Come visitare Corinaldo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

State pensando di organizzare una vacanza rilassante con il partner o con i vostri amici, ma non avete deciso la destinazione e non volete visitare per l'ennesima volta le mete più famose né le località più gettonate, e allo stesso tempo nemmeno organizzare una vacanza tutta discoteche e alba in spiaggia? Niente paura, esistono tantissime soluzioni alternative che vi permetteranno di godervi una vacanza niente affatto monotona che che vi farà divertire senza svuotare il vostro portafogli! La meta proposta nella guida qui di seguito è Corinaldo, un piccolo centro marchigiano in provincia di Ancona. Si tratta di un borgo dell'entroterra che ha saputo mantenere intatto il suo fascino resistendo al trascorrere del tempo come una piccola civitas medioevale, tanto che il principe Carlo d'Inghilterra quando lo visitò alcuni anni or sono passò un'intera giornata a immortalare su tela gli splendidi scorci di paesaggio che la località offre al visitatore.

26

Il paese si trova sulle colline marchigiane a un'altitudine media di circa 200 metri, ed è uno dei più splendidi esempi di borgo fortificato medioevale. Tutto l'abitato è circondato da una poderosa cerchia di mura perfettamente conservate con tanto di torrioni e porte di accesso per una lunghezza totale di circa un chilometro, che sono le meglio conservate di tutto il centro Italia.
All'interno il nucleo abitato ha mantenuto un aspetto estremamente caratteristico.

36

L'aspetto medioevale è stato conservato insieme ai materiali d'epoca, mentre molte delle costruzioni di rilievo sono del periodo rinascimentale e barocco. Da visitare assolutamente quindi le mura con le torri e i bastioni, ripercorrendo anche gli antichi camminamenti, ma soprattutto vanno percorse le vie, delle quali molte sono composte da lunghe scalinate come la Piaggia, composta da 109 gradini che conducono al Pozzo della Polenta.

Continua la lettura
46

Lungo la Piaggia si può ammirare la Casa di Scuretto, una casa che è costituita dalla sola facciata, senza pareti né tetto. Si narra che Scuretto fosse un calzolaio che amava il buon vino e spendesse tutti i suoi averi nelle osterie, non solo i propri ma anche quelli del figlio che lavorava in America e che periodicamente spediva denaro al padre per la costruzione di una casa. Quando un giorno il figlio volle vedere una fotografia della nuova casa, Scuretto fece costruire una facciata con tanto di finestre e numero civico e quindi si fece fotografare affacciato per far intendere che i lavori procedevano.

Ma Corinaldo ospita anche numerose chiese di notevole interesse artistico, tutte risalenti al al XVI e XVII secolo e una fra tutte è meta di numerosi fedeli: il santuario di Santa Maria Goretti. La ragazza che morì nelle paludi Pontine era infatti nata qui e qui sono sepolti i suoi genitori e anche l'uomo che la uccise: di Maria è conservato l'osso di un braccio all'interno della chiesa. È possibile anche seguire un itinerario sulle orme della santa, visitando la sua casa natale.
Se vi trovate a Corinaldo non dimenticate però di assaggiare un buon bicchiere di verdicchio che proprio in queste zone viene prodotto.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

7 cose da non perdere nelle Marche

Tra le più belle regioni d'Italia non possiamo non annoverare le Marche, terra ricca di storia, di paradisi naturali e soprattutto di mare. In questa regione vi sono infatti alcune tra le più belle spiagge d'Italia, nonché borghi e piazze incantevoli...
Consigli di Viaggio

I più bei borghi medievali dell'Emilia Romagna

L'Emilia Romagna è una terra dalla storia antichissima, che come tante altre regioni italiane ha visto nel corso dei secoli fiorire la propria cultura e la propria identità.Uno degli aspetti maggiormente caratterizzanti questa identità è la presenza...
Europa

Come visitare Atrani in Campania

Atrani sembra sospesa nel tempo. Questo suggestivo piccolo comune della costa amalfitana ha mantenuto l'aspetto di un borgo medioevale, sia nell'apparenza che nell'atmosfera, così lontana dal caos e dallo stress delle grandi città. Atrani è fatta di...
Italia

Come visitare Tortorella

Tortorella è un piccolissimo comune molto accogliente della provincia di Salerno. Il piccolo borgo è stato sin da sempre caratterizzato da un'intensa attività lavorativa. Oggi ancora si può ammirare in particolare la lavorazione del ferro, così come...
Europa

Come visitare Il Castello Medioevale Di Cesis

Visitare il castello medievale di Cesis è sicuramente una bellissima esperienza da fare per arrichhire il proprio bagaglio culturale e godere di panorami suggestivi e unici nel loro genere. A circa due ore da Riga, capitale della Lettonia, troviamo proprio...
Italia

Come visitare il castello di Rocca Calascio

In questo articolo vorrei spiegarvi come visitare il castello di Rocca Calascio. Il castello di Rocca Calascio è un castello italiano molto apprezzato dai turisti. Questo castello si trova in Abruzzo, nella provincia di L'Aquila. Questo castello prende...
Italia

Le 10 cose da vedere a Siena

Siena, una delle città più interessanti e belle della regione Toscana, ricca di storia, specialmente derivante dall'epoca medioevale. Mostra la sua bellezza grazie alle sue torri, alle sue piazze molto grandi, ai palazzi arroccati, che la rendono una...
Italia

Guida ai borghi medievali in Italia

L'Italia è uno dei luoghi, in Europa, in cui è molto probabile imbattersi in un Borgo Medievale ed in cui è possibile ammirare le meraviglie dei nostri antenati. Ciò è dovuto, sicuramente, a due fattori principali.il primo è il grande fermento che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.