Come e perché visitare Yogyakarta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Yogyakarta è una regione speciale dell'isola di Giava, situata in Indonesia. La città è il principale centro culturale e artistico del Paese. Il nome della provincia è composto da due parole: "Yogya", che significa "adatto", e "karta" che significa prosperare. Yogyakarta, quindi, è letteralmente una città florida, adatta a prosperare. Ecco come e perché visitare Yogyakarta almeno una volta nella vita.

25

Se Jakarta è il centro finanziario e industriale del Paese,Yogyakarta è simbolo di tradizione orgogliosa. Qui la lingua si trova ancora nella sua forma più pura e i costumi locali vengono valorizzati in ogni modo. I centri commerciali, gli internet point e i semafori non sono riusciti a piegare l'animo dei cittadini. Le tradizioni della regione sono più vive che mai, ma la città è sempre aperta agli stranieri. Il gran numero di hotel e ristoranti, adatti a tutte le tasche, lo dimostrano chiaramente.

35

Yogyakarta è la sede di importanti siti archeologici come Borobudur e Prambanan. Entrambi sono stati dichiarati patrimonio dell'umanità dall'UNESCO e risalgono al IX secolo d. C. Prambanan è un complesso di monumenti, mausolei e templi induisti che all'inizio annoverava 232 strutture. I templi principali sono tre e sono dedicati alle divinità indiane di Shiva, Brahmα e Vishnu. Alto 47 metri e diviso in 6 livelli, il tempio di Shiva ruba la scena agli altri due che sono nettamente più piccoli. Da ammirare sono soprattutto i bassorilievi sul primo livello e la statua del fiore di loto contenente il dio Shiva. Questa è situata nella scalinata est ed è circondata da altre celle dedicate a Ganesh, al maestro di Shiva e alla moglie della divinità.

Continua la lettura
45

Il complesso del tempio Borobudur, invece, è paragonato alle Piramidi di Giza per la sua maestosità. Esso è alto 35 metri e poggia su 1.600.000 colossali blocchi di pietra. L'edificio sembra quasi una montagna ed è composto da vari livelli di gradini. È il monumento più visitato dell'Indonesia sia per la sua storia che per le sue caratteristiche architettoniche. La struttura, infatti, è composta da 10 terrazze che rappresentano le 10 fasi del cammino spirituale. Esse sono raggruppate in 3 regni che corrispondono ai regni del samsara. Il primo è il regno del desiderio, il secondo è il regno della forma pura e il terzo, invece, è il regno del senza forma.

55

Oltre a questi monumenti vanno ricordati anche i templi di Ratu Boko, Plaosan e Sewu. Il vulcano Merapi e il museo Ullen Sentalu, tra i più moderni del Paese, sono anch'essi degni di nota. L'aeroporto internazionale di Yogyakarta è un punto cruciale per tutti i turisti. Chi vuole visitare il Paese può atterrare qui e alloggiare in uno degli hotel più vicini. L'aeroporto si trova a 10 km dal centro ed è ben connesso ai trasporti pubblici. Autobus, treni e taxi sono sempre a disposizione dei viaggiatori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Oceania

Nuova Caledonia: spiagge e luoghi d'interesse da visitare

La stagione migliore per organizzare la propria vacanza è proprio l'estate che è ormai arrivata. Per staccare la spina dalla vita quotidiana e soprattutto dal lavoro non c'è cosa migliore che organizzare il proprio viaggio in uno dei paradisi terrestri...
Oceania

I 10 migliori luoghi da visitare in Australia

Per molti un viaggio in Australia rappresenta il sogno della vita. Questo luogo lontano affascina soprattuttioper le sue bellezze naturali e per le grandi città isolate. Ma quali sono i 10 migliori luoghi da visitare in Australia? Vediamoli subiti insieme:...
Oceania

Cosa visitare in Australia

Quando si viaggia, è indispensabile organizzare in maniera corretta la propria vacanza perché solo in questo modo è possibile evitare tutti i possibili inconvenienti che potrebbero rovinare i nostri giorni di relax. Per poter realizzare un programma...
Oceania

Come visitare la Melanesia

Di tutte le isole che fanno da corona allo zoccolo continentale dell'Oceania, cioè dell'Australia, quella della Melanesia, isole nere perché abitate da popolazioni di pelle scura, formano l'arco più interno. Si trova tra Equatore e Tropico, quindi...
Oceania

Come visitare L'Isola Del Sud Della Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda è la nazione situata esattamente agli antipodi rispetto all'Italia. Dal clima mite, è scarsamente abitata, in particolar modo l'isola del Sud che conta meno di un milione di abitanti. Tuttavia, questo meraviglioso posto, ospita un considerevole...
Oceania

Come visitare Raiatea

Raiatea fa parte delle cosiddette "Isole della Società" (Polinesia francese) ed è famosa per il turismo, sia perché è uno dei porti di scalo delle navi da crociera, sia perché è definita "sacra" per le sue leggende che, regalano un fascino misterioso,...
Oceania

10 cose da visitare ad Auckland

La Nuova Zelanda è una terra davvero meravigliosa da esplorare: tra paesaggi mozzafiato, storia e tanta cultura, la prima meta da prendere in considerazione durante la realizzazione di questo paese è sicuramente Auckland. Questa città, perfetta sintesi...
Oceania

Nuova Zelanda: come muoversi e cosa visitare

Lontanissima dall'Europa e dal cuore delle Americhe, l'Oceania è un continente selvaggio e poco esplorato, che nasconde al suo interno meraviglie naturali da lasciare a bocca aperta ogni genere di turista. Nonostante il ruolo di rilievo che occupa la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.