Come e perchè visitare la Valle dei Templi ad Agrigento

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'Italia rappresenta un paese ricco di storia, di arte e di cultura. È per questo motivo che turisti da tutto il mondo vi giungono per ammirarne le infinite bellezze. Tra queste non bisogna assolutamente sottovalutare la Valle dei Templi situata ad Agrigento,storico capoluogo siciliano. Si tratta sostanzialmente di una zona archeologica che dal 1997 fa parte del patrimonio mondiale dell'umanità secondo l'UNESCO. In questa guida pertanto verrà spiegato come e perché visitare la Valle dei Templi.

25

Per poter arrivare presso La Valle dei Templi bisogna raggiungere innanzitutto la città di Agrigento. Per farlo è possibile utilizzare diversi mezzi a seconda delle proprie esigenze: per chi si trova nelle vicinanze è meglio adoperare l'automobile, altrimenti è consigliabile prendere l'aereo. La Valle dei Templi è composta al suo interno da numerose rovine di necropoli,templi antichi, tombe e fortificazioni. Tra i templi più famosi vi senza dubbio quello di Giunone chiamato anche Tempio di Hera Lacinia. Esso è stato edificato nel V secolo a. C. Per poi essere distrutto nel 406 a. C. Dai Cartaginesi.

35

Un altro tempio che vale la pena di visitare è sicuramente quello dedicato al dio Eracle (Ercole). Esso in principio era caratterizzato da 38 colonne, ma oggi ne rimangono solo 8 di cui 4 con il capitello perché venne distrutto da un terremoto. Prima del Tempio di Eracle, vi è una necropoli paleocristiana, con i loculi scavati nelle pareti della roccia negli Ipogei di Villa Aurea, chiamate Catacombe di Fragapane. Successivamente è possibile spostarsi alla Tomba di Nerone, nell'area archeologica occidentale: si tratta di un monumento romano dalla forma quadrata caratterizzato da 4 colonne ioniche con capitelli dorici che sostengono la trabeazione.

Continua la lettura
45

In seguito si possono ammirare le notevoli dimensioni del Tempio di Giove Olimpico, mai terminato, costruito nel 480 a. C. Dopo la vittoria sui Cartaginesi. Oggi è poco più che un rudere, ma la sua caratteristica principale sono le notevoli statue che hanno sembianze umane. Inoltre non mancare di visitare l'Ekkesia, il Tempio di Falaride ed il Museo Archeologico Regionale.

55

Da non dimenticare anche il Tempio di Castore e Polluce, dedicato ai due gemelli che secondo la leggenda sono figli della Regina di Sparta e di Giove. Il Tempio di Vulcano, di Esculapio, di Terone, sono tutti distrutti, purtroppo ne rimangono solo poche colonne visibili. È possibile visitare questi luoghi solitamente dal mattino fino al pomeriggio ed il costo del biglietto si aggira intorno ai 10 euro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come pianificare una visita alla Valle dei Templi di Agrigento

La Valle dei templi di Agrigento rappresenta uno dei siti archeologici più belli della civiltà greca presenti in Sicilia, e di recente è divenuto patrimonio mondiale dell'umanità. Si tratta di una delle mete turistiche e culturali più importanti...
Consigli di Viaggio

Come visitare la Valle Quarazza e il lago delle Fate

La Valle Quarazza è una vallata del Piemonte, posta lateralmente alla Valle Anzasca. È nota essenzialmente per l'incantevole "Lago delle Fate", caratterizzato dalle sue acque blu e verde scintillante. Il lago fu costruito dall'uomo, attraverso lo sbarramento...
Consigli di Viaggio

I 10 templi buddisti più belli del mondo

Il tempio buddista è in onore di Buddha, il precursore della religione buddhista. La parola "buddha" è il participio passato di "budh", che significa prendere coscienza, risvegliarsi. Secondo la religione Buddhista, si tratta di un essere che ha conseguito...
Consigli di Viaggio

Le migliori località per la settimana bianca in Valle d'Aosta

Quando si parla di organizzare la settimana bianca, non si può davvero fare a meno di pensare alla regione più piccola e caratteristica d'Italia. La Valle d'Aosta si posiziona al primo posto per quanto riguarda le diverse proposte di divertimenti sulla...
Consigli di Viaggio

5 itinerari in Valle d'Aosta

Partire per dei lunghi viaggi assieme ai nostri amici od assieme ai nostri parenti è un qualcosa di molto bello e allo stesso tempo anche di molto entusiasmante. Tra le varie regioni d' Italia che possiamo visitare ce ne sono alcune molto belle ed affascinanti...
Consigli di Viaggio

Valle d'Aosta: guida ai laghi più belli

La Valle d'Aosta è una piccola perla della penisola Italiana incastonata tra le Alpi dove gli sciatori in inverno trovano il loro paradiso ma dove anche in estate escursionisti e scalatori, appassionati di trekking e della natura si appagano pienamente...
Consigli di Viaggio

Valle d'Aosta: i migliori itinerari in mountain-bike

Se siete amanti della natura e dello sport, la guida Valle d'Aosta: i migliori itinerari in mountain-bike è ciò che fa per voi. Infatti questa piccola, seppur bellissima regione situata ai piedi delle Alpi, offre scenari mozzafiato, da ammirare percorrendo...
Consigli di Viaggio

10 siti archelogici da visitare

Di siti archeologici, il mondo, ne è pieno. Alcuni sono meno conosciuti, mentre tanti altri sono meta dei viaggi di migliaia di appassionati e non. Che dire, il fascino di scoprire i luoghi e le strutture un tempo popolate da antiche civiltà, colpisce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.