Come e perchè visitare Pienza

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La Toscana è una una delle regioni italiane in cui si conservano i maggiori tesori dell'arte e della cultura nazionali: una delle sue cittadine più visitate si chiama Pienza e si trova in provincia di Siena. Il suo centro storico è così tanto affascinante da essere stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. In realtà però la sua crescita è iniziata solo a partire dal 1400: prima Pienza si chiamava Corsignano. In seguito all'elezione a papa, con il nome di Pio II, qui nato, fu trasformata nella città perfetta del Rinascimento. Nella seguente guida vi sarà spiegato come e perché visitare Pienza.

25

Arrivare a Pienza

Arrivare a Pienza non è difficile: con l'automobile è necessario percorrere la A1, che si provenga da Firenze o Roma. Nel primo caso si esce a Val di Chiana, nel secondo a Chiusi-Chianciano Terme. Per chi arriva da Siena, deve percorrere la Cassia. In alternativa è possibile prendere il treno, che però ferma alla stazione di Chianciano Terme. Una volta giunti a destinazione, si può pensare di percorrere a piedi il suggestivo centro storico. Per cominciare potete visitare il Duomo dedicato a Maria Assunta. Tale edificio fu fortemente voluto da Papa Pio II, che ne commissionò la costruzione a Bernardo Rossellino. La facciata è in travertino ed è caratterizzata da lesene e cornici e su di essa svetta il campanile dalla forma ottagonale.

35

Visitare il Palazzo Piccolomini

Uscendo dal Duomo, a sinistra si trova Palazzo Piccolomini, anch'esso opera di Bernardo Rossellino, sotto la supervisione di Leon Battista Alberti. Lo stile di quest'ultimo è evidente nella facciata a bugnato dell'edificio, che ricalca le forme e lo stile del Palazzo Rucellai di Firenze. Per visitarne l'interno, il palazzo è aperto dal martedì alla domenica e comporta un biglietto di ingresso dal costo di € 7,00 che può anche essere prenotato in anticipo attraverso il contact center o il sito web. È certamente possibile richiedere delle visite guidate, che comprendono anche il Giardino Rinascimentale.

Continua la lettura
45

Visitare la Chiesa di San Francesco e il Museo Diocesano

Tra gli altri siti di interesse, sono da annoverare la Chiesa di San Francesco, la quale è finemente decorata con rari affreschi trecenteschi; il Museo Diocesano, ospitato nel Palazzo Borgia, dove sono conservate, tra le altre, opere di Francesco Di Giorgio Martini e Pietro Lorenzetti. Il museo è chiuso il martedì e il biglietto di ingresso costa € 4,50. Degne di nota sono anche le chiese di San Giovanni e Santa Caterina; quest'ultima conserva al suo interno un affresco di Madonna col Bambino molto venerata dalla gente del posto.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Degne di nota sono anche le chiese di San Giovanni e Santa Caterina; quest'ultima conserva al suo interno un affresco di Madonna col Bambino molto venerata dalla gente del posto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare La Val D'Orcia In Toscana

La Val d'Orcia non è solo una grande valle nel cuore della Toscana, è un luogo magico dal punto di vista paesaggistico e culturale. Qui è presente una natura straordinaria, con campagne bellissime e borghi medievali affascinanti. Nasce tra due province,...
Europa

Come visitare le zone del Monte Amiata

In questa guida verranno dati utili consigli su come visitare le zone del Monte Amiata. Per chi non lo sapesse, il Monte Amiata corrisponde ad un monte spiovente situato in Toscana, esattamente nelle zone della Maremma. Si interpone tra le due provincie...
Europa

Come visitare Leeds Castle

Se soggiornerete in Inghilterra, potreste visitare Leeds Castle. Nel 1254, il re Edoardo I sposò Eleonora di Castiglia. L'amore immenso per la moglie lo indusse a costruire per lei una residenza da fiaba. Nacque così, Leeds Castle. È il castello più...
Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare Lisbona

Con il periodo estivo che è alle porte le capitali europee sono ormai le mete più ambite da chi ha voglia di fare un viaggio. Una delle mete più belle che ci sono da visitare è proprio Lisbona, cioè la capitale portoghese. Lisbona è una città dalle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare Madrid in 3 giorni

Se si decide di visitare una capitale europea in un weekend lungo, cioè di tre giorni, ci affanniamo a vedere tutto quello che il limitato tempo disponibile ci concede. Madrid è certamente una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo, sia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.