Come richiedere un visto Non Immigrante B1 - B2 per gli USA

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Partire per gli USA comporta prepararsi in modo adeguata. Infatti, è opportuno seguire delle regole ben precise e procurarsi i documenti necessari. Oltre ai documenti di routine occorre avere un visto non immigrante B1 -B2. Questi sono obbligatori per chi vuole recarsi negli USA temporaneamente. La prassi per richiedere un visto è abbastanza semplice basta recarsi negli uffici specifici. Nella seguente guida spiego come richiedere un visto non immigrante B1 - B2 per gli USA.

26

Occorrente

  • Documentazione necessaria: Passaporto valido
  • Modulo di richiesta visto DS-160
36

La prassi di procurarsi un visto B1 -B2 di non immigrazione per recarsi negli USA è molto importante. Tanto che, per fare questo occorre dimostrare determinati requisiti richiesti dalla Legge di Immigrazione e Nazionalità. Tali requisiti andranno a confermare che la vostra sarà una permanenza per un periodo di tempo limitato. Il fatto che prima o poi lascerete gli USA è la prerogativa che vi permetterà di entrarvi! A tal proposito è importante far presente che la vostra residenza è al di fuori degli Stati Uniti.

46

Per dimostrare che partendo soltanto come turisti bisognerà presentare un'esauriente e scrupolosa documentazione. Oltretutto, quanto sarà lungo l'eventuale soggiorno e se effettivamente potrete affrontare economicamente tutte le spese necessarie legate al viaggio. In quest'ultimo caso, se il richiedente non fosse in possesso dei mezzi finanziari necessari a sostenere i costi del viaggio, dovrà indicare le persone che se ne faranno carico al suo posto. Come è noto, i viaggiatori non hanno il diritto di cercare e accettare lavoro negli USA.

Continua la lettura
56

Ovviamente la documentazione richiesta cambia a secondo i casi. Infatti, per chi deve affrontare un viaggio d'affari, sarà l'azienda stessa a preoccuparsi di fornire una documentazione appropriata contenente le motivazioni del viaggio e la certezza del pagamento delle spese da parte della stessa. Coloro i quali viaggiano per turismo, invece, provvederanno da soli a dimostrare di avere legami con il paese d'origine che ne impongono necessariamente il ritorno. In ogni caso vi sono alcuni documenti obbligatori da presentare per poter richiedere un visto per affari o turismo e sono:- una ricevuta che attesti l'avvenuto pagamento della tariffa consolare- il modulo di richiesta visto DS-160- passaporto valido - una foto tessera (scattata negli ultimi sei mesi, a colori su sfondo bianco e completamente frontale)- e la sopracitata documentazione relativa alle proprie condizioni economiche, sociali e familiari e che dimostri lo scopo della richiesta per il visto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Recarsi negli uffici di appartenenza
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come ottenere il visto turistico per l'Australia

State pensando ad una vacanza o al vostro viaggio di nozze o perché no al viaggio post laurea, la vostra meta è l'Australia? Bene allora sarà un piacere fornirvi alcune "Tips" per organizzare al meglio la vostra meravigliosa vacanza fai da te! La prima...
Consigli di Viaggio

Paesi dove è possibile emigrare senza visto

Con la crisi in atto, sempre più cittadini decidono di emigrare all'estero. Ma l'emigrazione comporta numerosi rischi. Infatti per prima cosa, si sa cosa si lascia ma non si sa cosa si trova. Specialmente se si parte con pochi soldi, vi aspetta una vita...
Consigli di Viaggio

Come stipulare la fideiussione per il visto turistico

In questa breve guida che andremo a scrivere, parleremo di un argomento che è abbastanza discusso in quest'ultimo periodo, proprio perché con l'avvicinarsi della stagione estiva già si pensa a dove andare a trascorrere le prossime vacanze. Precisamente,...
Consigli di Viaggio

Usa: le migliori città sulla East Coast

Gli stati uniti d'America, sono ormai una meta che tutti o più o meno tutti vorremo visitare. E le sue coste, sono tra le più gettonate. In questa guida andremo a parlare della costa orientale degli stati uniti, ovvero la East Coast, che contiene la...
Consigli di Viaggio

Come richiedere il rimborso a Trenitalia secondo le nuove norme

Quello dei treni in ritardo è problema che riguarda ultimamente anche l'alta velocità. I disguidi purtroppo sono all'ordine del giorno e causano fastidiosi problemi a pendolari e studenti che per necessità devono usufruire di questo servizio che hanno...
Consigli di Viaggio

Come richiedere la Cartafreccia di Trenitalia

La società "Trenitalia S.p.A," dal 2010 offre ai viaggiatori la possibilità di dotarsi di una Cartafreccia. Lo scopo è fidelizzare la clientela con questa iniziativa. L'attrazione della carta risiede nei vantaggi che promette. Questi si concretizzano...
Consigli di Viaggio

Come richiedere il passaporto

Per i cittadini europei che viaggiano all'interno dei confini dell'Unione Europea sono sufficienti la carta d'identità e la patente di guida. Se, invece, la vostra destinazione non fa parte dei paesi membri è necessario il passaporto completo di visto...
Consigli di Viaggio

Come richiedere il rimborso del biglietto dalle ferrovie di Trenitalia

Quando, purtroppo, sono presenti dei ritardi o delle variazioni sugli orari dei treni, è possibile richiedere il rimborso del biglietto delle ferrovie di Trenitalia. Tuttavia, non sarà facile ottenerlo e ci vorrà certamente molta pazienza e costanza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.