Come sconfiggere il mal d'aereo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Con l'arrivo dell'estate la maggior parte degli amici o conoscenti decide di fare viaggi verso mete lontane. Alcune persone invece non scelgono mete distanti in quanto il mezzo di trasporto più indicato è l'aereo ed esse hanno paura. Leggendo questo tutorial si possono avere dei semplici consigli su come sconfiggere la chinetosi (mal d'aereo). Così facendo forse si è in grado di prenotare un volo per la prossima vacanza.

25

È opportuno sapere che questo malessere è provocato dalle sensazioni che gli organi sensoriali inviano al cervello. Gli occhi vedono uno spostamento veloce al di fuori del finestrino, invece l'abitacolo interno ed il proprio corpo sono fermi. Questa situazione manda in tilt il cervello che innesta dei disturbi a carico del sistema parasimpatico (nausea, sensazioni di vertigini, conato di vomito ecc.). Questo fastidio non è grave; infatti, è solo momentaneo e passa quando il corpo è tranquillo e fermo.

35

È indispensabile in questa situazione cercare di scoprire se il malessere si avverte durante la fase d'imbarco oppure quando si è in volo. Se il fastidio viene percepito all'imbarco vuol dire che si è sovraccarichi di ansia; allora basta salire a bordo un'ora prima e rilassarsi. È consigliabile chiudere gli occhi, respirare con calma, fare lunghi respiri e stendere le gambe. Mentre se si verifica durante il volo è opportuno avere lo stomaco non troppo pieno, né eccessivamente vuoto prima del volo per evitare stimoli di vomito.

Continua la lettura
45

Inoltre, è consigliabile non caricare eccessivamente lo stomaco di liquidi e sgranocchiare in piccole quantità cibi secchi e salati (grissini e crackers). Quando si fa la prenotazione è fondamentale esigere i posti più stabili, cioè quelli centrali e non laterali vicino al finestrino; in questo modo si evita di guardare e non si avvertono le vertigini. È importante alzare il più possibile lo schienale del sedile, così le eventuali turbolenze vengono attenuate.

55

Per superare questo tipo di disturbo si può ricorrere ai rimedi naturali; succhiare lentamente caramelle allo zenzero o al limone. Quelle allo zenzero sono molto indicate per la nausea, invece quelle al limone stimolano il cervello a controllare le informazioni provenienti dagli organi sensoriali. Inoltre, il deglutire aiuta le orecchie a non tapparsi per la variazione della pressione dell'aria. Se si continua a percepite ancora mal d'aereo è consigliabile prendere degli antistaminici mezz'ora prima di partire; essi sono dei sedativi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come fare se il bambino soffre di mal d'auto

Il mal d'auto, al pari del mal di mare o quello da aereo, è un disturbo parecchio frequente che rischia di rendere pesante qualsiasi tipo di spostamento, anche di breve distanza. La maggior parte dei bambini non ne è immune, anzi, possono cominciare...
Consigli di Viaggio

Come affrontare il primo viaggio in aereo

L'aereo è certamente il mezzo di trasporto attualmente più all'avanguardia. Consente infatti di coprire lunghe distanze consentendoci di arrivare in poche ore da un capo all'altro del mondo. Al giorno d'oggi inoltre i costi dei biglietti si è notevolmente...
Consigli di Viaggio

Come affrontare il mal di viaggio con i rimedi naturali

È tempo di vacanze: mare, montagna, lago, campeggio e chi più ne ha più ne metta! Andare in vacanza è sempre eccitante: è un viaggio pieno di fantasia e speranze di relax completo o di escursioni avventurose. Spesso, però, i posti e le case vacanze...
Consigli di Viaggio

5 cose da sapere prima di prendere l'aereo

Prima di affrontare un viaggio, bisogna conoscere nel dettaglio ogni particolare per programmare al meglio la vacanza, a partire proprio dal mezzo con cui viaggiare. Sempre più persone prediligono l'areo per la velocità, l'efficienza e la comodità....
Consigli di Viaggio

Come viaggiare in aereo con i bambini

Quando si deve affrontare un viaggio con i bambini, si preferisce sempre l'automobile. Questo mezzo di trasporto consente molta autonomia durante lo spostamento. Ci sono, però, delle occasioni o situazioni che privilegiano l'uso dell'aereo. Ogni genitore,...
Consigli di Viaggio

Come prevenire e combattere i sintomi del mal di viaggio

Non importa se in auto, in aereo, con la nave o con il treno,  molte persone vivono in uno stato di ansia quei momenti che precedono la partenza; ansia legata alla paura di affrontare la nausea, le vertigini, i sudori, la spossatezza generale, tutti...
Consigli di Viaggio

5 comportamenti da evitare quando viaggi in aereo

L'aereo è un mezzo di trasporto molto pratico, per chi vuole o deve affrontare velocemente un viaggio. Chi sceglie di viaggiare in aereo, deve sapere che una volta salito, dentro ci saranno altri passeggeri, tra i quali qualcuno anche seduto accanto....
Consigli di Viaggio

Come vestirsi per un viaggio in aereo

La cabina pressurizzata di un aereo subisce ugualmente alcuni sbalzi termici. Ciò si traduce in lievi gonfiori, piccoli indolenzimenti e leggeri raffreddamenti. Un abbigliamento consono rende più piacevole un lungo viaggio in aereo. Il giusto abbigliamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.