Come visitare Cantù

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il comune di Cantù si trova in provincia di Como, ad un'altitudine di 370 m sul livello del mare, nel centro della Brianza. La cittadina conta circa 37.430 abitanti e si espande per 23,2 Km quadrati. Il comune è molto conosciuto per la produzione di merletti e pizzi. Già nel 1882 fu inaugurata la "Regia Scuola d'Arte" applicata all'industria, in cui l'arte del pizzo fu tra le principali materie, a partire dal 1888, quando furono introdotte anche materie più classiche quali: l'italiano e la matematica. Dopo la Seconda Guerra Mondiale la produzione di merletto calò drasticamente ma, fu rilanciata dalla scuola stessa, divenuta Istituto d'Arte nel 1959. Parallelamente a questi studi, in altre classi si imparava l'arte dell'intaglio del legno e la produzione di mobili, attività che ha favorito ed incentivato l'artigianato del legno, tanto che dal 1893 è stata istituita a Cantù la Mostra Permanente del Mobile. Ora andiamo a scoprire come visitare Cantù e i posti più interessanti in cui andare.

26

Se abitate relativamente vicini a questa cittadina potete benissimo recarvi in automobile per poi rientrare a casa propria il giorno stesso. Se invece provenite da una zona lontana non c'è da preoccuparsi, i prezzi degli hotel sono molto abbordabili e avrete modo di visitarla a pieno. Cantù è fautrice di un Carnevale Ambrosiano molto bello e variopinto. È servita da pullman e treni a tutte le ore della giornata, caratteristica anche per fare una semplice passeggiata in centro, con una zona pedonale e, tantissime vetrine di ogni genere. Inoltre offre una vastità di ristoranti e pizzerie di notevole pregio, con inoltre delle trattorie che propongono ancora i piatti tipici di una volta.

36

Per prima cosa ti consiglio di visitare la Parrocchia di San Paolo. Costruita nel 1100 d. C. È una delle più belle chiese di Cantù. Presenta tre navate con abside rivolta ad est ed è decorata da volti a botte del XV secolo. Al suo interno avrai la possibilità di ammirare altari in stile barocco, stupendi quadri dalle particolari e rare cornici, fra cui un dipinto ad olio raffigurante Cantù, risalente al 1300 circa.

Continua la lettura
46

Secondariamente consiglio di visitare il Santuario della Madonna dei Miracoli. Costruita nel 1554 circa, dopo un intervento strutturale attorno al 1850, è stata ristrutturata completamente nel 1900 dal noto architetto Italo Zanolini. Al suo interno avrai modo di apprezzare le numerose sculture marmoree, svariati dipinti ad olio e, stupendi altari in marmi policromi risalenti ad epoca anteriore alla costruzione stessa dell'edificio.

56

Infine non puoi perderti la Chiesa di San Teodoro. Costruita intorno al 1200, è in stile romanico a tre navate. Il tempo ha tolto molto a questo particolare edificio, che un tempo ospitava stupendi affreschi e pavimenti in mattonelle di laterizio. Nonostante questo però apprezzerai sicuramente la preziosissima abside centrale ricca di affreschi e le due cappelle rettangolari, che ancora oggi affascinano turisti provenienti da tutto il mondo.
Non ti resta altro che preparare le valigie per goderti questo patrimonio culturale non indifferente!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ti consiglio di visitare Cantù per la festa di San Rocco, celebrata il ferragosto di ogni anno, durante la quale potrai anche degustare prodotti tipici locali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Come visitare Tortorella

Tortorella è un piccolissimo comune molto accogliente della provincia di Salerno. Il piccolo borgo è stato sin da sempre caratterizzato da un'intensa attività lavorativa. Oggi ancora si può ammirare in particolare la lavorazione del ferro, così come...
Europa

Come e perché visitare il Duomo di Siena

Se avete in programma un viaggio in Toscana, ecco come  e perché visitare il Duomo di Siena. La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, meglio conosciuta come il Duomo di Siena, è un gioiello di architettura in stile romano-gotico italiano,...
Europa

Come visitare Fiumedinisi

Tutta la Sicilia offre una serie di città e comuni da visitare senza alcun dubbio: uno di questi è Fiumedinisi, situato esattamente nella provincia sud del messinese. Si tratta di un comune di poco più di mille abitanti, con una serie immensa di tradizioni...
Europa

Come visitare Orzinuovi

L'Italia è caratterizzata da tantissime località meravigliose che offrono uno spettacolo senza dubbio molto suggestivo e vale la pena vedere almeno una volta nella propria vita. È questo il caso di Orzinuovi,piccolo paesino poco conosciuto che si trova...
Consigli di Viaggio

Come visitare Parma

Parma è una città del nord Italia importante sia dal punto di vista storico che da quello artistico. La città è stata un punto di riferimento per pittori e scrittori per cui è ricca di opere di grande valore artistico. Una visita in questa città...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare il tempio di San Fortunato a Todi

Todi è una cittadina della provincia di Perugia famosa per aver dato i natali a Jacopone de Benedetti, meglio noto come Jacopone da Todi, famoso religioso e poeta italiano del Medioevo. Il centro storico di Todi ospita numerosi monumenti di grande pregio,...
Europa

Come visitare Squinzano

L'estate è già arrivata, tuttavia moltissime persone non hanno ancora fatto i bagagli in quanto non hanno ancora scelto la meta della loro vacanza. Tanti altri preferiscono invece "scappare" all'estero, non rendendosi conto delle tante bellezze che...
Europa

Come visitare Arenzano

Il Comune di Arenzano si trova in Liguria, più precisamente in provincia di Genova, sulla costa della Riviera Ligure di Ponente. Dista circa 30 chilometri sia da Genova che da Savona. Viene definito la porta della Riviera Ligure. Quasi tutto il territorio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.