Come visitare Carloforte in Sardegna

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

In questo articolo vi chiarirete le idee e preparerete subito le valigie per partire e visitare Carloforte. È  l'unico centro abitato dell'Isola di San Pietro, perla della Sardegna meridionale che, insieme all'Isola di Sant'Antioco e ad altri isolotti di dimensioni inferiori, costituisce l'Arcipelago del Sulcis. I primi abitanti partirono da Pegli nel 1542, infatti gli usi e i costumi dei Carlofortini sono completamente diversi da quelli delle altre comunità sarde.

26

Essendo un'isola in un'isola potrebbe sembrare difficile da raggiungere; tuttavia, soprattutto durante la stagione turistica, i servizi soddisfano le esigenze. L'aeroporto più vicino è quello di Cagliari Elmas. Da qui si può usufruire del servizio Treno locale per raggiungere Cagliari città. In seguito sarà opportuno prendere il bus della compagnia ARST per raggiungere Portovesme o Calasetta. In alternativa ci si può spostare con taxi privati su prenotazione e raggiungere uno dei due centri sopracitati. Da qui partono i traghetti per raggiungere l'Isola di San Pietro, che durante l'estate viaggiano a pieno regime. Tutto l'anno le tratte diurne e notturne sono prenotabili, a partire dal 29 giugno però parte un traghetto ogni ora, sia di giorno che di notte.

36

Carloforte offre al turista bellezze naturalistiche incomparabili, con le sue spiagge incontaminate e l'entroterra vario e mirabile. Impossibile non visitare Capo Sandalo, dal quale potrete godere di un panorama mozzafiato. Per i più temerari c'è anche una stradina scavata nella roccia che porta dritti al mare. Consigliatissimi anche la grande spiaggia di Cala Fico, con il suo mare cristallino e la sabbia finissima. Molto suggestive sono le colonne di Carloforte, raggiungibili con piccole imbarcazioni quando il mare è calmo, oppure ammirate dalla terraferma. Una leggenda vuole che siano dei marinai pietrificati. Un'altra le descrive come dei mostri trasformati e resi innocui da San Pietro per proteggere l'isola.

Continua la lettura
46

Se siete a Carloforte non potete partire senza aver assaggiato il famoso tonno rosso, protagonista del Girotonno, una manifestazione che negli ultimi anni ha guadagnato una certa popolarità. Per acquistare il tonno e i suoi derivati si possono visitare dei negozietti nel centro storico. Imperdibile la cappunnadda: queste gallette bagnate nell'acqua di mare per ammorbidirle e salarle, vengono condite con olio, aceto, pomodori e tonno salato. Questo piatto povero costituiva un alimento fondamentale per i pescatori carlofortini.
Qui non mancano di certo ristoranti e bar per trascorrere le serate dopo una piacevole giornata in spiaggia.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando arriva lo Scirocco fa molto caldo, in generale è piuttosto ventilato, porta abbigliamento molto leggero e informale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare la Caletta e la Bobba in Sardegna

In questa guida vedremo come visitare le spiagge di La Caletta. Questa è una bellissima zona, forse la più bella che si trova nell'intera regione della Sardegna. Inoltre vedremo anche come visitare la Bobba, un'incantevole spiaggetta di sabbia soffice...
Europa

Come e cosa visitare nell'iglesiente in sardegna: miniere di monteponi

Se avete scelto come meta vacanziera l'Iglesiente, in Sardegna, non ve ne pentirete! L'Iglesiente è un paradiso per gli occhi. Ha boschi, miniere e stradine di villaggi fantasma. Se volete avventurarvi nella zona dell'Iglesiente, dovrete raggiungere...
Europa

Come visitare la Costa del Sud della Sardegna

All'interno di questa guida troverete il metodo migliore per conoscere e programmare itinerari unici ed incredibili, su come visitare le Coste del Sud della Sardegna. Parto nel dirvi un promemoria, ovvero che dovete sapere, che l'aspetto più caratteristico...
Europa

Come visitare la Sardegna: dintorni di Olbia e Golfo Aranci

L'Italia è un paese ricco di storia e tradizioni, dove diverse culture si sono scontrate o hanno trovato riparo, creando nel tempo bellissimi posti sopravvissuti fino a noi e che rievocano ancora oggi il profumo di tempi passati ma ancora vividi. Tra...
Europa

Come visitare Il Nuraghe Athetu in Sardegna

Il periodo della civiltà nuragica fu un caposaldo della storia della Sardegna, estendendosi dall'età del bronzo all'epoca romana; le costruzioni tipiche di questa fase furono i nuraghi, massicce costruzioni di tipo megalitico diffusissime in tutto il...
Europa

Come visitare la Sardegna a piedi

La Sardegna, vanta un paesaggio variegato e ricco di storia. È una meta turistica di straordinaria bellezza culturale come architettonica. Ricca di sentieri immersi nel verde, si presta a magnifiche camminate. Ci sono centinaia di luoghi da visitare,...
Europa

Come visitare le spiagge di Cagliari in Sardegna

All'interno della presente guida, andremo a parlarvi di turismo, arrivando in Sardegna. Nello specifico, come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come visitare le spiagge di Cagliari...
Europa

Come e cosa visitare in Sardegna: Tharros

La Sardegna è una destinazione di viaggio appassionante e magica. Questa terra conserva anche attualmente le sue antiche tradizioni. Tutta l'isola offre ai turisti innumerevoli e sorprendenti spunti. Se nel nostro percorso abbiamo programmato una visita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.