Come muoversi a Venezia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Venezia è una delle città più belle e caratteristiche del mondo. È visitata ogni anno da moltissimi turisti. Il modo migliore per girare Venezia è a piedi, i veneziani stessi lo preferiscono e combinano gli spostamenti a piedi, con i trasporti pubblici, in vaporetto o in traghetto. In questa guida vedremo come fare per riuscire a muoversi nella città di Venezia.

26

Usare i vaporetti e i motoscafi

Il primo metodo per spostarsi a Venezia è quello di utilizzare dei vaporetti o dei motoscafi.
L'Actv gestisce due tipi di imbarcazioni: i vaporetti per gli spostamenti comuni e i più veloci motoscafi. Entrambi seguono percorsi prestabiliti e sono indicati da un numero esposto nella parte anteriore. Naturalmente, lo stesso numero percorre la linea in entrambe le direzioni, per cui è importante verificare che la fermata giusta. I punti in cui è più facile sbagliare sono la stazione ferroviaria e San Zaccaria, sempre molto affollati.

36

Utilizzare la navetta

Districarsi nella rete dei percorsi d'acqua di Venezia è più facile di quanto possa sembrare. La linea principale è la numero 1, che percorre il Canal grande (piazzale Roma-Vallaresso-Lido e ritorno). Anche la linea 82 percorre il Canal grande, ma prevede meno fermate. Vi è poi un altro 82 che va da San Zaccaria a piazzale Roma passando per il Canale della Giudecca. La linea Laguna nord raggiunge le isole di Murano e Burano dalle fondamenta Nuove. La navetta T, infine, collega Burano e Torcello.

Continua la lettura
46

Acquistare il biglietto

I biglietti si possono acquistare in quasi tutti i punti di imbarco e nei negozi e nelle tabaccherie che espongono il logo dell'Actv, oppure direttamente a bordo ma con un sovrapprezzo. I biglietti di corsa singola hanno il prezzo fisso di 5 euro (2 euro per la navetta sul Canal grande), a prescindere dalla lunghezza del nostro tragitto. Vanno convalidati prima di salire a bordo nelle apposite macchine obliteratrici poste sui moli di imbarco.

56

Utilizzare i traghetti

Un secondo metodo per spostarsi prevede l'utilizzo di traghetti. Poiché i ponti sul Canal grande sono solo tre, i traghetti di Venezia sono un servizio insostituibile. Sono da considerare come dei ponti che ci permetteranno di risparmiare veramente molto tempo. Sono utilizzati soprattutto dai veneziani, ma, se riusciremo a familiarizzare con questo sistema, i nostri spostamenti saranno decisamente agevolati. Le fermate non sono molto riconoscibili, dovremo cercare l'insegna gialla con la scritta 'Traghetto'. Una corsa costa 0,50 euro e si paga direttamente a bordo.

66

Utilizzare i taxi d'acqua

I taxi d'acqua sono veloci ma molto costosi, infatti si parte da 14 euro per i primi 7 minuti, poi scattano ulteriori 0,30 euro ogni 15 secondi. Sono inoltre previsti sovrapprezzi per ogni bagaglio nei giorni festivi e tra le 22 e le 7 di mattina, e per ogni passeggero oltre il numero di 4. Il taxi acqueo può essere fermato direttamente lungo i canali, ma è più facile telefonare, anche se in questo modo scattano subito 6 euro prima ancora di partire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Venezia

Venezia senza dubbio è una città unica al mondo. È una città dal fascino indescrivibile, uno di quei pochi posti che vale la pena visitare almeno una volta nella vita, perché si vive un'emozione unica e irripetibile. Tuttavia, c'è tanto da ammirare,...
Europa

Come organizzare una gita tra il Carso e il mare in Friuli Venezia Giulia

Deciso. Questo le ferie, anche brevi, si trascorrono in Friuli Venezia Giulia. L'Italia è ormai stata scoperta per intero. Rimane ancora all'oscuro questa terra alla di tradizioni e natura alla frontiera. Tutto concentrato nella discesa dal Carso al...
Europa

Come visitare L'Isola Di San Giorgio Maggiore A Venezia

Venezia è sicuramente una delle città italiane, nonché del mondo, che gode di maggiore turismo. I visitatori sono particolarmente attirati dalle caratteristiche uniche che solo questa città può offrire: la Laguna, i ponti, i giri in gondola, l'acqua...
Europa

Cosa vedere a Venezia in un weekend

L'Italia come ben sapete e conoscete, è suddivisa in varie Regioni, città e paesi. Tra le più rinomate e visitata da milioni e milioni di turisti, sia di altre regioni italiane che soprattutto da quelli stranieri, c'è la bellissima e meravigliosa...
Europa

Come visitare Attimis in Friuli Venezia Giulia

Attimis in Friuli Venezia Giulia, è un ridente paesino di poco meno di 2000 abitanti, situato nella parte orientale della regione, in provincia di Udine. Come gran parte della regione in cui è collocato, Attimis Nel Friuli Venezia Giulia è pregno di...
Europa

Come ottenere il contributo prima casa in Friuli Venezia e Giulia

Comprare una casa è il diritto di qualsiasi cittadino, e per poterlo fare in tutta serenità è indispensabile avere anche un aiuto dallo Stato, che deve garantire che questo diritto sia inviolabile. Esistono pertanto delle agevolazioni per chi è intenzionato...
Europa

Come visitare Il Museo Marciano A Venezia

Venezia è una magnifica città veneta che viene definita "la città degli innamorati" per antonomasia. Ricchissima di storia, monumenti ed attrazioni, il capoluogo della Regione Veneto ospita numerosi poli museali. Uno di questi è il magnifico Museo...
Europa

Come muoversi in Spagna

La Spagna è un territorio piuttosto esteso che offre un eccellente sistema di trasporti, voli frequenti, treni, navi, autobus e autostrade che permettono di muoversi in Spagna con estrema facilità. Dipende ovviamente dal tipo di spostamento che desiderate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.