Come e perchè visitare la Reggia di Caserta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Reggia di Caserta è un' opera architettonica che dal 1997, insieme al complesso di San Lucio, è patrimonio dell' UNESCO. Essa fu voluta da Carlo di Borbone, per mostrare la magnificenza del suo regno. I lavori furono progettati da Luigi Vanvitelli e nel 1752 fu posata la prima pietra. La scelta di Caserta come sede della residenza reale è dovuto al fatto che Carlo di Borbone fu particolarmente affascinato dal territorio casertano. Inoltre spostandolo verso l' entroterra, essa sarebbe stata meno esposta al rischio di attacchi. Il progetto prevedeva anche un collegamento diretto con la città di Napoli, progetto realizzato però soltanto in parte. I lavori proseguirono per diversi anni ed essa fu abitata da numerosi sovrani.
In questa guida vediamo come e perché visitare la Reggia di Caserta.

25

Il perché visitare la Reggia di Caserta è semplice: se amate la storia e siete incuriositi nel vedere in quale magnificenza vivevano i re del passato, la Reggia con le sue 1200 stanze, vi offre la possibilità di questo tuffo nel passato. Inoltre è uno dei capolavori architettonici di maggior rilievo in Italia, visitato ogni anno da milioni di turisti.

35

Vediamo ora come visitarla.
Gli orari di apertura e i prezzi del biglietto sono consultabili direttamente on line. Inoltre ogni prima domenica di ogni mese è possibile visitare sia l' interno che l' esterno gratis.
La Reggia oltre ad avere un percorso interno, dove poter ammirare le stanze, ha anche un magnifico parco esterno. Il consiglio è dunque di organizzare una gita fuori porta di un' intera giornata, per percorrerla in lungo e largo.
L' interno è diviso in diverse ale e consta di 1200 stanze. Appena entrati, ammirerete lo scalone, composto da due enormi rampe di scale, che vi permetterà di arrivare agli appartamenti reali.
Un percorso guidato vi aiuterà nella visita delle stanze. Di particolare bellezza, data anche la sua grandezza è la sala del trono. Curiosità di tale sala è che essa rimase spoglia per circa mezzo secolo. Fu Francesco I a commissionare i lavori, terminati solo nel 1845 ad opera dell' architetto Genovesi.
La Reggia ha anche una Cappella Palatina ed un piccolo teatro.
Una curiosità è che essa aveva anche un bagno con un bidet, definito come " uni strano oggetto a forma di chitarra".

Continua la lettura
45

Il parco è di circa 120 ettari e se vorrete percorrerlo per intero vi aspettano circa 3 chilometri di passeggiata. Esso è formato da due viali paralleli tra loro, al cui centro ci sono numerose vasche e fontane. Durante il cammino potrete ammirare la fontana dei Delfini, la fontana di Eolo, (opera rimasta però incompiuta), di Cerere, di Venere e Adone, sino a giungere a quella di Diana e Atteone. Dietro la fontana si erge una cascata la cui cima è raggiungibile salendo una delle due rampe di scale. Si arriva così ad un gazebo, da cui si vede il panorama circostante.
Accanto al giardino all' italiana, la Reggia possiede anche un giardino all' inglese, voluto da Carolina d' Austria. Caratteristica di tale giardino sono le innumerevoli piante che furono importate da gran parte del mondo e un insieme di laghetti, colline e stagni artificiali. Esso fu progettato da Carlo Vanvitelli con il giardiniere britannico Graefer.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come trascorrere una bella giornata a Caserta

Capoluogo di provincia della Campania, con circa 87.000 abitanti, Caserta è situata nella pianura della cosiddetta "Terra di Lavoro", ai piedi del Monte Tifata. Sorta su un insediamento probabilmente preromano, che in epoca longobarda prese il nome di...
Europa

Come visitare le frazioni più vicine a Caserta

L'Italia è un paese ricco di storia e di paesi ancora dal tipico sapore storico, che conservano in loro molte caratteristiche immutate nel tempo. La Campania è una di esse, ed è una delle regioni più visitate ed apprezzate sia da turisti che dagli...
Italia

Napoli e dintorni in auto

Le strade di Napoli non sono mere arterie urbane o percorsi cittadini sui quali muoversi occasionalmente, ma ognuna di esse costituisce un proprio paesaggio culturale e geografico assolutamente da non perdere che rende la città Partenopea una delle più...
Asia

I 5 patrimoni dell'UNESCO da non perdere in Italia

UNESCO è l'acronimo di alcune parole inglesi. Le prime sono United Nations Educational. Seguono le altre: Scientific and Cultural Organization. Nacque nel 1945 durante la CAME (Conferenza dei Ministri Alleati dell'Educazione). La sua entrata in vigore...
Europa

Come visitare Santa Maria Capua Vetere

Santa Maria Capua Vetere, poco lontana da un ansa del fiume Volturno, è un paese della provincia di Caserta. Vediamo come visitare al meglio la zona scelta. L'Anfiteatro Capuano, famoso quanto il Colosseo è celebre per le vicende legate al gladiatore...
Italia

Consigli per organizzare una vacanza a Napoli

Napoli è una delle città più discusse dei nostri tempi. Contraddittoria, magica e imprevedibile, racchiude una vasta gamma di caratteristiche che la rendono unica al mondo. Terra che trasuda storia e cultura, è caratterizzata da sempre dal temperamento...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare il teatro La Scala di Milano

Il Teatro La Scala di Milano rappresenta, sicuramente, uno dei principali simboli che caratterizzano il capoluogo della Lombardia. Esso, inoltre, risulta essere uno dei teatri più importanti della penisola italiana, in cui vengono eseguite delle rappresentazioni...
Consigli di Viaggio

I 10 giardini più belli d'Italia

L'Italia è un paese che ospita città davvero fantastiche e belle, con parchi stupendi e dove poter trascorrere del tempo libero in totale rilassatezza, sdraiati sul prato o semplicemente passeggiando tra i vialetti immersi nella natura. In questa guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.