Come seguire in teatro un'opera lirica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella tradizione del teatro italiano, l'auditorium si presenta a ferro di cavallo alla "francese", così chiamato per il modo in cui i sedili sono disposti in base alla loro categoria; l'auditorium, è stato progettato in modo tale che il pubblico possa vedere in maniera panoramica la rappresentazione teatrale. La struttura nella maggior parte delle volte è metallica, nascosta da marmi, stucchi, velluti e dorature; inoltre, sostiene il peso del bronzo e lampadari di cristallo con circa 340 luci. Il sipario è stato creato da pittori teatrali (come ad esempio: Auguste Rube 1817-1899 e Philippe Chaperon 1823-1906), seguendo i canoni standard. Ecco come seguire in teatro l'Opera lirica.

26

Occorrente

  • Libretto d'Opera
36

Recarsi in un Teatro a sentire un’Opera Lirica non può prescindere da un pre-conoscimento della trama, almeno minima, di ciò che avviene nel I°, nel II° e nel III° atto, e anche nel IV° (raro) se vi fosse. Questo perché le difficoltà scritturali e canore impediscono spesso ai cantanti di scandire ogni sillaba, così da rendere chiaro il contenuto del testo, prediligendo l’acchiappare al volo una vocale, appena, pur di non sgarrare la nota, che comprometterebbe non solo la sua intonazione, ma in taluni casi la sua intera carriera. Se per mancanza di tempo o per altri motivi non fosse possibile studiare in anticipo l'opera, consiglio di seguire il testo sul libretto che vi sarà fornito all'entrata del teatro.

46

Quando si parla di Puccini, di Verdi, di Wagner (tra i più noti), si parla di Signori Musicisti, Compositori di Opere, nessuno parla mai dei librettisti, scrittori di testi, ne dei costumisti, forse ingiustamente ma resta il fatto che stiamo parlando di Musica, non di Poesia o di Stilismo, come prescinderne dunque? Sapreste forse immaginare la celebre Aria “Una furtiva lagrima” (tratta da L'elisir d'amore di Gaetano Donizetti) mancante del solo del fagotto? Oppure l’introduzione al III° Atto di Traviata (Verdi) senza i Violoncelli? O senza i violoncelli immaginare Tosca (Puccini)? Sono un tutt’uno quando son bravi, buca e palcoscenico.

Continua la lettura
56

In un’epoca in cui i programmi Culturali vengono soppressi dalla Televisione anzi ché incentivati, mi piace ricordare che così ho imparato l’Opera le prime volte, così mi piace ricordarla e suggerirvela, con gli occhi chiusi, a tratti, patendo pene non mie di amori inconclusi e tragici, e aperti sulle difficoltà strumentali e tecniche di chi magari, semplicemente, cambiava in fretta le scene tra un atto e l’altro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Palchetto laterale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare il teatro all'antica a Sabbioneta

Se avete in mente di progettare una splendida vacanza ed avete optato per la regione Lombardia, vi consiglio di prendere in considerazione l'idea di visitare la cittadina di Sabbioneta. Questo piccolo comune della provincia di Mantova, infatti, presenta...
Europa

Come visitare Gotha

Gotha è una cittadina della Germania, situata precisamente nel territorio della Turingia. Questa località alterna un paesaggio di montagne basse agli immensi e spettacolari bacini dei fiumi Werra e Saale. Gotha è capoluogo e possiede la nome di "Grande...
Europa

Come visitare Pesaro in un giorno

La città di Pesaro sorge alla foce del fiume Foglia, nella cosiddetta riviera delle colline. Fu una delle principali colonie romane col nome di "Pisaurum"; ebbe poi una vita travagliata tra dominazioni barbariche, bizantine e papaline. Nel 1445, Galeazzo...
Europa

Come visitare Epidauro

La Grecia, culla della cultura occidentale, ma non solo, negli anni precedenti all'impero romano, custodisce alcune tra le costruzioni antiche più belle che la storia abbia tramandato fino a noi, come l'antico teatro di Epidauro. Questo antico teatro...
Europa

Come muoversi a Venezia di sera

L'Italia è un paese che ospita tante città e paesini molto caratteristici. Un po' per il loro carattere architettonico e un po' per le tradizioni di ognuno di essi. Ma ci sono città che sono entrate ormai nel cuore e nella mente di ognuno di noi, e...
Europa

Tirana: cosa vedere

Se stiamo pensando di intraprendere un viaggio verso una particolare città che abbiamo intenzione di visitare, per prima cosa dovremo organizzare nel miglior modo possibile la nostra vacanza in modo da evitare possibili imprevisti ed inutili perdite...
Europa

Le 10 cose da vedere a Copenaghen

La Danimarca è una nazione che merita di essere visitata, al suo interno ci sono dei posti veramente magnifici, specie nella sua capitale Copenaghen. La percentuale di turismo è in continua crescita da un bel po' di anni ed il merito va attribuito ai...
Europa

Come muoversi a Madrid di sera

Madrid è la stupenda capitale della Spagna che, di notte, si trasforma in una metropoli vivace; è quasi impossibile non restare coinvolti dalla calda atmosfera frizzante dei famosi locali ricchi di svariati e invitanti stili. Ogni sera Madrid offre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.