Come visitare Baalbek

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Antica città del Libano, Baalbek è una meraviglia tutta da scoprire. Conosciuta nell'antichità con il nome di Eliopoli - città del sole - la città risale almeno al III secolo a. C..
Visitarla significa ripercorrere la storia, emozionarsi davanti ad opere di una bellezza più unica che rara.
Curiosi di sapere come visitare Baalbek? Leggete la guida! Vi fornirà notizie utili e vi suggerirà i luoghi assolutamente da non perdere.

25

La città dista circa 85 chilometri da Beirut e sorge su un altopiano che domina la valle della Bekaa. Prima di scoprire come visitare Baalbek, dovete sapere cosa troverete in questa sacra città del Medio Oriente. Troverete i resti di un grande impero, quello romano. Lì infatti i romani diedero massima espressione alla loro potenza, erigendo costruzioni magnifiche.
Il sito archeologico è l'essenza di Baalbek. Dichiarato nel 1984 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, richiede una visita di alcune ore. Fate dunque il pieno di energie prima di iniziare l'escursione!

35

Il sito archeologico vanta dei templi spettacolari. Tre per l'esattezza, in onore della triade Bacco, Giove e Venere. La grandiosità dei progetti ha avuto un ruolo significativo nel mantenere alta la gloria dei luoghi.
Visitate il Tempio di Bacco, il monumento meglio conservato, con le sue 42 colonne corinzie! Le colonne si innalzano al cielo per 19 metri. A superarle sono solo quelle del Tempio di Giove, il più grande tempio mai costruito dai romani. Di queste tuttavia rimane poco. Potrete osservare solo pochi elementi dei 54 originari.

Continua la lettura
45

Il Tempio di Giove sorge su fondamenta fatte di pietre mastodontiche. Grand Terrace, così si identifica questa struttura colossale. Attorno ad essa c'è tanto mistero. Gli studiosi non si spiegano come i blocchi siano arrivati a Baalbek. Lo stesso sconcerto riguarda la lavorazione, difficile da concepire persino con le tecnologie attuali. Le dimensioni dei blocchi arrivano a 20 metri di lunghezza, ed il loro peso sfiora le 1200 tonnellate. I numeri lasciano interdetti. Alcune pietre sono visibili. Vedrete con i vostri occhi, e sarà difficile trattenere lo stupore.

55

Le pietre mastodontiche non sorreggono solo il Tempio di Giove. Ce ne sono altre nel sito archeologico, ed anche nelle zone limitrofe. La più grande si trova in una cava poco distante dal complesso. Si chiama Hajar el Gouble, Pietra del Sud, ed appare imprigionata nel terreno.
Tante spiegazioni, ma nessuna convincente, lasciano in sospeso il grande enigma.
Sul luogo avrete percezione di questo mistero. Il periodo migliore per andare è tra novembre e febbraio, quando il clima è più fresco. L'estate offre però l'occasione di partecipare ad un evento importante. Si tratta del Festival internazionale di Baalbek, un appuntamento musicale da non perdere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

Al-Kuwait: cosa visitare

Tra le città mediorientali di maggior rilievo troviamo Al-Kuwait. Questa è una città ricca di attrazioni e di opportunità di lavoro. La maggior parte dei suoi cittadini sono infatti di origine straniera, trasferitisi lì per lavoro. Se avete intenzione...
Asia

Hong Kong: cosa visitare

L'Oriente è senza dubbio la meta più ambita e più affascinante da visitare per un viaggiatore e Hong Kong è una tra le destinazioni più gettonate a giorno d'oggi. Una metropoli in continua espansione sia culturale che industriale, ricca di fascino...
Asia

Thailandia: cosa visitare

La Thailandia è una meta davvero imperdibile. Posta nel Sud-Est asiatico, ha paesaggi indimenticabili e città completamente del tutto diverse da quelle europee. Sappiate, quindi che il turista, avventurandosi in tale parte del mondo, non ne rimarrà...
Asia

Come visitare Hohhot

La città di Hohhot fa parte del nord della Cina, per la precisione è la capitale della mongolia interna. Con le vacanze che si avvicinano molti sono i luoghi che si pensa di visitare. Uno di questi è proprio la città di Hohhot. Nel suo piccolo è...
Asia

Come visitare il meglio di Georgetown in Malesia in un giorno

Georgetown è un'interessante e bellissima città nell'isola di Penang, una delle mete turistiche più gettonate dell'intera Malesia. Non a caso è la città più importante sotto ogni punto di vista della suddetta isola. La parte vecchia del complesso...
Asia

Beirut: cosa visitare

Viaggiare è una delle attivita' più belle che si possano fare, consente infatti di conoscere nuovi posti e nuove culture ed ampliare la propria conoscenza del mondo. Esistono molti posti da visitare e da scoprire, uno di questi è certamente Beirut....
Asia

Tokyo: come muoversi e cosa visitare

La città di Tokyo è una delle più moderne e affascinanti del mondo asiatico, attrae attorno a se milioni e milioni di turisti. Per coloro che hanno intenzione di avventurarsi in questa bellissima esperienza, dirò quali sono i mezzi di trasporto più...
Asia

Cina: come visitare la valle del Jiuzhaigou

La Valle del Jiuzhaigou, detta anche Valle dei Nove Villaggi, è una riserva naturale dello Sichuan, in Cina. Questo luogo meraviglioso presenta un paesaggio molto variegato, e non a torto viene considerato uno dei paradisi naturali della terra. La sua...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.