Come organizzare una breve visita a Firenze

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Firenze è una delle città più visitate d'Italia e d'Europa. Ciò che attrae maggiormente i turisti è l'immenso patrimonio storico, artistico e culturale che il capoluogo toscano custodisce all'interno dei suoi antichissimi palazzi. Basti pensare ai numerosi artisti fiorentini come Giotto, Donatello, Botticelli, Brunelleschi, Michelangelo, Leonardo Da Vinci e tantissimi altri che, durante il periodo rinascimentale hanno dato libero sfogo alla loro vena artistica, lasciando alla città e all'Italia intera delle opere di inestimabile valore. Per coloro che si recano a Firenze per pochi giorni, è quasi impossibile vederle tutte; vediamo allora come organizzare al meglio una breve visita a Firenze.

25

Il centro storico

È consigliabile cominciare con un itinerario a piedi per le vie del centro storico della città, considerato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, proprio per la grande quantità di monumenti che è possibile visitare, in uno spazio circoscritto. Facendo una passeggiata lungo il fiume Arno avrete la possibilità di vedere la Biblioteca Nazionale, fino ad arrivare a Piazza Santa Croce, con una basilica cristiana "Tempio dell'Itale glorie", come amava definirla il Foscolo, dove trovano posto le tombe di grandi personaggi della storia fra i quali Michelangelo, Galilei e Macchiavelli.

35

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Proseguendo poi verso la piazza della Signoria si avrà la possibilità di ammirare le bellissime statue del Cinquecento fiorentino come il Perseo di Benvenuto Cellini, e il David di Michelangelo. Questo breve percorso a piedi ha termine con la maestosa Cattedrale di Santa Maria del Fiore, in piazza San Giovanni, quarta chiesa della cristianità per grandezza, con la cupola del Brunelleschi, affiancata dal Campanile di Giotto e dal Battistero di San Giovanni. La Cattedrale di Santa Maria del Fiore è aperta al pubblico, ed è possibile accedervi gratuitamente, dal lunedì al sabato.

Continua la lettura
45

Il Ponte Vecchio, il Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli

Proseguendo lungo la passeggiata si arriva fino al Ponte Vecchio, divenuto il simbolo stesso della città, e noto in tutto il mondo per il suo stile unico. Dalla riva opposta del fiume Arno, è possibile ammirare il bellissimo Palazzo Pitti (XV secolo), sede storica del Granducato di Toscana, ed abitato dai Medici, dai Savoia e dai Lorena, che oggi ospita numerosi musei e mostre temporanee molto interessanti. Infine, dopo questa passeggiata ricca di cultura, potrete concedervi un momento di meritato relax nel Giardino di Boboli, un tempo giardino ducale di Palazzo Pitti, ricco di sculture di ogni epoca e completamente immerso nel verde.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come organizzare una visita al parco del Circeo

Molto spesso ci si dimentica di quanto sia bello e salutare fare una bella passeggiata all'aria aperta. Le nostre città, ahimè, purtroppo non offrono delle aree di verde degno di questo nome, per cui è fondamentale qualche prendere una boccata di aria...
Europa

Come visitare i luoghi Di Dante E Beatrice A Firenze

Toscana è una delle regioni più belle d'Italia, una regione teatro dei più importanti avvenimenti che hanno cambiato il nostro paese. Questa bellissima regione ospita una delle città più importanti del mondo da un punto di vista artistico e culturale,...
Europa

Come visitare Firenze in un giorno

Firenze è una delle città italiane più apprezzate al mondo, ricca di storia e cultura, occupa un posto d'onore. Grazie alla sua architettura, simbolo dello stile rinascimentale italiano, patria riconosciuta della lingua italiana (città natale del...
Europa

Come visitare Palazzo Pitti a Firenze

Visitare i musei è il modo migliore per accrescere la propria cultura, per ampliare la mente e capire qualcosa in più sui nostri antenati. Nel mondo esistono moltissimi musei, e sono presenti in ogni città, ma ce ne sono alcuni che andrebbero visitati...
Europa

Come visitare Firenze senza spendere troppo

Firenze per antonomasia è considerata la città del Rinascimento ed una delle più belle del mondo, grazie ai numerosi monumenti e musei. In riferimento a questi ultimi, infatti viene in gergo definita come "la culla dell'arte". Visitare questa città,...
Europa

Come arrivare alla chiesa di San Miniato a Firenze

Firenze è senza dubbio una città ricca di storia e di cultura. Addentrandoci scopriamo chiese, abbazie, musei che ripercorrono la storia del nostro paese. Tra i luoghi di culto che almeno una volta è doveroso visitare c'è la Basilica di San Miniato,...
Europa

Portogallo: una visita a Porto

L'estate è ormai entrata nel suo vivo e con lei le vacanze, sognate per tutto il periodo invernale e primaverile. Per chi non ha ancora le idee chiare su dove recarsi un consiglio potrebbe essere rappresentato dal Portogallo e da una visita a Porto,...
Europa

Come Partecipare Alla Visita Guidata Ai Giardini Vaticani

Città del Vaticano è lo stato più piccolo del mondo, e merita una visita non solo dal punto di vista esteriore quindi della famosa piazza San Pietro, ma anche dei musei annessi e soprattutto dei giardini Vaticani. Questi ultimi infatti, davvero stupendi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.