Come visitare Apice In Provincia Di Benevento

Tramite: O2O 08/03/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Apice, in provincia di Benevento, è uno dei borghi collinari più caratteristici dell'intera Campania. Il comune, ricco di siti di interesse storico e culturali, sorge a soli dodici chilometri di distanza dal capoluogo, e sulla destra del fiume Calore Irpino, principale affluente del Volturno. Se amate il fascino delle cittadine medievali dell'entroterra italiano, e siete alla ricerca di una meta alternativa per il vostro fine settimana, prendete spunto da questa guida su come visitare Apice in provincia di Benevento.

25

Il borgo di Apice ha origini molto antiche, addirittura anteriori al periodo romano. Gli scavi archeologici hanno portato alla luce testimonianze di un tessuto urbanistico ben organizzato, con strutture abitative ricche di monete ed attrezzi. Fra i principali monumenti da visitare, vanno annoverati il ponte Appiano di epoca Repubblicana, i resti del ponte romano di età Imperiale, il Castello dell'Ettore, detto anche Castello Medievale, nel cuore del centro storico, e la chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo, di origine longobarda. Il Castello, oggi sede della Biblioteca comunale, fa pensare alla posizione che il borgo ha ricoperto nei secoli, di luogo strategico contro gli attacchi nemici.

35

Apice può essere visitata in tutti i periodi dell'anno. Tuttavia, per gli amanti degli eventi popolari, ci sono delle date specifiche, legate alla vita della cittadinanza. Nel mese di febbraio, per esempio, si svolgono i festeggiamenti per il carnevale apicese, ricco di manifestazioni allegre per grandi e bambini. Nel mese di marzo, nei pressi di Apice, si svolge il tradizionale raduno di auto e moto d'epoca, volto a far conoscere le bellezze del circondario. Nei mesi estivi, fino a settembre, si svolgono sagre enogastronomiche e feste popolari, in onore di San Rocco e San Donato, allietate da bande musicali ed artisti di vario genere. Le strutture adibite al pernottamento, come i B&B e gli agriturismi, sono molto ricettive.

Continua la lettura
45

Il borgo di Apice è facilmente raggiungibile tramite il servizio di autobus privati, in partenza da Benevento, o percorrendo la tratta ferroviaria Benevento - Foggia. Se decidete di partire in macchina, via Roma, dovete percorrere la A1 Roma - Napoli, uscendo al casello di Caianello, e proseguendo poi in direzione di Benevento. Una volta giunti allo svincolo di Castello del Lago dovete immettervi sulla SS7, direzione Apice. Da Bari, dovete imboccare l'autostrada per Napoli, uscita Benevento, direzione Caianello, uscita Benevento centro. L'aeroporto più vicino è quello di Napoli Capodichino che dista circa 80 chilometri da Benevento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come e cosa visitare nella provincia di Ragusa

Ragusa è uno dei 9 capoluoghi della regione Sicilia. In estate, questa bellissima città è una meta turistica piuttosto frequentata. Magari non si tratta di una località famosa come molte altre, eppure Ragusa non ha niente in meno rispetto al resto...
Europa

Come e perchè visitare i luoghi della provincia di Vercelli

All'interno della nostra guida, andremo a parlare di turismo. Nello specifico, come avrete visto attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come e perché visitare i luoghi della provincia di Vercelli.Se siamo...
Europa

Come trascorrere una giornata a Benevento

Trascorrere una giornata a Benevento è un pochino come tuffarsi nel passato dei Sanniti, ovvero i più agguerriti nemici dei romani. Visitando questa città italiana, entrerete nel loro mondo e seguirete quanto è ancora vivo degli usi e costumi della...
Europa

Come visitare i paesi albanesi della provincia di Cosenza

Nel cuore della Calabria cosentina esistono paesi che risentono, ancora oggi, di secoli di varie dominazioni a cui furono sottoposti,. Questi, quindi, attualmente conservano tradizioni, rituali e lingue come retaggio di tale periodo, costituendo, di fatto,...
Europa

Come visitare Pietrelcina

Pietrelcina è un comune italiano in provincia di Benevento. Questo piccolo borgo di circa tremila abitanti è conosciuto da religiosi e non, per essere il paese natale di Padre Pio. Venne distrutta più volte in passato, la prima da Ruggero II di Sicilia...
Europa

Come e cosa visitare a Pedaso

Tra le molte incantevoli cittadine di mare del nostro Paese sicuramente merita una visita il bel borgo marinaro di Pedaso, in provincia di Fermo, nelle Marche. Piccolo, neanche 3.000 abitanti, ma molto caratteristico, con il suo faro e il bel lungomare...
Europa

Come visitare Colla Micheri

L'antico borgo di Colla Micheri è un nucleo storico della città di Andora, situata nella riviera delle Palme, in provincia di Imperia. Questo luogo, dove il tempo sembra essersi fermato, ti lascerà di stucco, permettendoti di visitare un piccolo centro...
Europa

Come e cosa visitare a Venaria Reale

Venaria Reale è un comune piemontese situato in provincia di Torino e può vantare sul proprio territorio la presenza di due residenze sabaude: la Reggia e il Borgo castello dove sono situati gli appartamenti reali risalenti al periodo del 700. Nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.