Come fare un InterRail in Spagna

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Da sempre la passione della maggior parte della gente è quella di viaggiare. Ci sono diversi metodi per viaggiare, da quello in automobile, in aereo, in nave, fino ad arrivare al treno. Da non pochi anni ormai c'è la possibilità di effettuare un viaggio in treno attraverso tutta l'Europa o per una singola nazione. In Spagna sono molte le città che potete aver modo di visitare tramite questo spettacolare mezzo che è proprio il treno. Per quanto riguarda l'interrail ci sono varie tipologie di biglietti da acquistare. Si va da quello settimanale, a quello di due settimane fino ad arrivare a quelli mensili. Le città in Spagna che potrete visitare sono molte tra cui le più importanti: Madrid, Barcellona, Valencia e Malaga. In questa guida vi spiegherò passo dopo passo come fare un interrail Spagna.

24

Il primo tragitto di cui vi vorrei parlare, è quello per raggiungere la capitale spagnola ossia Madrid. Se partite dall'Italia dovrete andare a prendere il treno Eurostar che parte da Milano. Poi attraversare l'Europa tramite la Francia per poi giungere in Spagna. Il tempo che trascorrerete in treno lo potrete utilizzare a vostro vantaggio facendovi il piano di viaggio. Il viaggio in treno può sembrare molto stancante e noioso siccome si parla di più di 10 ore con anche le varie soste nelle stazioni, ma non è in alcun modo così infatti il viaggio è molto rilassante e sarete messi a proprio agio.

34

Da Madrid dove vi consiglio di soggiornarci tre o quattro giorni vi consiglio di andare a visitare la meravigliosa città catalana di Barcellona. Il tempo di viaggio da Madrid a Barcellona è di due ore e cinquanta minuti con il treno veloce. Il viaggio anche tra queste due città risulta molto rilassante, inoltre i binari ferroviari sono situati in luoghi molto suggestivi. Infatti mentre state in viaggio e magari per chi ama molto la fotografia, sarebbe interessante immortalare quei paesaggi che magari non avreste mai visto se non con l'interrail.

Continua la lettura
44

Da Barcellona dove potrete stare anche per cinque giorni vi consiglio di andare a visitare prima Valencia che si trova nella stessa regione di Barcellona ossia la Catalogna e poi visitare anche la bellissima e tipica città di Malaga. Da Barcellona a Valencia il viaggio dura appena 2 ore e 55 minuti dove passerete per le coste del sud della Spagna. A Valencia essendo una città piccola vi consiglio di soggiornarci massimo 3 giorni per poi andare a visitare la città di Malaga. Qui il viaggio dura molto di più, infatti a causa di un cambio di treni che dovrete effettuare, in tutto dovrete passare intorno alle 7 ore e 40 minuti. Arrivato a questo punto non mi resta altro che augurarvi un buon viaggio e un'esperienza fantastica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come organizzare un interrail in Grecia

Le vacanze estive sono giunte al loro culmine. A distanza di un anno, schiere di lavoratori pianificano le proprie vacanze. Il ponte di ferragosto è ormai dietro l'angolo e il tempo per organizzarsi stringe sempre più. Le idee sono sempre le stesse:...
Consigli di Viaggio

Come fare un Inter - Rail in Germania

Se ci piace fare viaggi all'insegna dell'avventura, l'inter-rail è proprio quello che fa per noi. Si tratta di un biglietto che permette di fare viaggi illimitati con il treno in tutta l'Europa e il Nord Africa per un certo periodo di tempo. Grazie a...
Europa

Come organizzare un viaggio economico nei paesi baltici

Viaggiare è una delle esperienze più belle che si possano fare. Ovviamente per poter viaggiare dovremo essere in grado di organizzare la nostra vacanza in base alle nostre disponibilità economiche e per farlo dovremo conoscere una serie di informazioni...
Europa

Come organizzare un viaggio economico nella Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca

Anche se sono mete meno note e frequentate di altre, le antiche città della Repubblica Ceca e della Slovacchia offrono attrazioni e meraviglie architettoniche tali da meritare sicuramente di essere prese in considerazione quando si sta pianificando un...
Europa

Come organizzare un viaggio economico in irlanda

Se vi è stato proposto un viaggio, scegliete l'Irlanda, un'isola ricca di storia e, paesaggi incantevoli e mistici. Tuttavia trattandosi di un'isola non molto grande sarà abbastanza facile poterla visitare e gustare un buon bicchiere di birra nei tipici...
Europa

Come organizzare un viaggio economico in danimarca

La Danimarca potrà essere la più piccola nazione scandinava, ma è veramente molto bella. Assomiglia alla Svezia e alla Norvegia per le politiche sociali, e al resto d'Europa per il prezzo degli alimenti e delle imposte. È una via di mezzo tra i suoi...
Europa

Come organizzare un viaggio economico in croazia

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di viaggi e, nello specifico, di viaggi in Croazia. Infatti, come avrete già potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso di questa guida, ora andremo a spiegarvi Come organizzare un...
Europa

Come organizzare un viaggio economico in Svezia

La Svezia è uno dei paesi meno conosciuti, ma davvero ricco di tantissime meraviglie. Tra le sue città Stoccolma, la capitale, è certamente la più famosa, e una visita non può mancare. Ma naturalmente esistono anche altri centri molto interessanti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.