinò che fosse imbalsamato e conservato all'interno di un teca di vetro. Così ogni giorno, Emilia Caetani Longhi, madre di Francesco, apriva la teca, cambiava i vestitini al suo bambino proprio come se fosse ancora vivo, gli portava i suoi giochi e passava intere giornate con lui. Ancora oggi, visitando il castello, passeggiando tra affreschi, arazzi, eleganti arredi e opere d'arte si giunge all'archivio, dove tra antichi manoscritti che vanno dal XVI al XIX secolo, si intravede, un po' consumata dal tempo, una piccola credenza. Aprendo lo sportello, un fragile corpicino, rinchiuso in una teca, viene offerto agli occhi increduli dei visitatori. Si tratta di un bambino perfettamente conservato, vestito di tutto punto e circondato da balocchi, giace immobile, come se dormisse. Secondo gli abitanti di Fumone, il castello sarebbe infestato dal fantasma di Emilia Caetani Longhi che ogni notte si reca dal suo figlioletto, e lo accarezza amorevolmente. Si racconta che anche lo stesso marchesino non abbia lasciato il castello e che il suo spirito, sempre allegro e particolarmente dispettoso, si diverta a nascondere e spostare oggetti.

Continua la lettura
55

Conoscere la prigione

Durante la permanenza nel castello non si può certamente fare a meno di visitare la prigione e il santuario di Celestino V. Si tratta di un santuario dedicato a papa Celestino V, nel quale regna un'atmosfera di infinita pace e tranquillità, proprio in contrapposizione con l'angusta cella dove venne rinchiuso fino alla sua morte. Si racconta che nella notte si sentano ancora riecheggiare dei suoni di pugni sui muri, proprio come se qualcuno implorasse disperatamente di essere liberato. Come avrete capito, il castello di Fumone è un luogo molto suggestivo, ricco di storia, di tradizioni e di avvincenti leggende.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

I più bei castelli da visitare nel Canavese

Ogni castello nel Canavese vanta di una sua storia e merita di essere visto. Già osservandoli da lontano si ci accorge di quanto mistero li avvolga. I primi castelli risalgono all'alto Medioevo, dove vissero molti casati nobiliari. Oggi questi fanno...
Italia

Valle d'Aosta: visitare i castelli della valle d'Ayas

La Valle d'Aosta offre, a chi si reca a visitarla, panorami unici e luoghi interessanti da visitare. Principalmente, una delle ricchezze della Valle d'Aosta è data dai numerosi castelli della valle d'Ayas disseminati sul suo territorio. Nella guida che...
Italia

5 punti panoramici e suggestivi da visitare a Napoli

Come vedremo nel corso di questa guida, Napoli può essere considerata una delle città d'Italia più belle e suggestive che vi siano, grazie alla presenza di luoghi a dir poco mozzafiato, luoghi incantevoli e romantici, spesso scelti come mete per vacanze...
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Lombardia

La Lombardia è una stupenda regione: oltre ad essere la più popolata d'Italia, è ricca di luoghi magnifici da vistare. Circa la metà del suo territorio è composto da pianura e sono presenti numerosi laghi nella regione. La Lombardia è anche ricca...
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Veneto

Il Veneto è una regione ricca di cultura e di storia, tant'è che risulta una delle regioni più visitate d'Italia. Il paesaggio offerti dal luogo in questione è molto vario, e spazia dal mare alla pianura arrivando persino alla montagna. Sparsi lungo...
Italia

I 10 borghi italiani più belli da visitare

L'Italia è un paese ricco di piccoli borghi medievali da visitare. Vi presenterò i 10 borghi italiani più belli, pieni di storie antiche che ti fanno viaggiare con la mente. Basta toccare le pietre, camminare lungo piccoli vicoli e chiudere gli occhi...
Italia

Come visitare i dintorni di Torino

I viaggi culturali o di piacere vertono sulle grandi città ed i capoluoghi di provincia. Questi luighi offrono straodinarie testimonianze storiche, scientifiche come anche naturali. Ai più giovani, garantiscono divertimento e vita notturna intensa....
Italia

Cosa visitare in Molise

Il Molise, penultima regione italiana per estensione e popolazione, si trova tra la dorsale appenninica ed il Mar Adriatico. Probabilmente, non ha mai ottenuto i giusti riconoscimenti. Dai paesaggi incontaminati, tipicamente montuosi e collinari, è ricco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.