Come visitare Bologna: tour classico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Bologna detta anche la Dotta per via della sua antica e prestigiosa Università e la Grassa invece per via della sua cucina ricca e gustosa. Ma Bologna è anche una città carica d'arte e di storia, dove è possibile ammirare monumenti, chiese e palazzi dalla bellezza unica. Detto questo se ci troviamo nelle immediate vicinanze e vogliamo fare una passeggiata all'ombra dei suoi portici, vediamo alcuni consigli su come visitare Bologna: tour classico.

24

Arrivare a Bologna è molto semplice, a nostra disposizione abbiamo differenti mezzi di trasporto molto comodi come ad esempio l'aereo, il treno e naturalmente l'auto. Una volta arrivati in città, possiamo iniziare il nostro giro turistico. Se come mezzo di trasporto abbiamo scelto il treno, una volta usciti dalla Stazione Centrale, proseguendo per alcuni metri sulla sinistra, ci troviamo direttamente sulla Via Indipendenza, praticamente una delle vie principali della città. Il primo luogo che incontriamo è il giardino della Montagnola un'area verde nel cuore cittadino. Proseguendo sotto i portici della via, arriviamo direttamente in Piazza Maggiore dova trova posto la Fontana del Nettuno, meglio conosciuta da bolognesi come Fontana del Gigante, in riferimento appunto alla grande statua del Nettuno posizionata proprio al centro della fontana.

34

Sulla Piazza Maggiore si affacciano i palazzi più antichi della città come da esempio il Palazzo Comunale, il Palazzo dei Notai, Palazzo Re Enzo e il Palazzo del Podestà. Ma su Piazza Maggiore si affaccia anche un altro edificio di grande rilevanza storica: la Basilica di San Petronio interamente dedicata al Santo protettore della città. All'interno della Basilica sono raccolte numerose opere d'arte fra le quali anche il famoso affresco riguardante il Profeta Maometto. Usciti dalla Basilica possiamo salire le scale del Palazzo Comunale e ammirare la pinacoteca contenuta all'interno delle ampie sale del palazzo. Sempre in Piazza Maggiore sorge un altro edificio un tempo sede del vecchio mercato, poi adibito ad uffici comunali ed infine oggi destinato a biblioteca, stiamo parlando della vecchia Sala Borsa. All'interno di questa struttura completamente rinnovata, è possibile ammirare attraverso un pavimento di vetro, i resti della Bologna antica risalenti nientemeno che alla dominazione etrusca.

Continua la lettura
44

Lasciamo Piazza Maggiore e, camminando sotto i portici del Pavaglione, raggiungiamo il grande Museo Archeologico e l'antica biblioteca dell'Archiginnasio situata proprio nell'omonimo palazzo. All'interno della struttura sono racchiusi libri di inestimabile valore storico. Il tour però non può terminare se prima non abbiamo fatto visita al simbolo della città le due Torri. Da questo preciso punto possiamo dirigerci verso destra e ammirare il Palazzo della Mercanzia, oggi sede dell'odierna Camera di Commercio. Mentre invece se, partendo sempre dai piedi delle due Torri, prendiamo la strada sulla sinistra, ci troviamo su Via Zamboni centro nevralgico della città Universitaria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Bologna e i suoi monumenti

Nel nostro Paese, sono presenti numerose città colme di storia, molte delle quali però non sono conosciute come invece meriterebbero. Una di queste è sicuramente Bologna. Capoluogo della regione Emilia-Romagna, situata nel cuore della Pianura Padana,...
Italia

Cosa visitare nella provincia di Bologna

Bologna, capoluogo dell'Emilia-Romagna, è una tra le città più belle e vale veramente la pena andarla a visitare. I periodi migliori per visitare la città sono sicuramente i mesi estivi, infatti durante i tre principali mesi di estate molte sono le...
Consigli di Viaggio

I 5 luoghi più romantici di Bologna

Tra le città più belle della penisola italiana possiamo sicuramente inserire Bologna. Data la presenza di importanti scuole ed università, chiese, teatri, monumenti e palazzi storici, il capoluogo dell'Emilia Romagna offre un patrimonio ricco di cultura,...
Consigli di Viaggio

Come visitare Bologna: tour dell'Aposa

L'Italia è piena di città d'arte, la cui bellezza è passata alla storia e ancora oggi allieta i nostri occhi e i nostri cuori. Il nostro paese ospita le più belle città d'Europa e forse del mondo, e tra queste possiamo annoverare la bellissima Bologna,...
Consigli di Viaggio

Come visitare Bologna: Santuario Beata Vergine di San Luca

La visita nella straordinaria Bologna potrebbe essere terminata con un mini-tour che, dal centro della città, conduce ad ispezionare uno dei famosi colli accerchianti il territorio bolognese, ovvero il Colle della Guardia. Precisamente, si tratta di...
Italia

Come organizzare un itinerario turistico in Emilia Romagna

L'unica vera difficoltà che si può riscontrare nel capire come organizzare un itinerario turistico in Emilia Romagna è nella varietà di scelta: troppe cose da vedere, e tutte troppo belle. Situata al Centro-Nord, e distribuita in 9 province, l'Emilia...
Italia

Come visitare i dintorni di Bologna

Chiunque ama viaggiare, si sarà sicuramente posto come obiettivo, quello di visitare la famosissima Bologna. Questa città vanta più di 300.000 abitanti, e difatti è annoverato, tra i primi sette comuni in Italia, come densità di popolazione. Essa,...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere l'aeroporto G. Marconi di Bologna con treno e autobus

L'aeroporto di Bologna G. Marconi è ormai da anni uno degli scali più gettonati dalle compagnie low-cost, diventando il punto di partenza e di arrivo per migliaia di turisti ogni anno. Da qui, è un attimo raggiungere le vicine spiagge della romagna,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.