Come visitare Castellammare Del Golfo E Dintorni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per chi non la conoscesse, Castellammare del Golfo si trova in provincia di Trapani ed è un luogo molto pittoresco con le case dei pescatori quadrate dipinte di bianco e giallo ocra. Subì nel corso dei secoli varie distruzioni, ma venne sempre ricostruita, dai vari popoli che si sono succeduti come: gli Arabi e gli Spagnoli. Questa guida vi darà degli utili suggerimenti su come visitare Castellammare del Golfo e dintorni, di come ammirare le sue splendide spiagge e come gustare del buonissimo pesce.

27

Occorrente

  • macchina fotografica
  • costume da bagno
37

Le costruzioni che maggiormente caratterizzano il territorio di Castellammare del Golfo, sono i bagli di epoca araba. In Sicilia, i bagli si caratterizzano come fattorie fortificate, dotate di ampi cortili, comunque come nuclei abitativi fortificati a servizio delle attività dei latifondi, all'interno dei quali vivevano non solo i proprietari terrieri, ma anche i contadini (stagionali o stanziali). Il baglio era dunque dotato di un notevole numero di alloggi (tale da permettere, allo stesso tempo, la convivenza e la separazione fra coloro che vi abitavano, destinando i piani superiori al "padrone" e alla sua famiglia e quelli inferiori ai contadini) e di zone per il deposito del raccolto e per l'alloggio degli animali.

47

Partendo da Scopello. Dalla SS 187 (direzione Trapani) e imboccando il bivio a destra per Scopello, si giunge alla baia di Guidaloca, dominata da una torre cilindrica cinquecentesca, posta a guardia della costa. Dopo circa cinque chilometri si raggiunge il complesso della Tonnara di Scopello, protetto da due torri, una risalente al Duecento, della quale rimangono pochi ruderi, l'altra opera dell'architetto Camillo Camilliani (XVI secolo). Poco più in alto sorge il Borgo, un incantevole agglomerato contadino sorto intorno al settecentesco baglio che, a sua volta, sembra abbia sfruttato preesistenti strutture di epoca arabo-normanna.

Continua la lettura
57

Più alto, su una rupe che sovrasta il borgo, sorge la Torre Bennistra, risalente al XVI secolo. L'itinerario prosegue (tornando indietro sino al primo bivio) in direzione di Viscàri, luogo in cui sorge un agglomerato rurale che costituisce un ottimo esempio di architettura spontanea. A pochi chilometri si eleva il Castello di Baida del quale permangono alcuni tratti della vecchia fortificazione. Proseguendo ancora oltre, si giunge al settecentesco borgo di Balata di Baida. A questo punto è necessario tornare sulla SS 187 e, proseguire per circa tre chilometri prima di imboccare, a sinistra, la strada che conduce al Castello di Inici e dalla quale si raggiunge il Baglio Strafalcello, uno dei più suggestivi complessi architettonici del territorio, dalla cui posizione è possibile ammirare un panorama vastissimo, che va dalla baia di Guidaloca al Monte Erice.

67

Superato il vicino Baglio Fontana, è possibile imboccare il bivio che conduce al Baglio Lisciandrini. Particolarmente interessante la posizione di questo baglio che, strategicamente, si trovava sulla via di collegamento tra Segesta, la Baia di Guidaloca e l'antico sito di Cetaria-Scopello. La strada che porta al Castello di Inici si caratterizza per la sua suggestione: qui infatti si trovano i cosiddetti "gorghi neri", un corso d'acqua che scorre in una profonda gola, ricca di vegetazione. Terminata la salita, si giunge al Castello, la cui mole maestosa domina l'intero paesaggio. La tradizione vuole che il castello, edificato in epoca settecentesca e poi passato poi in mano araba, normanna, sveva ed angioina, sorga al centro della mitica città di Inico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare la Riserva dello Zingaro

Con l'arrivo dell'estate arriva anche il rinnovo per la passione della natura. Parliamo di mare, più precisamente in Sicilia, La Riserva Dello Zingaro. È tra le poche coste a non essere state contaminate dalla presenza di una strada asfaltata. Ecco...
Consigli di Viaggio

Le 5 mete turistiche più economiche della Sicilia

Avvicinandosi la stagione estiva molte persone decidono di trascorrere le loro vacanze in delle località balneari anche per staccare dalla monotonia della vita quotidiana lavorativa (o scolastica). Una delle mete più ricercate e ambite a livello internazionale...
Europa

Come organizzare un tour lungo la penisola sorrentina

Volete organizzare una vacanza romantica con il vostro partner o un tour vacanziero con i vostri amici per godervi con spensieratezza qualche località della penisola che non avete mai avuto il piacere di visitare, ma non volete correre il rischio di...
Europa

Come visitare Castellammare Di Stabia in un giorno

Castellammare di Stabia è una vivace e deliziosa città in provincia di Napoli nota per le bellezze archeologiche, le acque termali e per la vicinanza ai siti di fama mondiale quali Pompei ed Ercolano, Sorrento e Vico Equense. Costituisce, dunque, anche...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere il monte faito

Il Monte Faito è il monte che segna l'inizio della penisola Sorrentina. La sua altezza è di circa 1130 metri. Il Monte Faito è famosissimo perché è una delle mete preferite dai campani, soprattutto in estate quando la calura napoletana non lascia...
Europa

Cosa visitare a Sant'Agnello

Sant'Agnello è un paese di circa 9.000 abitanti situato nella piana sorrentina, nella provincia di Napoli, tra Sorrento e Piano di Sorrento. Il comune di Sant'Agnello nel 1865 era suddiviso in cinque rioni: rione Cappuccini, rione Angri, rione Maiano,...
Italia

Guida alla scoperta di Castellamare del Golfo

Sul golfo di Trapani, nell'omonima provincia si affaccia una città ricca di storia e di fascino dal nome molto evocativo: Castellamare del Golfo. La posizione è mozzafiato e si affaccia su un panorama davvero fuori dal comune con un mare azzurrissimo,...
Europa

Come visitare la Sardegna: dintorni di Olbia e Golfo Aranci

L'Italia è un paese ricco di storia e tradizioni, dove diverse culture si sono scontrate o hanno trovato riparo, creando nel tempo bellissimi posti sopravvissuti fino a noi e che rievocano ancora oggi il profumo di tempi passati ma ancora vividi. Tra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.