Come visitare Aci Catena

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Aci Catena è fra i territori maggiormente antichi delle Aci. Qualche antico scritto racconta che questa città e anche le terre di Aci traessero il loro nome originario dalla polis di epoca greca Xiphonia (oggi scomparsa). Il mito della storia d'amore fra il pastorello Aci e la ninfa Galatea, invece, dovrebbe risalire ai poeti latini Virgilio ed Ovidio.
Comunque esisteva veramente una cittadina d'epoca romana denominata Akis, la quale venne coinvolta in seguito anche nelle guerre puniche. Oggi l'area risulta densamente popolata e include altresì le zone di Santa Venera al Pozzo, Aci San Filippo, San Nicolò e Santa Lucia (in passato una delle nove Aci).
Un tempo appartenuta alla famiglia dei Riggio, oggi Aci Catena è un Comune siciliano grande e diversificato. Nel presente tutorial sui viaggi in Italia, quindi, vi parlerò di come visitare nel migliore dei modi i suoi luoghi più importanti.

27

Occorrente

  • Biglietto aereo o del traghetto
  • Macchina fotografica
  • Scarpe comode
  • Denaro
37

La tappa iniziale del vostro itinerario ad Aci Catena è senza dubbio il "Palazzo del Principe", che venne iniziato attorno al Seicento e terminato nel 1747. Per riuscirlo a costruire, vennero chiamati a raccolta tutti i migliori artisti del tempo, compresi i Vasta (padre e figlio).
Oggi avete l'opportunità di ammirare vari elementi davvero interessanti. L'enorme e maestoso arco, la badia con lo stemma della famiglia, il portico, gli ambienti che s'affacciano sulla corte interna con pareti affrescate e rovinate dal passato dell'edificio (un tempo trasformato in un ospedale).

47

Davanti al "Palazzo del Principe" si trova la Chiesa Madre detta "Collegiata di Santa Maria della Catena", la cui festività ricade il 15 Agosto. In questa occasione, i pellegrini giungono da ogni luogo per assistere agli istanti più rilevanti della festa. La svelata del Taumaturgo Simulacro della Santa Patrona (eseguita di mattina) e il suggestivo ingresso in piazza (Trasuta o chianu) concluso con i fuochi d'artificio.
All'interno della "Collegiata di Santa Maria della Catena" potrete osservare anche dei pavimenti molto pregiati, degli altari in marmo policromo, delle tele della famiglia dei Vasta e le spoglie di San Candido (compatrono di Aci Catena).

Continua la lettura
57

Un'altra splendida costruzione di Aci Catena è il "Convento di Sant'Antonio di Padova" dei Frati Minori, che oggi è la sede del Municipio e della biblioteca comunale. La meravigliosa Chiesa annessa conserva ancora i quadri degli artisti locali (come Giacinto Platania e Pietro Paolo Vasta), un magnifico crocifisso ligneo (XVII secolo) realizzato da Giovan Francesco Pitorno e una tela che raffigura la Madonna.
Altrettanto interessante da visitare in una frazione di Aci Catena è la "Chiesa di Santa Lucia", grazie al suo eccellente soffitto ligneo a cassettoni, ai suoi preziosi stucchi e alle pitture del Vasta. Spero che il viaggio sia risultato di vostro gradimento!!!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non perdetevi assolutamente il meraviglioso quadro della Madonna della Catena.
  • Immortalate con la vostra macchina fotografica ogni bellezza presente ad Aci Catena.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Capomulini

La Sicilia è una delle tante mete preferite dai turisti, soprattutto d'estate, ma non lo so. Vi sono tantissimi meravigliosi posti da visitare nel territorio siculo, tra cui la località di Capomulini. Capomulini è una frazione del comune catanese di...
Europa

Come visitare Benevento in un giorno

Benevento è una città molto antica. Si trova nel cuore del Sannio, adagiata su una collina circondata dai fiumi Calore e Sabato. Ha tanto da offrire al turista appassionato di storia.È possibile visitare Benevento in un giorno ottimizzando il tempo...
Europa

Cosa visitare in Ucraina

L'Ucraina si trova nella parte orientale dell'Europa, confina a nord con la Bielorussia, a est e nord-est con la Russia, a sud-ovest con la Moldavia e la Romania, a Ovest con Slovenia, Polonia e Ungheria, mentre al sud si affaccia sul Mar Nero. Lo stato...
Europa

Come visitare Paola

Paola è una cittadina in provincia di Cosenza visitata tutto l'anno da migliaia e più di turisti che vanno in visita soprattutto al Santuario di S. Francesco di Paola. La cittadina, distesa su una terrazza naturale alle pendici della catena costiera,...
Europa

Come e perchè visitare Picos de Europa

La Spagna offre scenari incredibili, paesaggi incantevoli e variegati, che variano dal deserto, alle montagne innevate, alla rigogliosa vegetazione, oltre alle splendide spiagge. Nelle Asturie si trova, per esempio, la catena montuosa dei Picos d'Europa,...
Europa

Come visitare Scillato

Scillato è un paese della Sicilia, situato a circa sessanta chilometri dalla provincia di Palermo e facente parte di quei paesi costruiti sul parco delle Madonie. La più antica origine documentata risale al 1152 quando fu costruito il primo mulino che...
Europa

Come visitare Redipuglia

Il Friuli Venezia Giulia è una regione situata a nord dell'Italia, il suo territorio è prevalentemente montuoso; questa regione presenta il gemellaggio con la Slovenia, infatti confina con quest'ultima a Nordest, mentre a sud con il Veneto. Il Friuli...
Europa

Come visitare Interlaken

Interlaken è una meravigliosa località turistica della Svizzera, la cui atmosfera è resa magica grazie al fantastico paesaggio che la circonda. Con i suoi circa 6000 mila abitanti, Interlaken è situata nel cantone di Berna, precisamente nell'Oberland...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.