Come e perchè visitare il Museo Guggenheim di Bilbao

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il Museo Guggenheim Bilbao sorge sulla riva sinistra del fiume Ria, al centro della città spagnola. Il Guggenheim Bilbao è stato aperto al pubblico nel 1997. La sua sua inaugurazione ha visto come ospite anche il Re di Spagna; da allora ospita opere d'arte per lo più contemporanee, di fatti le opere classiche costituiscono solo una misera parte della collezione. Frank Gehry ha concepito il Museo su tre differenti livelli, più un livello per gli aspetti tecnici del palazzo (condizionamento, refrigerazione, ascensori). Spazi così vasti permettono all'edificio di custodire anche mostre itineranti. L'interno del museo risulta più modesto rispetto alla facciata, probabilmente per porre in maggior risalto i quadri e le sculture a cui fa da magione. Se stai organizzando una vacanza nei paesi baschi, non potrai prescindere dal visitare questa maestosa e colossale struttura.

26

Occorrente

  • biglietto d'entrata
36

Struttura del museo

La notorietà del Museo è però dovuta soprattutto al suo progetto architettonico: il titanio è il materiale principe di quest'opera. L'atrio raggiunge l'altezza di cinquanta metri, ed è stato progettato in modo da poter diffondere la luce del giorno nei padiglioni di tutti i livelli. Le parti trasparenti dell'edificio sono costituite da un doppio cristallo termico, necessario alla perfetta conservazione dei capolavori in esso contenuti. Il Guggenheim Bilbao ha ricevuto il Premio Internazionale Puente de Alcantara, nel 1998.

46

Visita del museo

All'interno del Museo, è infatti possibile ammirare alcuni tra i maggiori capolavori dell'arte contemporanea; un tour che, per citarne alcuni, passa per i bellissimi ''graffiti'' densi e devastanti del newyorkese Jean-Michel Basquiat, la flash art di Boltanski, la transavanguardia di Francesco Clemente, le suggestive installazioni di Fujiko Nakaya, il ''mondo'' di Navarro, il dualismo astratto di Rothko, fino a raggiungere i cento tragici sorrisi della Marilyn di Warhol. Purtroppo, nonostante il corposo elenco, le opere ad artista si limitano ad un esiguo paio per nome. Negli spazi bianchi si possono ammirare quadri di artisti locali.

Continua la lettura
56

Orari di apertura e costi

Nel Museo non è permesso scattare foto, portare animali, toccare o trasportare bagagli ingombranti ed, ovviamente, non è permesso fumare. Il Museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 20; durante i mesi di luglio ed agosto la struttura resterà aperta anche il lunedì. Per quanto riguarda il prezzo dei biglietti, varia da 7.50 euro per anziani e ragazzi sotto i 26 anni; 11 euro per i gruppi formati da minimo 20 persone; 13 euro per gli adulti. I bambini ed i membri del museo entrano gratis.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere attentamente la guida.
  • Questa guida è redatta a solo scopo informativo, perciò chiedete sempre suggerimento a persone esperte nel settore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come visitare il museo Van Gogh ad Amsterdam

Amsterdam è detta la Venezia del Nord per il suo tipico aspetto urbanistico, lo sviluppo dei suoi canali, il numero dei ponti; presenta una topografia caratteristica ed è la città più popolata e industrializzata dei Paesi Bassi. Città ricca di fascino...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare il Museo della Storia di Budapest

Budapest, capitale dell'Ungheria ha una storia complessa ed affascinante che inizia nel lontano 1873 quando il quartiere residenziale di Buda e l'antica Obuda, sulla sponda occidentale del Danubio, si fusero con il centro industriale di Pest, situato...
Consigli di Viaggio

Come arrivare e visitare il museo delle cere anatomiche di Susini a Cagliari

Cagliari è il capoluogo della Sardegna e non si può che rimanere affascinati dinnanzi alle sue bellezze e alla sua originalità. Dal mare cristallino (situato a due passi dalla città) alle stupende strutture monumentali storiche. Ma vi sono anche dei...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare il Museo D'Orsay a Parigi

Quando si pensa a Parigi viene in mente immediatamente un luogo colmo di cultura. Essa infatti rappresenta sicuramente una delle città europee più belle e piene di storia ed arte. Ed è per questo motivo che è apprezzata dai tantissimi turisti provenienti...
Consigli di Viaggio

Guida al Museo Civico di arte antica di Torino

La guida di oggi ci accompagnerà alla scoperta del Museo Civico di arte antica di Torino. Questa incantevole città è ricca di bellezze architettoniche. Ed offre anche dei siti atti all'accoglienza di mostre e rappresentazioni culturali. Il Museo Civico...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere il Museo di Capodimonte a Napoli

Il Museo di Capodimonte è una delle più importanti istituzioni museali della città di Napoli. Esso, presenta una collezione permanente di interessantissimo valore storico ed artistico, e spesso relega delle zone specifiche per le installazioni temporanee...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere il museo archeologico nazionale di Napoli

Con l'avvicinarsi della bella stagione c'è voglia di organizzare gite fuori porta, che magari appaghino anche un desiderio culturale. Una meta, rispondente a tale finalità, potrebbe essere il Museo Archeologico Nazionale di Napoli che vanta un ricco...
Consigli di Viaggio

Città del Messico: i musei da non perdere

Città del Messico è una capitale che offre numerose attrazioni con le sue 300 colonias, il centro storico, i suoi importantissimi musei, i siti archeologici. Infatti chi visita Città del Messico non può assolutamente perdere l'occasione di fare un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.