Come reagire in caso di caduta in un canale o fiume

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Trascorrere una gita fuori porta rappresenta sempre un'esperienza positiva, in quanto è un modo come un altro per staccare la spina da problemi e pensieri. Ma anche nelle giornate più spensierate e tranquille può succedere qualche imprevisto come ad esempio cadere in acqua e in questo caso è sempre meglio capire come procedere per aiutare chi vi sta vicino o se stessi. In questa guida spiegherò come reagire in caso di caduta in un canale o fiume e prestare soccorso in caso di bisogno.

26

Se durante una passeggiata o un'escursione si cade accidentalmente in acqua, la prima cosa da fare è restare calmi e cercare di respirare lentamente e in modo profondo, per tre o quattro minuti, muovendosi il meno possibile. In questo modo si noterà subito che il respiro si adeguerà in modo naturale, tanto da consentire di mettersi in movimento con meno dispersione di energie. Muovendosi subito in modo nervoso e farsi prendere dal panico non gioverebbe alle nostre energie che andrebbero subito sprecate.

36

Nei casi in cui la corrente non è molto forte, si può facilmente raggiungere la riva camminando. Se invece la corrente rende difficile camminare nell'acqua, occorre destreggiarsi per poter rimanere a galla e cercare intorno a sè qualcosa a cui aggrapparsi. Sarebbe buona norma non togliersi i vestiti, in quanto non solo proteggono dal contatto diretto con l'acqua (soprattutto quando è gelida), ma saranno anche d'aiuto per rimanere a galla, questo grazie all'aria in essi racchiusa. Al contrario delle scarpe che andrebbero toltge se possibile perché rendono i movimenti molto più difficili.

Continua la lettura
46

Se non si riesce a toccare il fondo e si è in grado di nuotare, dirigiti con movimenti lenti verso la riva più vicina. Per potersi mantenere diritto in acqua alta, quindi restare a galla senza nuotare, cercare di "pedalare" come se si andasse in bicicletta, al fine di favorire il galleggiamento muovere anche le tue braccia. Occorre pedalare lentamente e muovere le braccia come se fossero dei remi spostandole ritmicamente in avanti ed indietro. Bisogna ricordarsi però che i movimenti dovranno essere lenti e regolari, solo in questo modo si potrà prendere rapidamente il giusto ritmo che permetteranno di mettersi in salvo.

56

Se non si sa nuotare o non si riesce a farlo, occorre innanzitutto mantenere la calma e provare a chiamare aiuto. Ascoltare ciò che dice il soccoritore senza farsi prendere dal panico, quindi rilassarsi e lasciarsi portare in salvo senza avvinghiarsi al collo per la paura di annegare.
Se la sponda ripida impedisce di potersi arrampicarre cercare comunque con lo sguardo un punto più facile ed agevole per risalire. Quindi dirigersi, di appiglio in appiglio, verso il punto individuato. Se non si ha altra scelta cercare di stare aggrappati a qualcosa di solido e cerca di alternare alla richiesta di aiuto dei respiri profondi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • durante le escursione lungo fiumi o torrenti si consiglia di non andare mai da soli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Le cascate più spettacolari del mondo

La cascate costituiscono uno degli spettacoli più suggestivi che la natura ci ha donato: l'incredibile altezza dalla quale l'acqua si riversa sui corsi sottostanti, la grandezza delle nubi spumose che vengono a crearsi all'impatto e i magnifici colori...
Consigli di Viaggio

Come Fare Una Crociera Sul Canal Des Pangalanes

Solitamente, quando si pensa ad organizzare una crociera, vengono in mente sempre le stesse mete, poiché essendo le più frequentate e famose, non si rischia di sbagliare rispetto a quando si decide di visitare un posto completamente nuovo senza averne...
Consigli di Viaggio

Come fare la valigia per un week-end al femminile

Come si riconosce una valigia ben fatta? Semplice: all'arrivo, bastano pochi minuti per sistemare tutto, e questo "tutto" non ha l'aspetto del bucato appena uscito dalla lavatrice, ma è perfettamente stirato, piegato e pronto per essere indossato. Ecco...
Consigli di Viaggio

Come visitare Il Nilo

Il Nilo è uno dei fiumi più lunghi al mondo insieme al Rio delle Amazzoni. Questo fiume che misura 6.671 metri nasce dall'Africa centrale e si getta nel mare Mediterraneo, è costituito da due affluenti: il Nilo Bianco e il Nilo Azzurro. In questa guida...
Consigli di Viaggio

Come pianificare una visita alle Gole dell'Alcantara

Esistono in Italia posti talmente affascinanti e belli da destare stupore ed orgoglio. La nostra patria, che in passato ha dato la nascita a geni del calibro di Leonardo da vinci, Archimede Pitagorico, Paganini, e la lista dei geni e degli artisti che...
Consigli di Viaggio

Val di Sole: i migliori itinerari per il rafting

In Val di Sole è possibile vivere delle esperienze indimenticabili e fortemente emozionanti, specie per coloro che amano la natura ed in particolare gli sport acquatici, nonché la pratica del rafting. Infatti, il fiume Noce che attraversa Val di Sole,...
Consigli di Viaggio

Come organizzare un viaggio avventura in un week end

Qualora non aveste alcun spunto per organizzare un fine settimana interessante, allora questa guida potrebbe fare al caso vostro. Proveremo a darvi delle dritte per aiutarvi a capire come organizzare un viaggio di avventura in un week end. Cominciamo...
Consigli di Viaggio

Un weekend a Copenaghen: cosa fare

Copenaghen è una delle città più belle d'Europa. Il suo design nordico e la sua anima ecologica ben si sposano con i colori delle case che si specchiano nei numerosi canali cittadini. Oggi giorno, grazie alle numerose compagnie aeree low-cost, raggiungere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.