Come visitare Bovino in un giorno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Per chi non lo conoscesse Bovino è un grazioso comune in provincia di Foggia. Trattasi di un particolare paesino che conta circa 4000 abitanti, situato sopra una altura a 620 mt.; sopratutto famosissimo per la sua devozione a Nostra Signora di Valleverde. Tuttavia si racconta che questa Madonna a metà del 1200 apparve ad un giovane legnaiuolo di nome Niccolò. Viene considerato uno dei più belli borghi d'Italia grazie ai suoi monumenti e ai tanti luoghi d'interesse. Leggete attentamente le informazioni che vi suggerisce questa guida su come visitare Bovino in un giorno.

26

Occorrente

  • Macchina fotografica
36

Raggiungendo la città in auto, potrete facilmente parcheggiare nei pressi del duomo, che è una delle prime cose da visitare. La bellezza di questa struttura risale al decimo secolo e anche se più volte è stato ritoccato e poi restaurato del tutto dopo il terremoto del 1930, la sua bellezza rimane invariata. Leggermente più davanti noterete, invece, la sontuosissima facciata risalente al tredicesimo secolo, con i suoi tre grandi portali portali in stile gotico. L'interno della struttura è a tre navate, le quali sono sorrette da otto colonne in stile romano.

46

Spostandoti sulla destra invece è disposta la piccola chiesa di San Marco, la quale risale intorno alla fine del 1100. Alla fine del percorso della stessa via, vedrete un bellissimo portale in stile puramente gotico con scolpita l'immagine del santo stesso. Un altro posto da dover visitare assolutamente a Bovino è l'affascinante Palazzo ducale, il quale è collocato affianco al Duomo. Per poter ammirare questa meraviglia è necessario chiedere il permesso alle suore che tengono in gestione la scuola, situata nello stesso palazzo. La costruzione di questo maestosissimo palazzo risale alla seconda metà dell'undicesimo secolo. Ciò che lo rende unico è la presenza della torre cilindrica risalente all'epoca romana.

Continua la lettura
56

Entrando all'interno del palazzo invece è possibile ammirare la struttura, notando una bellissima cappella che risale al settecento circa. La parte esterna del palazzo invece offre un cortile con dei resti di mura romane. Altri luoghi da visitare a Bovino, considerati di buona importanza, sono la Villa Comunale, la chiesa di San Pietro e il museo Nicastro. Visitare Bovino non è difficile, in quanto si tratta di una cittadina molto piccola, e nonostante sia un paese non grande, è possibile arricchirsi culturalmente grazie ai suoi resti. Per perlustrare il paesino occorrono davvero poche ore. Buon viaggio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Raggiungendo la città in auto, potrete facilmente parcheggiare nei pressi del duomo, che è una delle prime cose da visitare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Cosa mangiare a Vienna

Vienna è la capitale dell'Austria e meta ogni anno, soprattutto nella stagione invernale, di molti turisti provenienti da ogni parte del mondo. Sono molte le cose che si possono visitare in questa città e altrettanti i piatti che si possono gustare,...
Sudamerica

Dove e cosa mangiare a Brasilia

Brasilia, nonostante sia capitale del Brasile, è la città più giovane della nazione, essendo stata costruita soltanto tra il 1956 e il 1960.Data la sua recente nascita, Brasilia non possiede delle vere e proprie tradizioni culinarie regionali tipiche....
Consigli di Viaggio

I 10 ristoranti più costosi del mondo

Andare al ristorante è un qualcosa di molto bello e di entusiasmante, in particolar modo se pranziamo o ceniamo assieme a persone simpatiche e se gustiamo dei piatti eccellenti. Tuttavia, ci sono anche dei ristoranti molto buoni che sono estremamente...
Italia

Come visitare la campagna romana

Tutti coloro che visitano Roma raramente si fermano ad ammirare la Campagna Romana, perché questa è quasi del tutto scomparsa in favore dei centri abitati, ma ciò nonostante ci sono ancora determinati luoghi che vale la pena di visitare specialmente...
Sudamerica

10 motivi per trasferirsi in Argentina

L'Argentina, nazione sudamericana abitata da circa 42 milioni di persone, con una superficie territoriale di 2.780.000 km quadrati, è stata nel corso dei secoli una meta molto ambita per milioni di europei ed italiani, che attratti dalla prospettiva...
Italia

Guida alla scoperta di Erice

La cittadina di Erice si erge sul monte omonimo, ad un'altezza di circa 751 metri sul livello del mare. La sua distanza da Trapani è di circa 15 chilometri. Apprezzata a livello globale per le bellezze artistiche e il famoso centro culturale "Ettore...
Europa

Come visitare Cascia in Umbria

Nel sud del territorio della provincia di Perugia, in Umbria, si trova il paesino di Cascia. Noto per aver dato i natali a Santa Rita, è un paesino di poco più di tremila abitanti. Ogni anno è meta di pellegrinaggio di numerosi fedeli. Nel verde dell'Umbria...
Italia

Ragusa: cosa visitare

Ragusa, con i suoi 73 mila abitanti, è da sempre considerata una delle città più suggestive della Sicilia. Lo stile Barocco domina la città e oggi, ciò che vediamo risale agli anni dopo il 1693, quando un violento terremoto rase al suolo la cittadina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.